Cerca Hotel al miglior prezzo

La Mostra di Andy Warhol a Palermo, Palazzo Sant'Elia

Aggiungi l'evento al calendario 2017-10-19T00:00:00+0200 2018-01-07T00:00:00+0200 Europe/Rome Andy Warhol. L’arte di essere famosi La Mostra di Andy Warhol a Palermo, Palazzo Sant'Elia | Date 2017 / 2018 ATTENZIONE: date non continuative. Maggiori informazioni su date e programma a https://www.ilturista.info/blog/13321-La_Mostra_di_Andy_Warhol_a_Palermo_Palazzo_Sant_Elia/?utm_source=sharing&utm_medium=calendario&utm_campaign=blog Palazzo Sant'Elia Palermo, Sicilia
Dal 19 Ottobre 2017 al 07 Gennaio 2018
Attenzione: date non continuative
“In futuro tutti saranno famosi per 15 minuti”. È questa probabilmente la frase più famosa di Andy Warhol, a cui però bisognerebbe aggiungere che in pochi resteranno famosi per l’eternità. Proprio da questo assioma sembra partire la mostra “Andy Warhol. L’arte di essere famosi”, al Palazzo Sant’Elia di Palermo dal 19 ottobre 2017 al 7 gennaio 2018.

Mao, Marilyn Monroe, Mick Jagger, Liza Minnelli, la principessa Diana: sono solo alcune delle star che, anche grazie ai ritratti di Andy Warhol, sono diventate icone dei nostri tempi, come immortali divinità. Il percorso espositivo della mostra palermitana, oltre a queste, offre allo spettatore una panoramica completa sulla carriera del re della Pop Art, grazie ad una raccolta di oltre 180 differenti soggetti, tra opere uniche, multipli ed oggetti d’arte, provenienti dalla Rosini Gutman Collection.

La mostra “Andy Warhol. L’Arte di essere famosi” approda in Sicilia dopo aver viaggiato, nel corso di dieci anni, in tutto il mondo, facendo tappa a Montecarlo, Lugano, Andorra, Barcellona, Spoleto, Trieste, Cordoba, Palma de Maiorca, Pescara, Taipei e Kaohsiung nella Repubblica di Taiwan, San Marino, Ascoli Piceno, Aosta, Bologna, Dusseldorf.

Palermo racconta il re della Pop Art

Ciò che più colpisce della mostra di Palazzo Sant’Elia è il taglio che viene dato alla narrazione. Di Andy Warhol, in questa mostra, non viene raccontato solo l'artista (non solo), ma trova spazio anche il suo lato privato, più umano. Per questo, insieme alle sue celebri serigrafie che ritraggono Marylin Monroe o Mao Tse Tung, è possibile trovare anche oggetti che raccontano il lato privato dell’artista: dal suo passaporto, ad una delle pagelle, fino al foglio di ricovero ospedaliero, quando sopravvisse miracolosamente ad un attentato nel 1968.

Erano gli anni della Factory, lo spazio creato da Andy Warhol, diventato punto di riferimento per gli artisti di New York, da Basquiat a Bob Dylan, da Keith Haring a Lou Reed. La Factory raccoglieva il meglio e il peggio della New York di quegli anni. Creatività, idee, energia ma anche pensieri folli alimentati dalle anfetamine che rendevano incredibili le feste che si tenevano in quella strana “fabbrica” dalle mura argentee. Nella cerchia di Warhol c’era anche lei, Valerie Solinas, femminista violenta con un passato drammatico, che si era convinta che Warhol la stesse plagiando. Così, il 3 giugno del 1968 prese una pistola e sparò a Warhol e al suo compagno Mario Amaya con l’intenzione di ucciderli. Entrambi sopravvissero. Warhol ci riuscì per miracolo ma da quel giorno la sua vita cambiò. Provato sia nel fisico che, soprattutto, nell’animo, uscito dall’ospedale il re della Pop Art cominciò ad evitare gli eventi pubblici. Le notti ruggenti della Factory diventarono presto un ricordo.

Questa è solo una delle storie che potrete ascoltare nella mostra “Andy Warhol. L’Arte di essere famosi”, in cui potrete vedere dal vivo anche le storiche bottiglie di Coca Cola, le leggendarie lattine di Zuppa Campbell's o le opere della serie Ladies and Gentleman (1975), in cui Warhol rusa come modelle le drag queen del club newyorkese The Gilden Grape. In mostra anche opere inedite come gli Space Fruit o la serie Dollars Bill.

Il percorso espositivo del Palazzo Sant’Elisa di Palermo prevede anche una sala in cui vengono proiettati film documentari e video d’arte sull’artista e sulla Factory, oltre ad un laboratorio di grafica per i più piccoli, aperto alle scuole.

Chi era Andy Warhol? Lo raccontiamo in 5 punti

1. L'americano Andy Warhol (Pittsburg, 1928 - New York, 1987) è uno dei più influenti artisti del XX secolo. È considerato il padre della Pop Art.

2. Una delle tecniche preferite da Andy Warhol è quella della serigrafia, con cui riproduce in copie identiche il soggetto delle sue opere, fino a svuotarlo di significato.

3. Alcune delle sue opere più famose, sono quelle che ritraggono icone del Novecento come Marylin Monroe, Muhammad Alì, Elvis Presley o Liza Minelli. È sua anche la celebre serie con i barattoli della Campbell’s Soup.

4. Negli anni Sessanta Andy Warhol fonda la Factory. Ufficialmente si tratta del suo studio a New York, ma in breve diventa punto di riferimento di creativi, artisti, musicisti della Grande Mela.

5. Nel 1968 Warhol sopravvive miracolosamente a un attentato (ne parlo nell’articolo). Morirà nel 1987 a causa di complicazioni sorte in seguito ad un intervento chirurgico alla cistifellea.

Informazioni utili, date, orari, prezzo dei biglietti

Mostra: “Andy Warhol. L’arte di essere famosi”
Dove: Palazzo Sant’Elia di Palermo, Via Maqueda, 81
Date: dal 19 ottobre 2017 al 7 gennaio 2018
Orari: Martedì – Venerdì 9:30-18:30, Sabato – Domenica 10:00-13:00
Biglietti: € 6 intero, € 5 ridotto
Maggiori informazioni: sito ufficiale

Per saperne di più sull’artista leggete anche, su Due Minuti di Arte: Andy Warhol, vita e opere riassunte in 10 punti

Calendario delle aperture

Ottobre 2017
D L M M G V S
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
Novembre 2017
D L M M G V S
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
Dicembre 2017
D L M M G V S
         
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           
Gennaio 2018
D L M M G V S
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.
  •  

 Pubblicato da il 25/10/2017 - - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close