Cerca Hotel al miglior prezzo

Times Square, cosa vedere nell'incrocio pił famoso di New York City

Con tutte quelle luci e quei cartelloni pubblicitari sembrerebbe una piccola Las Vegas, se non fosse che Times Square sorge nel centro di Manhattan, New York City, dalla 42nd Street alla 47th Street. Una piazza celeberrima, diventata simbolo della Grande Mela, che non è neppure una vera piazza: in realtà è il cuore del Theater District, ovvero l’intersezione tra la Seventh Avenue e la famosa Broadway. Non è grande come le piazze di altre capitali – basti pensare alla Trafalgar Square londinese o alla Puerta del Sol di Madrid - ma standosene nel bel mezzo di Times Square ci si sente piccoli piccoli, ammaliati dalla gran quantità di luci e di colori.

Siamo nell’area commerciale di Midtown Manhattan, quella che un tempo pullulava di teatri e di attori. I teatri esistono ancora, e non rinunciano a quel tripudio di luci al neon che caratterizzavano la zona nel periodo d’oro dei musical, ma in gran parte si sono trasformati in uffici e le insegne spettacolari sono affiancate da insegne pubblicitarie ultramoderne, che poco hanno a che fare con la tradizione. Le società che occupano gli uffici sono obbligate ad accettare quella segnaletica sgargiante: diversamente non potremmo assistere allo show pacchiano e grandioso che va in scena ogni notte sulle pareti di Times Square.

UN PO’ DI STORIA
E pensare che a cavallo della Guerra d’Indipendenza quest’area apparteneva a John Morin Scott, generale della milizia newyorkese, e oltre alla sua dimora personale comprendeva perlopiù coltivazioni e pascoli. Fu il proprietario seguente, John Jacob Astor, a vendere lotti di terreno ad alcune aziende e hotel, in modo che anche Times Square restasse al passo coi tempi.
A dire il vero non si chiamava ancora Times Square: per questo nome si dovette attendere l’inizio del Novecento, quando Adolph S. Ochs, editore del New York Times, decise di stabilire la sede del giornale in un grattacielo lungo la 42nd Street. Nell’aprile del 1904 nasceva una vera e propria zona newyorkese, dotata di una fermata metropolitana e di un nome nuovo di zecca, che si ispirava al nome di un giornale. Poco importa se nel 1913 il NY Times si trasferì dalla parte opposta di Broadway, alla ricerca di maggior spazio: il vecchio Times Building, oggi One Times Square, non ha perso lustro ed è il protagonista assoluto della notte del 31 dicembre, quando una grande sfera luminosa cade dalla Times Tower sul suo tetto per salutare l’anno nuovo.

Il primo lancio della cosidetta Times Square Ball avvenne il 31 dicembre 1907: allora si trattava di una sfera di legno e acciaio, progettata dalla storica Artkraft Strauss, che era corredata da un centinaio di lampadine ad incandescenza. Il capodanno di Times Square si svolge oggi sempre allo stesso modo, con un crescendo di partecipanti anno dopo anno. Soltanto durante la seconda guerra mondiale, viste le restrizioni energetiche legate al conflitto, per i capodanni del 1942 e 1943 la caduta della sfera luminosa fu sostituita dal suono registrato di un rintocco di campana. Per il resto del tempo la tradizione è sempre stata rispettata, e nel 1999, allo scadere del millennio, pare fossero addirittura in due milioni a festeggiare nella piazza newyorkese. Oggi la palla del capodanno newyorkese, dal diametro di 3,65 metri e dal peso di quasi 54 quintali, che ricordiamo è la settima versione creata, è invece costituita da oltre 32.000 LED, assemblati in 2688 triangoli luminosi, gestiti da un sistema computerizzato, che crea effetti luminosi straordinari. Dal capodanno 2008 la sfera è esposta parmanentemente, durante tutto l'anno, sopra a Times Square.

TIMES SQUARE OGGI
Times Square è affollata tutto l’anno, anche quando non c’è nulla di speciale da festeggiare. I neon animati e le insegne luminose amplificano ulteriormente la frenesia dell’incrocio, che appare brulicante di macchine e di persone, di immagini e di scritte. È impressionante il tabellone luminoso sull'edificio del NASDAQ, sulla 43rd Street, alta sette piani ovvero 36,6 metri: l’affitto di questo spazio pubblicitario costa ben 2 milioni di dollari all’anno, e la costruzione dell’insegna ne aveva già richiesti 37 milioni.

È ormai lontano il tempo in cui Times Square veniva considerata pericolosa, regno di piccoli criminali, prostitute e spacciatori: oggi, dietro il caos apparente, regna un ordine perfettamente controllato. Gli spazi sono ben curati e la sicurezza è stata intensificata dopo gli attacchi dell’11 settembre, e non c’è niente di rischioso nei grandi magazzini, negli alberghi lussuosi, negli uffici e nei grattacieli della piazza.
Chi non ha mai visto Times Square dovrebbe fare la sua conoscenza di sera, al buio, quando i contorni degli edifici sono difficilmente riconoscibili e tutto sembra ricoperto di neon: lo spettacolo è esaltante e potrà essere condito con un po’ di shopping nei negozi che rimangono aperti fin dopo mezzanotte.

Alcune attrazioni di Times Square e dintorni fanno parte del pacchetto New York Pass, che permette di visitare numerosi siti newyorkesi a prezzi vantaggiosi. È il caso del centro di bowling Bowlmor Lanes, che con le sue 50 corsie tematiche può essere definito un vero e proprio parco dei divertimenti al chiuso. Le sale si ispirano alle zone più famose della Grande Mela, da Chinatown a Central Park, sino a Coney Island, e senza muoversi di un passo da Times Square si può sperimentare un divertentissimo tour per i quartieri della città. Con il suo ristorante e il suo bar è un ritrovo perfetto per i gruppi di amici ma anche per le famiglie con bambini.

Chi vuole sbirciare cosa succede a Times Square in tempo reale può visitare il sito e guardare le immagini di alcune webcam posizionate sulla famosa piazza.

INFORMAZIONI PRATICHE
Times Square Visitor Center (Centro Visitatori): sia i turisti che i newyorkesi possono fare riferimento a questo sportello unico per acquistare i biglietti per gli spettacoli di Broadway, fare un tour con la Gray Line e reperire informazioni sulle maggiori attrazioni cittadine. L’ufficio ha sede nell’Embassy Theater e include un piccolo museo dedicato alla storia di Times Square.

Acquistare i biglietti per gli spettacoli a Broadway: Se siete già a New York vi conviene recarvi personalmente al suddetto Visitor Centre, per poter scegliere lo spettacolo e il posto a sedere che preferite. In alternativa, per la maggior parte degli show, potete telefonare ai servizi Tele-charge (212-239-6200 o 800-432-7250) o Ticketmaster (212-307-4100 o 800-755-4000). In tal caso una commissione aggiuntiva verrà applicata al prezzo del biglietto. Per le prenotazioni online visitate www.telecharge.com, www.ticketmaster.com, www.playbill.com o www.theatermania.com. All’indirizzo www.ILoveNYTheatre.com potete scaricare l’App per iPhone ILoveNYTheater, che vi consente di fare il biglietto in modo semplice e veloce.

Per raggiungere Times Square:
Linee metropolitane 1, 2, 3, 7, N, Q, R stazione 42nd St-Times Square.

Per maggiori informazioni sugli eventi (compresa la festa di capodanno), i negozi, gli hotel e i ristoranti di Times Square visitate il sito ufficiale.

 Pubblicato da il 28/10/2014 - 6.901 letture - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close