Cerca Hotel al miglior prezzo

Le migliori destinazioni di viaggio per il 2015 scelte da Lonely Planet

Pagina 1/2

Lonely Planet è un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli amanti dei viaggi: ogni anno, infatti, la casa editrice australiana pubblica un libro che anticipa le tendenze di viaggio per l'anno seguente selezionate grazie ai contributi di autori, editori e degli stessi viaggiatori.
Le classifiche principali sono quelle dedicate alle città, le regioni e gli stati a cui vengono affiancate alcune più specifiche, come ad esempio le destinazioni più economiche o i luoghi migliori dove sposarsi.

Ecco, dunque, la top ten delle nazioni che sono state consigliate nella pubblicazione uscita oggi di "Best in Travel 2015".

Tra i Paesi da non perdere al primo posto è stata inserita Singapore, che oltre a essere uno dei luoghi più multiculturali di tutto il globo si farà apprezzare, nei prossimi mesi, grazie al suo Giubileo d'Oro. Una tappa da queste parti non può che essere all'insegna del lusso e della ricchezza, tra grattacieli, giardini incredibili e costruzioni apparentemente infinite. E, da turisti, apprezzerete anche il traffico e lo smog, qui molto meno pesanti rispetto alle altre capitali del sud-est asiatico.

Se però il caldo umido non fa per voi, un luogo perfetto in cui viaggiare è senza dubbio la Namibia, Paese praticamente incontaminato nell'Africa più selvaggia: le sue spiagge dalla sabbia dorata diveranno ancora più belle il prossimo anno, visto che ricorre il 25esimo anniversario dell'indipendenza del Paese. Per questo sono previsti celebrazioni e festeggiamenti che esalteranno le tradizioni locali.

Chi vuole scoprire una nuova meta turistica nei prossimi mesi, poi, può dirigere lo sguardo verso est e puntare verso la Lituania, al terzo posto della lista, uno dei Paesi europei in cui la crisi economica. apparentemente, non si fa sentire. Direttamente affacciato sul Mar Baltico, questo territorio accoglie il meglio della tradizione sovietica e delle innovazioni europee. Non va sottovalutato, poi, l'aspetto economico: qui i prezzi sono - per il momento - ancora molto bassi.

Decisamente dall'altra parte del mondo è, invece, il Nicaragua, nell'America Centrale: da più parti considerato come il nuovo Costa Rica, rispetto al quale è - tra l'altro - più sicuro ed economico, si caratterizza per uno stile di vita particolare, molto rallentato. Le viottole dei vari villaggi, nella magia dello stile coloniale, sono un simbolo di folklore e di festa, mentre l'accoglienza e l'ospitalità della popolazione locale sono destinate a rimanere nel cuore di tutti i turisti.

I paesaggi irlandesi sono stati premiati con il quinto posto: l'Irlanda, se non soffrite molto il vento, possiede delle verdi lande che possono fare al caso vostro. Come sottolinea Lonely Planet, l'Irlanda è piccola, ma questo è tutt'altro che uno svantaggio. Dublino, poi, è un concentrato di arte che non può passare inosservato.

... Pagina 2/2 ...

Tornando in Africa, e mettendo per un attimo da parte la paura dell'ebola, ecco il Congo. Qui la natura domina in tutti i sensi: dai gorilla che si battono il petto nelle giungle più emozionanti alle varie specie acquatiche che popolano il mare, il Congo - che non va confuso con la Repubblica Democratica del Congo, cioè l'ex Zaire - è una terra decisamente spettacolare, che si avvia a grandi passi verso un'evoluzione culturale ed economica di grande rilevanza.

Molto più vicina a casa nostra troviamo al settimo posto la Serbia: terminati gli ultimi echi di lotta e conflitto - la guerra nell'ex Jugoslavia è ancora un ricordo caldo - la terra balcanica, oltre a essere il luogo di nascita di grandi tennisti, offre scenari naturali imperdibili, soprattutto in inverno. Per i turisti, non si può mancare all'Exit Festival, che si tiene a Novi Sad ogni anno nel mese di luglio, e che rappresenta un'eredità delle proteste contro il regime di Slobodan Milosevic. L'evento recentemente si è aggiudicato il titolo di Miglior Grande Festival Europeo: un motivo in più per prendervi parte, no?

L'elenco dei migliori dieci Stati in cui viaggiare ci porta, poi, in Asia, e più specificamente nelle Filippine: circondate dal mare, con un totale di più di 7mila isole (per fare due conti, basti pensare che la Thailandia ne ha "solo" 1430), le Filippine possono vantare coste e litorali da mozzare il fiato, dove le onde si infrangono dando vita a uno spettacolo sia visivo che sonoro eccezionale. Il 2015, per altro, sarà il Visit Philippines Year.

Per chi preferisce una scelta più particolare, al 9° posto, c'è il quasi sconosciuto Stato di Santa Lucia: un viaggio qui, ai Caraibi, tra kite surf e tartarughe marine (senza dimenticare lo snorkelling e le immersioni), è destinato a cambiarvi la vita.

Infine, spazio alle dune e ai tappeti del Marocco, un Paese che negli ultimi anni ha conosciuto un'evoluzione industriale notevole. Ma quel che interessa ai turisti è che questa terra è ricca di storia e natura, bagnata com'è da un mare ed un oceano, con grandi montagne e deserti. Qui troverete varie soluzioni per l'alloggio ed opportunità per entrare in contatto con le popolazioni locali, con la loro cultura e con le loro tradizioni che vi accoglieranno per il vostro indimenticabile viaggio del 2015.

 Pubblicato da il 21/10/2014 - - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close