Cerca Hotel al miglior prezzo

Cannes e le Isole di Lerino: una Costa Azzurra bella e possibile

Pagina 1/2

Quando si pensa a Cannes, una delle più rinomate mete turistiche della Costa Azzurra, in Francia, le immagini che scorrono davanti agli occhi sono quelle di panfili ormeggiati al porto, negozi griffati, cene eleganti, auto da sogno… Si fatica a scostare l’essenza di questa cittadina dall’esclusiva e frivola mondanità che anima il lungomare della Croisette in alta stagione, a slegarla dall’ostentazione delle star che sfilano sul tappeto rosso durante le due settimane in cui a Maggio, ogni anno dal 1946, ospita il Festival de Cinema.

E non ci sbagliamo affatto. Cannes è anche questo: durante i tanti avvenimenti di portata internazionale nei periodi di alta stagione è uno dei luoghi più frequentati dal turismo di lusso di tutta la Costa Azzurra.

Il rischio che i turisti meno facoltosi corrono è quello di finire per snobbarla convinti che, dietro a quell’abito firmato ed a quel trucco pacchiano che la rendono tanto vistosa ed inarrivabile, non ci sia una personalità allettante per la quale valga la pena tentare di avvicinarsi. Qualcuno può pure disprezzarla come faceva la volpe con l’uva nella celebre fiaba, perché non riesce a raggiungerla, ma la realtà è che chiunque l’abbia davvero conosciuta se n’è perdutamente innamorato. Perchè Cannes oltre ad essere vanitosa e viziata è indubbiamente affascinante e, da francese di razza, di carattere ne ha da vendere.

E’ sufficiente aspettare che le acque si calmino e gli schiamazzi degli adulatori si disperdano: è in quel momento che Cannes si concede a chi vuole ascoltare la sua storia, la sua voce, lontano dai riflettori. Gli hotel ed i ristoranti, salutati i divi e gli sceicchi, iniziano a proporre offerte che diventano invitanti anche per il turista medio, soprattutto se rapportate all’altissimo livello delle strutture e dei servizi che dispongono.

Tra i grandi hotel di prestigio che si incontrano lungo la Croisette, proprio prima di arrivare al Palazzo del Festival, non passa certo inosservato l’Hotel Barrière Le Majestic. Dalle raffinate facciate bianche in stile Art Decò che abbracciano il curatissimo parco e l’ingresso, si sporgono i balconi delle 265 camere e 84 suite disposte su 5 piani proprio di fronte al mare. La struttura a 5 stelle del gruppo Lucien Barrière, comprende una grande piscina turchese, riscaldata tutto l’anno, incastonata in una cornice di ombrelloni color amaranto, il famoso centro benessere di 450mq My Blend by Clarins, un’ala di 1300mq dedicata allo shopping di lusso ed una meravigliosa spiaggia privata che allunga sul Mediterraneo un candido pontile che pare sospeso sulle acque cristalline della Costa Azzurra.
La ristorazione, curata dallo Chef Maryan Gandon, offre la scelta tra le specialità tradizionali della Brasserie Fouquet’s Cannes, la cucina mediterranea de La Petit Maison de Nicole e le creative proposte da degustare direttamente sulla spiaggia de La Plage Barrière Le Majestic, aperto tutto l’anno.

Se nei periodi di punta è frequente trovare ai tavoli dei ristoranti dell’Hotel Barrière le Majestic i più famosi attori di Hollywood, grandi registi, modelle e stilisti di fama mondiale che brindano con calici di pregiati Champagne, durante il resto dell’anno questi luoghi sono apprezzati anche da comuni appassionati di enogastronomia, in quanto offrono una scelta molto ampia che si adatta alle tasche di tutti. Se l’hotel può vantare due lussuosissime penthouse di oltre 400mq da decine di migliaia di Euro a notte, una dotata di piscina sul terrazzo privato e l’altra che sfoggia in ogni dettaglio la firma di Christian Dior, fuori stagione offre camere più sobrie ma altrettanto confortevoli a prezzi veramente onesti. Anche chi non ha disponibilità economiche illimitate può così permettersi il lusso di un weekend di classe o di una fuga romantica in una delle più attraenti località della Costa Azzurra.

Cannes dispone di tantissime attrattive turistiche al di là della spiaggia e del Festival: basta sedersi, quando non è affollata, all’ombra di una palma su una delle celebri seggiole celesti disseminate lungo la Croisette per notare, al largo della costa, le sagome di un piccolo arcipelago. Le Isole di Lerino, teatro nei secoli di tante storiche battaglie ed oggi riserva naturale protetta, si raggiungono in pochi minuti di barca dal porto.

