Cerca Hotel al miglior prezzo

Fuerteventura: i luoghi di interesse pił belli da vedere

Pagina 1/2

Fuerteventura è l’isola delle Canarie famosa per i suoi oltre 150 km di spiagge, praticamente incontaminate, i suoi spettacolari paesaggi vulcanici e il suo clima mite tutto l’anno.
Con i suoi venticinque gradi di media costanti, Fuerteventura è, infatti, definita “l’isola dell’eterna primavera” dove moltissimi turisti europei, soprattutto provenienti da Germania e Gran Bretagna, decidono addirittura di svernare qualche mese. E come dar loro torto!
Questa meta è anche la più amata dai patiti degli sport acquatici, in particolare dai surfisti che, complici i venti, che soffiano costantemente, trovano luoghi perfetti dove mettere in acqua la tavola!

Se decidete di visitare l’isola per la prima volta, siamo sicuri che questa lista di posti da non perdere vi sarà sicuramente utile per orientarvi: ecco i luoghi che non vi deluderanno di certo!

Corralejo, Playa Grande e il parco naturale delle dune


Corralejo, situato a nord di Fuerteventura, è il centro turistico forse più conosciuto. Ex villaggio di pescatori, vocato ora al turismo, è il fulcro della vita notturna dell’isola e punto di partenza per visitare la bellissima area a nord est dell’isola. Passeggiare per i vicoli della “città vecchia” o sedersi a bere o mangiare qualcosa in uno dei localini che si affacciano sul porto è sicuramente un’esperienza che vi consigliamo di fare. Da qui, si può vedere la vicina isoletta di Los Lobos ma anche l’isola sorella di Fuerteventura, Lanzarote, che dista solo una mezz’ora di traversata in traghetto.
Vicino a Corralejo troverete la Playa Grande, una lunga distesa di sabbia dorata che si affaccia su acque oceaniche dalle diverse tonalità del blu, il più delle volte nemmeno troppo mosse. Alle spalle, le meravigliose dune di sabbia del parco naturale di Corralejo vi catapulteranno immediatamente in un paesaggio unico, che vi lascerà senza parole: passeggiare su e già per le dune, sotto cieli azzurri, pieni di nuvole bianche, sarà un’esperienza che non potrete dimenticare.

El Cotillo e le sue spiagge


A nord ovest di Fuerteventura, c’è invece El Cotillo, un centro abitato piccolo e molto tranquillo famoso per le belle spiagge che lo circondano. Dal Castillo del Tostón, la torretta fortificata che trovate nel centro cittadino, proprio sopra al porticciolo, si possono vedere le lunghissime e incredibili spiagge a sud, caratterizzate dalle alte scogliere a picco sul mare.
Proseguendo verso nord, invece, verso il faro del Tostón potrete trovare alcune calette, la Playa de los Lagos, "le lagune". Sono tre e sono completamente diverse dalle spiagge precedenti: la loro forma semicircolare le rende meno esposte ai venti e crea delle piscine naturali. Sabbia bianca e fine, mare cristallino, colori caraibici: questo lo scenario che vi troverete davanti. La più famosa è Playa de la Concha (all’altezza del ristorante Torino), davvero molto bella.

Caleta de Fuste


Calete de Fuste è forse la località più “alla moda” dell’isola. Situata sulla costa est a circa 10 km dalla capitale Puerto del Rosario e vicinissima all’aeroporto, è uno dei lidi più conosciuti e apprezzati di Fuerteventura per la sua bellissima baia a ferro di cavallo, dalla sabbia dorata e acque cristalline, sempre molto tranquille. Molti sono i turisti che la scelgono come meta per trascorrere la loro vacanza perché è una località ben attrezzata sia di alberghi sia di locali e negozi. Un punto strategico in cui fare base per visitare l’isola.

Costa Calma e le sue spiagge


A sud-est di Fuerteventura, per 20 km di costa, si sviluppa la zona di Costa Calma famosa per le sue spiagge. Quella proprio in corrispondenza della vivace località turistica è una lunga spiaggia bianca, dai fondali bassi e acque colorate di diverse sfumature di blu, circondata da resort e appartamenti dove il miglior passatempo è rilassarsi e prendere il sole oppure fare lunghe passeggiate sul bagnasciuga. Di solito il vento è sotto controllo e ci si può godere la vita da spiaggia senza problemi.
... Pagina 2/2 ...
Qualche chilometro a sud, si trova invece la conosciutissima spiaggia di Sotavento, un’incontaminata e immensa distesa di sabbia bianca, paradiso per chi ama praticare sport acquatici, dove tra luglio e agosto si svolgono i campionati di Windsurf. Ovviamente è superfluo dirvi che qui il vento è il protagonista! ☺
Sempre nelle vicinanze, è situato l’Oasis Park Fuerteventura, parco zoologico e giardino botanico, il più grande e famoso delle Canarie: la meta ideale per i più piccini.

La spiaggia di Cofete e il Parco Naturale di Jandia


In assoluto uno dei posti che siamo sicuri vi rimarrà nel cuore, la spiaggia di Cofete, accessibile attraverso un tragitto sterrato all’interno del parco naturale di Jandia è un “must” da vedere. È una lunga spiaggia di diversi chilometri, larga circa 50 metri, caratterizzata da bellissimi spazi incontaminati, acque mosse e sabbia finissima. Per arrivarci si deve percorrere circa 20 km di una strada sterrata, nel cuore del parco naturale, che parte da Morro Jable (un’esperienza fattibilissima prestando un po’ di attenzione alla guida). Circa a metà strada verrete ripagati da un punto panoramico che offre una vista unica sulla spiaggia e sulle montagne circostanti!

Betancuria e la strada panoramica all’interno del suo Parco Naturale


Betancuria è una cittadina coloniale punto di riferimento nella storia delle isole Canarie: il primo nucleo fondato dai colonizzatori spagnoli, nel 1404, che scelsero di posizionarsi nella valle interna all’isola, lontano dal mare e da possibili attacchi pirati. Un posticino carino, immerso in una rigogliosa vegetazione, sicuramente da visitare. Quello che può sorprendere di più di questa località è però la valle circostante che si scopre percorrendo la strada panoramica FV-30. I panorami che potrete vedere dai diversi punti panoramici vi lasceranno senza parole.

La spiaggia nera di Ajuy (Caleta Negra)


Ajuy è una delle spiagge nere più belle di tutte le Canarie creatasi grazie all'erosione delle rocce vulcaniche in balia della furia del mare. Intorno alla spiaggia si trova un piccolo villaggio di pescatori con alcuni ristorantini tipici in cui è possibile mangiare molto bene.
Dalla spiaggia, parte anche una bella passeggiata panoramica, di circa 15 minuti, lungo le rocce della costa che porta alle spettacolari grotte, enormi caverne naturali scavate dall'oceano. La vista dall’alto delle scogliere di questa spiaggia nera è davvero meravigliosa!

Isola di Los Lobos


L’isola di Los Lobos si vede dal porticciolo di Corralejo ed è proprio da qui che partono le imbarcazioni per raggiungerla. Distante circa due chilometri dalla costa, quest’isola è un parco naturale e una riserva naturale in cui vivono moltissime varietà di piante e di animali. Un paradiso incontaminato, praticamente disabitato, dalle spiagge di sabbia bianca, ideale per praticale snorkeling. Sull’isola c’è un unico ristorantino che è necessario prenotare appena arrivati se volete essere certi di trovare posto.

Che dite, siete pronti a partire?☺

 Pubblicato da il 27/03/2017 - 862 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close