Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Arco di Trionfo

Visitare l'Arco di Trionfo di Parigi

Pagina 1/2

Il 18 febbraio 1806, Napoleone I decreta la costruzione di un arco trionfale in onore della Grande Armata. Questo maestoso monumento deve dominare Parigi e lusingare la passione dell'imperatore per l'antichità romana.
Gli architetti Chalgrin e Raymond, incaricati del progetto, si ispirano all' arco di Tito a Roma : un'unica arcata fiancheggiata da colonne. L'aspetto e la funzione dell'opera, edificata gradualmente tra il 1806 e il 1836, vengono modificati per ben sei volte a causa degli sconvolgimenti politici che hanno luogo in Francia nello stesso periodo.

Inaugurato nel 1836 da Thiers, presidente del Consiglio sotto la monarchia di Luglio, l'Arco è destinato a commemorare le imprese belliche della Francia sotto la Rivoluzione e l'Impero. Da allora, il monumento è stato teatro di grandi eventi: rimpatrio delle ceneri di Napoleone I nel 1840, onori alle spoglie di Victor Hugo nel 1855, sfilata delle truppe francesi e alleate vittoriose nel 1919, sfilata dopo la liberazione di Parigi al termine di quattro anni di occupazione tedesca nell'agosto del 1944...

Luogo patriottico per eccellenza, l'Arco fa da scenario alle grandi cerimonie commemorative, come quelle dell' 8 maggio e dell' 11 novembre; è inoltre l'emblematica cornice della sfilata militare del 14 luglio, giorno della festa nazionale francese. Per raggiungere la piattaforma panoramica, è necessario salire i 284 gradini della scala a chiocciola (vedi foto) di ingresso e passare dalla sala del museo. Sistemato in un'immensa sala, posta allo stesso livello dell'attico, il museo si estende su una superficie pari a quella dell'Arco di Trionfo al suolo. Alle pareti, un'esposizione permanente di foto e stampe, allestita nel 1937, evoca grandi momenti della storia di Francia e dell'Arco stesso.

In mezzo alla sala, sul lato ovest, c'è un plastico in gesso dell'opera, completato da una copia del catafalco che fu collocato sotto il monumento per onorare i caduti della Grande Guerra durante la veglia funebre del 13 e 14 luglio 1919. Le palme bronzee, appese alla parete di fronte, sul lato est, sono tante manifestazioni di omaggio rese da numerose associazioni e città, sia francesi che straniere, alla memoria del Milite ignoto. Il soldato in posizione di riposo è l'originale in gesso del monumento ai caduti innalzato dopo la prima guerra mondiale nel cortile della Scuola di Belle Arti di Parigi.

La Piattaforma: due tavole di orientamento, a nord e a sud della piattaforma, consentono di individuare i principali monumenti parigini. Grazie alla mirabile vista di cui si gode, è facile intuire la posizione dominante dell'Arco, che campeggia al centro di piace de l'Étoile, immenso piazzale circolare la cui sistemazione è iniziata alla fine del XVIII secolo e che deve il proprio nome alla disposizione a raggiera dei dodici viali che da qui si dipartono.

Nel 1853 il barone Haussmann domandò all'architetto Jacques-Ignace Ittorf il compito di dare assetto alla piazza, demolendo alcuni edifici e tracciando nuovi viali. Piace de l'Étoile, ora chiamata Place Charles-deGaulle, venne ultimata nel 1869. I viali sono stati intitolati a nomi di grandi battaglie (]ena, Wagram, Friedland) e a personaggi (Hoche, Kléber) legati alla storia militare della Francia rivoluzionaria e imperiale. Hittorff ha inoltre disegnato le facciate dei dodici palazzi situati agli angoli dei viali: questi edifici, ornati di pilastri corinzi, ghirlande e corone di alloro, si richiamano all'architettura romana antica, all'Arco di Trionfo e agli imperatori Napoleone I e Napoleone III. L'Arco di Trionfo troneggia sulla principale arteria che attraversa Parigi da est a ovest, collegando l'arco trionfale del Carrousel accanto al palazzo del Louvre, il giardino delle Tuileries, l'obelisco di pIace de la Concorde, avenue des Champs-Élysées, quindi avenue de la Grande-Armée e il grande arco della Défense, realizzato nel 1989 dal francese Pa ul Andreu e dal danese Johann-Otto von Spreckelsen. La Torre Eiffel rimane a sud dell'Arco di Trionfo.

... Pagina 2/2 ... Ridiscendendo fino al mezzanino, ricavato nell'altezza della trabeazione, si accede alla sala detta delle palme. È qui che venivano conservate le palme bronzee esposte nel museo. Attualmente, la sala è adibita all'allestimento di mostre temporanee. Si ritorna al terrapieno scendendo la scala di uscita. 

Informazioni utili
Orari: 10-21 dal 1 aprile al 30 settembre, dalle 10 alle 20:30 da ottobre a marzo. Ultimo ingresso 45 minuti prima della chiusura
Chiuso il 1 gennaio, il 1 maggio, la mattina dell'8 maggio, la mattina del 14 luglio, la mattina dell'11 novembre e il giorno di Natale
Biglietti: adulti € 9,50, ridotti 6 euro. Cittadini europei con meno di 26 anni entrano gratis. Compreso nella Paris Museum
Indirizzo: Place Charles-de-Gaulle 75008 Paris
Metro: 1,2,6 fermata Charles-de-Gaulle-Etoile
Bus: linee 22, 30, 31, 52, 73, 92 e Balabus
Sito ufficiale: arc-de-triomphe.monuments-nationaux.fr
Fonte: Monum 

 Pubblicato da il 16/08/2015 - 4.439 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close