Cerca Hotel al miglior prezzo

La migliore provincia in cui vivere è Bolzano, la peggiore Napoli

Pagina 1/2

Il Sole 24 Ore ha pubblicato i risultati della sua ricerca sulla qualità della vita della città italiane, e senza troppe sorprese il nord, anzi più precisamente le regioni alpine si aggiudicano il podio di questa speciale classifica stilata tra i 107 capoluoghi di provincia. A contendersi la vetta per un soffio sono state rispettivamente Bolzano, che vince con 637 punti, e Trento staccata di appena una lunghezza. Al terzo posto Sondrio a testimoniare che le città di montagna del nord offrono standard di vita più elevati rispetto al resto della penisola.

Non sorprende, purtroppo, come le province del sud affollino la coda della classifica con la città di Napoli a vincere la poca ambita maglia nera. La posizione di Napoli, penultima nella classifica del 2009, conferma il disagio di una città in cui il problema dello smaltimento dei rifiuti de dell'ordino pubblico ne penalizzano fortemente proprio la qualità della vita dei propri cittadini. Si solleva invece dal fondo della classifica Agrigento, fanalino di coda nel 2009 e balzata avanti di 9 posizioni, risalendo dal 107° al 98° posto della graduatoria. Sempre in tema di mezzogiorno, la prima provincia del sud risulta quella di Matera, 67a in graduatoria, mentre colpisce il crollo di Campobasso, precipitata di 47 posizioni all'ottantesimo posto. Non male invece la qualità di vita in Sardegna, che addirittura inserisce Oristano nella Top Ten, con un guadagno in un anno di ben 18 posizioni.

Come è stata condotta la ricerca?
Il lavoro condotto dal Sole 24 ore ha compiuto una indagine statistica sulla vivibilità delle 107 città capoluogo di provincia dell'Italia, esplorando la situazione di 6 precisi ambiti:
1) tenore di vita
2) Affari e lavoro
3) Servizi ambiente e salute
4) Ordine pubblico
5) Popolazione
6) Tempo libero
Ciascuno di questi ambiti è stato poi analizzato con l'utilizzo di ulteriori 6 indicatori, in modo da fornire una analisi molto più accurata. che tenga anche conto delle minime differenze, in modo da poter meglio comprendere la realtà della complessa situazione italiana.

Bolzano ad esempio, ha avuto un ottimo risultato nell'ambito degli affari e del lavoro, aggiudicandosi anche il fregio di città con la più alta percentuale di donne che lavorano d'Italia, con poco meno del 50% di donne impiegate. Trento si è invece distinta per l'ottimo tenore di vita e l'elevato grado di istruzione della popolazione, con una percentuale record di quasi l'8 percento di giovani laureati. Per chi volesse comunque trovare una provincia migliore dove andare a vivere con maggiori soddisfazioni, ecco la classifica dei migliori 10 capoluoghi di provincia nel 2010:

 Pubblicato da il 07/12/2010 - - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close