Cerca Hotel al miglior prezzo

Biloxi (Mississippi): guida turistica alla cittą

Biloxi, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Biloxi è una città di 46.000 abitanti appartenente alla contea di Harrison, nella parte più meridionale dello stato del Mississippi, situata a pochi passi dalle coste del Golfo del Messico ed a poco meno di 250 chilometri dalla capitale Jackson. Ad una quindicina di chilometri ad ovest del centro, sempre sul litorale, sorge Gulfport, la seconda città più popolosa dello stato coi suoi 70.000 abitanti, che genera con la vicina Biloxi una delle più estese aree metropolitane del Mississippi, la Metropolitan Statiscal Area.

Il primo insediamento permanente, fondato nel lontano 1699 ad opera di coloni francesi agli ordini di Pierre Le Moyne d'Iberville, altro non era che un avamposto fortificato, inizialmente battezzato Fort Maurepas, da cui si è originato prima l’appellativo francese “Bilocci”, e poi la definitiva traduzione inglese Biloxi. All’epoca il piccolo borgo era appartenente alla Louisiana Francese, un distretto amministrato indirettamente da Parigi, di cui divenne capitale a partire dal 1720 anche se solo per pochi anni. Nel 1763 infatti, la Francia si vide costretta a cedere tutti i territori colonizzati alle nemiche storiche, Inghilterra e Spagna, che si assicurarono rispettivamente le province ad est del Mississippi, tra cui Biloxi, e quelle ad ovest del medesimo fiume. All’occupazione inglese, terminata nel 1779, seguì una breve parentesi spagnola, a sua volta chiusa nel 1811 quando la città passò ufficialmente sotto il controllo degli Stati Uniti d’America.

Oggi Biloxi è una città caratterizzata da un consistente turismo marittimo, particolarmente florido grazie all’introduzione del diritto del gioco d’azzardo nello stato, approvato nel 1990, che ha trasformato sensibilmente la città, rendendola un importante centro per le case da gioco. In parallelo sono cresciute anche le strutture alberghiere, spesso dotate di un proprio casinò, così da arricchire un’offerta turistica già particolarmente succulenta per gli amanti del genere. Tra i maggiori edifici legati al gioco d’azzardo ricordiamo: il Beau Rivage casino resort, l’Hard Rock Hotel and Casino, il Casino Magic, il Grand Casino, l’Isle of Capri Casino Resort, il Boomtown Casino, il President Casino Broadwater Resort e l’Imperial Palace. La terza punta del tridente alla base dell’odierna economia cittadina, dopo turismo e gioco, è indubbiamente il commercio dei pregiati frutti di mare, pescati lungo le coste del Golfo del Messico e richiestissimi in ogni parte d’America.

Visitando la città si coglie immediatamente l’anima storica che permea molti edifici risalenti ai secoli scorsi, alla base di un tessuto urbanistico pregevole, particolarmente grazioso grazie anche alla cura con la quale viene conservato, con strade sempre pulite e in ordine, incorniciate da alberi di magnolia, simbolo del Mississippi, siepi di azalee, camelie e rose. Da non perdere a breve distanza dal centro e nei pressi del porto il Biloxi Lighthouse, costruito nel 1848 e famoso per essere l’ultimo superstite dei dodici fari che storicamente illuminavano tutto il perimetro del Golfo del Messico.

Dei cinquanta chilometri di costa estesi tra Biloxi e Gulfport ben quaranta sono considerati appartenenti all’Harrison County Sand Beach, in sostanza una specie di contea-spiaggia, contraddistinta da una striscia di sabbia bianca larga quasi cento metri. Proprio di fronte al litorale cittadino, poche centinaia di metri in mezzo al mare, sorge Deer Island, un’isola semplicemente meravigliosa, raggiungibile in pochi minuti partendo da East Beach boulevard. Leggermente superiore è invece la distanza che separa Biloxi da Cat Island, Ship Island e Dog Island, tre isole curiosamente chiamate con nomi comuni di animali, allineate da ovest a est una ventina di chilometri al largo.

Il clima è subtropicale umido, con inverni brevi e particolarmente miti rispetto al resto dello stato, ed estati molto calde ma caratterizzate da un tasso di umidità altissimo. Le temperature medie variano tra i 29 gradi di luglio e agosto, ed i 13 di gennaio e febbraio, quando possono anche soffiare venti piuttosto freschi provenienti dalle pianure settentrionali. Le precipitazioni, nell’ordine dei 1400 mm annui, tendono ad intensificarsi in corrispondenza dei mesi tra settembre e novembre, anche se il più drammatico evento nella storia di Biloxi è accaduto il 29 agosto del 2005, quando il passaggio del terribile uragano Katrina, accompagnato da venti fortissimi, piogge torrenziali e mare forza cinque mise a dura prova la resistenza della città, ingentemente danneggiata e non ancora tornata alla completa normalità.

Per quanto concerne i trasporti la principale autostrada che serve Biloxi è la U.S. Highway 90, collegata anche ai vicini centri di Gulfport e Ocean Springs tramite un’infrastruttura di grandi proporzioni, il Biloxi-Ocean Springs Bridge. Un’altra via di comunicazione significativa è l’interstate 10, che mette in comunicazione città come New Orleans e Houston, mentre l’Aeroporto Regionale Gulfport-Biloxi è scalo di molti voli turistici di basso raggio, o di piccoli velivoli privati.

Fonte foto, cortesia: wikipedia. Autore:Zach,
  •  

 Pubblicato da - 29 Novembre 2008 - © Riproduzione vietata

News più lette

close