Cerca Hotel al miglior prezzo

Vacanze ad Aprile: 6 destinazioni tra Africa e Caraibi

Pagina 1/2

Ad aprile l'atmosfera comincia già a produrre i primi profumi d'estate, ma il clima è ancora in parte legato ai rigori dell'inverno, e la variabilità tipica di questo mese a volte lo rende un periodo poco attraente per una vacanza in Italia.

Per chi volesse però già assaporare un anticipo d'estate, e magari approfittare del periodo delle vacanze di Pasqua, ilTurista vi ha selezionato tre coppie di mete, da gustare separatamente o, perché no, in un bel singolo viaggio articolato, alla ricerca di spiagge deserte, mare caldo e tanto sole in grado di farci dimenticare le grigie giornate invernali appena trascorse.

Africa

Le destinazioni che vi proponiamo richiedono da un minimo di 6 ore a un massimo di 12 ore di volo dall'Italia, ma lo sforzo necessario viene premiato dalle condizioni di caldo che ripagano subito il visitatore parliamo di mete del sud del continente, come Botswana e Namibia, e due mete del centro-ovest, come Senegal e Capo Verde.

Le stagioni delle prime due sono invertite rispetto alle nostre, e quindi aprile corrisponde al periodo autunnale: è dunque quello giusto per godere di un clima caldo ma senza gli eccessi del periodo natalizio, quando nelle zone desertiche la colonnina di mercurio può raggiungere valori notevoli e anche pericolosi. Ad aprile, nell'interno, i valori diurni sono compresi tra i 26-28°C e 13-14°C di notte, mentre è probabile qualche grado in meno sulla costa atlantica che è lambita da una fredda corrente oceanica. Buona la situazione delle altre medie, che vedranno arrivare più avanti il monsone umido estivo.

Namibia

In Namibia piove generalmente poco ed il territorio è dominato dalla presenza del deserto del Kalahari, una vera meraviglia per i fotografi. Da non dimenticare nel vostro programma di viaggio una visita a Windhoek, all'Etosha National Park, la città dall'architetura tedesca di Lüderitz e il Fish River Canyon.

Botswana

Se invece volete concentrarvi sul Botswana, le temperature che si prevedono ad aprile sono leggermente superiori, con valori massimi intorno ai 30°C. Corrisponde in pratica alla fine del periodo più piovoso ed è l'occasione per trovarsi immersi in una natura risvegliata, piena di colori e vitalità. Una delle mete più ambite è il delta dell'Okavango, uno dei luoghi migliori del pianeta per un safari fotografico. Leoni, gazzelle, rinoceronti, elefanti, leopardi, impala, gnu e tantissime specie di animali convergono in questo delta interno, che ha la particolarità di gettarsi in un deserto (Kalahari) anziché in mare. Da non perdere, inoltre, le depressioni saline di Makgadikgadi e di Nxai.

Rimanendo in Africa, sempre ad aprile, ecco un'altra coppia di destinazioni su cui fare un pensierino: Capo Verde e il vicino Senegal.

Capo Verde

Capo Verde è una classica destinazione vacanziera visitata in ogni periodo dell'anno, ma non tutti sanno che in estate i cieli capoverdiani tendono a riempirsi di nuvole, ed anche se non piove tantissimo, la tintarella rimane a rischio. Ad aprile il sole invece domina le giornate, le temperature si mantengono su valori caldi (25-27 °C ) ed anche l'acqua del mare presenta valori di 23-24°C, quanto basta per ottimi bagni senza patire freddo. Le isole sono molto conosciute dagli appassionati di windsurf che qui trovano vento in abbondanza. Da visitare segnaliamo le isole di Sal e Boavista, le più conosciute, ma per chi vuole scoprire gioielli più nascosti e tranquilli consigliamo Fogo, Santiago e la bella o Vicente.

Senegal

Il Senegal si trova proprio di fronte a Capo Verde e ad aprile il meteo non presenta particolari problemi. Questa nazione africana vede le piogge più abbondanti tra luglio e settembre, e una scelta primaverile è sicuramente quella più azzeccata. Ci sono moltissime cose da vedere in Senegal, a cominciare dalla capitale Dakar e la prospiciente Isola di Gorée, Patrimonio Mondiale dell'UNESCO. Nel paese ci sono spiagge di grande bellezza come a La Somone e nelle altre località della Petite Côte, caratterizzate da un mare particolarmente calmo ed attraente. A nord di Dakar si apre la Grande Côte: qui le onde potenti sono ideali per i surfisti. I parchi dell'interno sono ricchi di animali e costellati dal magico profilo degli alberi di baobab: il Parco Nazionale di Langue de Barbarie, la Réserve Spéciale de faune de Guembeul ed il Parco Nazionale Niokolo Koba sono alcuni dei luoghi da inserire nella lista dei luoghi imperdibili.

Caraibi

Anche cambiando continente, il mese di aprile rimane un ottimo periodo pre viaggiare. Si potrebbero ad esempio abbinare due mete adiacaenti: quella dello Yucatán, nella zona meridionale del Messico, e il Belize, dove si estende la seconda barriera corallina al mondo per lunghezza.

... Pagina 2/2 ...
Messico

Ad aprile termina la stagione più secca e ventilata, perché da maggio in poi, sia nella Riviera Maya che lungo le coste del Belize, inizia la stagione delle piogge e degli uragani. Le temperature che vi attendono sono comprese tra i 30-32°C dei valori massimi ai 20-22 °C nei valori minimi; chi cerca una vacanza di mare trova quindi gli ingredienti perfetti, anche considerando le temperature delle acque caraibiche posizionate su gradevolissimi valori di 27-28°C, ottimi per lo snorkeling e le immersioni. Chi sceglie il Messico e la sua Riviera Maya, una volta arrivato a Cancún può sbizzarrirsi nella scelta della spiaggia migliore, come ad esempio Puerto Morelos, o scendendo sempre verso sud Playa del Carmen, Playacar, Xcaret e Tulum dove si trovano importanti rovine maya. Anche l'interno presenta luoghi di grande interesse, come i tantissimi cenotes dove fare il bagno in acque cristalline o il famoso sito archeologico di Chichen Itzà. Al largo, altri luoghi interessanti per una vacanza di mare nello Yucatán sono Cozumel e la Isla Mujeres.

Belize

Anche il Belize offre mare, sole e archeologia, ma anche il vantaggio di un boom turistico giovane, con meno affollamento rispetto alla Rivera Maya. Da non perdere Ambergris Caye, dove tra l'altro è possibile cimentarsi in un'immersione nel celebre Blue Hole, una specie di occhio sull'abisso che sprofonda verticalmente per oltre 100 m di profondità. Half Moon Caye e Turneffe Island sono altri luoghi perfetti per lo snorkeling, mentre chi è sensibile all'arte non deve perdersi i magnifici siti di rovine maya di Altun Ha, Lamanai e Xunantunich. Se non vi bastasse, allora potete sempre sconfinare nel vicino Honduras e andarvi a rilassare sulle vicine Islas de la Bahía (Utila, Roatan e Guanaja) rese celebri dall'Isola dei Famosi.

 Pubblicato da il 07/04/2017 - 93.843 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close