... Pagina 2/2 ...
L’isola più grande, quella di Santa Margherita, suggerisce piacevoli passeggiate alla scoperta di un natura incontaminata che presenta una varietà ricchissima di specie animali e vegetali. All’interno della fitta e profumatissima macchia mediterranea, che racchiude anche il suggestivo Stagno di Batéguier, un sinuoso sentiero giunge alle porte della Fortezza Reale. Questa cittadella fortificata fu costruita dagli Spagnoli che nel 1635 occuparono l’isola durante la Guerra dei Trent’anni e fu ultimata, in seguito alla loro sconfitta, dai Francesi per i quali svolse fino al Ventesimo Secolo anche la funzione di carcere. Una leggenda vuole che all’epoca di Luigi XIV nelle prigioni di questo forte venne rinchiusa la celebre e fantomatica figura di Maschera di Ferro.

Le stanze della fortezza oggi ospitano un interessante Museo Marittimo che racconta la storia delle isole attraverso i secoli dall’epoca romana, passando per quella saracena fino ai giorni nostri. Le camere della caserma militare invece accolgono associazioni, scolaresche e gruppi di giovani per immergerli negli incredibili scenari storici e naturalistici dell’arcipelago. L’Isola di Sant’Onorato prende il nome dall’Abate che nel 410 vi fondò un monastero per i suoi discepoli. Innumerevoli saccheggi ed incursioni piratesche resero necessaria la fortificazione dell’Abbazia e la costruzione nel 1703 della pittoresca Fortezza di Sant’Onorato che si staglia su un promontorio a Sud dell’Isola. I monaci di Lerino si tramandano dal XIX Secolo la tradizione di produrre pregiati vini e liquori con l’uva che raccolgono negli otto ettari di vigneti coltivati sull’Isola: ancora oggi, durante la visita dell’Abbazia, è possibile assaggiare i loro rari e pregiatissimi prodotti.

L’animo più francese di Cannes emerge prepotentemente salendo la collina del Suquet, la parte più vecchia della città. Rue Saint Antoine è una stretta e sinuosa via lastricata che si arrampica tra ristorantini tipici e variopinti bistrot fino al Castello del Suquet, edificato nel 1035 come rifugio per proteggere i monaci di Lerino fuggiti dalle isole in seguito agli attacchi dei Saraceni. L’interno della rocca espone un sorprendente Museo etnografico che racconta, attraverso importanti testimonianze raccolte ovunque nei secoli, la storia delle civiltà di tutto il mondo. Dalla torre del castello si gode di una eccezionale vista sul panorama circostante, dalle colline alle vele del Vecchio Porto ed alla Croisette, fino alle Isole di Lerino.

Scendendo dal Suquet lungo la Rue de Meynadier si attraversa la parte più caratteristica e popolare della città vecchia. Fin dal XVI la strada dei commercianti era frequentata dagli abitanti di Cannes per gli acquisti quotidiani ed oggi, tra vere e proprie boutique gastronomiche e colorate botteghe di prodotti artigianali rappresenta il percorso ideale per lo shopping di turisti alla ricerca di qualche souvenir autentico. L’atmosfera provinciale e sognante che si respira lungo queste antiche strade dipinge Cannes con una surreale vivacità, lasciando indelebili pennellate nei ricordi dei visitatori che, giunti al Mercato di Forville, vengono letteralmente investiti dal tripudio di colori e profumi delle leccornie esposte nella miriade di bancarelle del mercato coperto.

Le voci dei mercanti che decantano la freschezza e la qualità dei loro prodotti, le chiacchiere dei passanti e gli ottoni di una banda locale portano i turisti in una dimensione di consuetudini e tradizioni che esce dal grande schermo per fissarsi sulla tela di un acquerello. Parallela alla Croisette, all’imbrunire prende vita la Rue des Frères Pradignac, un’elegante via costellata di pub e cafè piacevoli per un bicchiere di vino in dolce compagnia come per una più informale birra tra amici.

La proposta turistica veramente completa, unita alle ottime tariffe offerte nei periodi di bassa stagione da strutture di altissimo livello, quali l’Hotel Majestic Barrière, rende la città una piacevolissima meta turistica durante tutto l’anno. Il Festival del Cinema seduce frotte di ammiratori- cha accorrono per respirare la magia di quella Costa Azzurra frequentata dalle celebrità. Ma è Cannes a rapirli e lasciarli senza fiato, facendoli innamorare di un altro autentico ed incantevole angolo della Francia.
close