Cerca Hotel al miglior prezzo

Hudson Yeards: a New York una nuova fermata della metro, dopo 25 anni

Oltre 1000 km di rotaie, ben 24 linee e un movimento di circa 5 milioni di persone al giorno. Questo è il sistema di linee della metropolitana di New York City, un sistema notevole, ma che a detta dei cittadini ormai era inadeguato e obsoleto.

Effettivamente, dall'ultima realizzazione di una stazione della metro sono passati ben 25 anni, che non è esattamente pochissimo tempo. Tanto c'è voluto per vedere in piedi un'opera che, a detta degli utenti, è ben riuscita: la nuova fermata della metropolitana della linea 7.

Si tratta di un'estensione che era ormai necessaria da tempo, dati i rapidi sviluppi della città, ma vediamo i dettagli. La fermata in questione è quella della metropolitana 469, un'estensione della linea 7. La nuova fermata, Hudson Yeards, è situata proprio all' angolo tra la 11th Avenue e la 34th Street, una delle aree di Manhattan che negli ultimi anni ha visto uno sviluppo sia lavorativo che demografico e di conseguenza anche immobiliare. Secondo quanto dichiarato dal sindaco di New York, Bill De Blasio, l'intervento era ormai necessario per connettere quella che può essere considerata a tutti gli effetti come una nuova città all'interno della vecchia città. Questo è quanto sta accadendo al quartiere West side di Manhattan a causa del rapidissimo sviluppo di cui accennato.

Connettere questo nuovo spazio con quartieri quali Central Queens e Flushing era ormai diventata un'esigenza da non trascurare. Tuttavia ci sono voluti diversi anni di lavoro e ben 10 di progettazione per realizzare questa nuova fermata. Il costo dei lavori ammonta a 2,4 miliardi di dollari per realizzare un'estensione di circa 2 chilometri e mezzo, prolungando dunque il vecchio capolinea della linea che era a Time Square.

Il lavoro è stato realizzato grazie all'intervento sinergico non solo dell'intera amministrazione comunale dell'ex sindaco Bloomberg, ma anche con la collaborazione dello stato e dei cittadini tutti. E così quello che era un grigio quartiere sviluppatosi forse anche troppo in fretta e mal collegato al resto della città, oggi sta diventando un punto di grande importanza, rivalutato e riqualificato grazie anche a questa nuova fermata. In realtà sarebbero dovute essere due le nuove fermate, quella che ha finalmente visto la luce e una tra la 41st Street e la 10th Avenue, la fermata della 41st però non è stata realizzata in quanto scartata alcuni anni fa.

La nuova fermata ha una stazione dall'estetica curata dall'artista Xenobia Bailey che ha realizzato un mosaico dalle misure ciclopiche nel quale vengono raffigurate orbite celestiali lungo tutto il percorso della scala mobile che porta ai binari. L'opera è intitolata Funktional Vibrazioni e c'è da ammettere che è veramente un titolo pertinente. Alla fermata si accede attraverso una struttura di vetri e due ascensori prodotti da un'azienda italiana, Maspero Elevatori, di Appiano Gentile. Gli elevatori sono stati proprio la causa del rallentamento dei lavori e di conseguenza dell'apertura della stazione. In realtà si tratta di due elevatori super veloci in grado di trasportare i passeggeri da una profondità di quasi 40 mt sotto il suolo.

Secondo indiscrezioni, ora il nuovo traguardo dell'amministrazione De Blasio dovrebbe essere, nel 2016, il prolungamento della linea Q, staremo a vedere.
  •  

 Pubblicato da il 18/09/2015 - - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close