Cerca Hotel al miglior prezzo

Lo Zoo di Parigi: visita al giardino Zoologico nel Bois de Vincennes

Posto nella porzione sud-orientale di Parigi il giardino zoologico offre una struttura moderna di primo lvello che consente alle famiglie con bambini di vivere una grande giornata alla scoprta del mondo animale.

Assistere al pranzo di otarie e ghiottoni ma anche di puma e leoni scoprendo tutto ciò che piace mangiare a questi animali (ma pure ad altri) grazie agli esperti del parco? Qui si può. Tra l’altro, sapevate che il cuore di una giraffa pesa più di 10 kg? E che mangia mele, cipolle e rami? A Parigi, dove si trova il più grande branco di giraffe d’Europa, in compagnia di un mediatore scientifico si possono conoscere storia e modo di vivere dell’animale più grande del pianeta in un singolare petit dejuner (della durata di 1 ora e mezza).

Siete amanti anche della natura? Niente paura, allo zoo parigino (perché qui siamo) ci sono 5 diverse biozone suddivise in 16 habitat naturali: il Madagascar con due ecosistemi, la foresta tropicale pluviale e quella secca; l’Amazzonia-Guyana che accompagna nell’atmosfera selvaggia di questa regione e della sua fauna; l’ecosistema d’Europa che il parco zoologico invita a ammirare ai piedi del Grand Rocher. E poi ancora la bio-atmosfera dell’Africa, la più grande fra tutte con una superficie di 45 ettari e i suoi animali (rinoceronti bianchi, zebre di Grevy e leoni dell’Africa occidentale). Infine, la regione della Patagonia, a cavallo tra Argentina e Cile, con paesaggi dalla biodiversità ricca e variegata (coste rocciose delle Ande e pianure desertiche della steppa).

Situato nel Bois de Vincennes, nei pressi dell’omonimo castello, su un terreno della città di Parigi, il Parc Zoologique è un istituto culturale e scientifico appartenente al Museo Nazionale di Storia Naturale. Inaugurato nel 1934, è stato protagonista di un importante rinnovamento avvenuto fra il 2008 e il 2014. Oggi è l’unico zoo al mondo completamente ricostruito.

Storia

Istituito dapprima come zoo temporaneo in occasione di una mostra coloniale nel lontano 1931 per far scoprire al pubblico animali esotici - specie in via di estinzione e altre rare in cattività fra cui okapi, kouprey, elefanti marini, panda giganti, lemuri (come il Prolemur simus in grave pericolo) - di fronte all’enorme successo riscontrato, museo nazionale e città unirono le forze per creare l’attuale struttura meglio nota come zoo di Vincennes. Un importante progetto affidato all’architetto Charles Letrosne e ispirato a quello di Amburgo ideato nel 1907 da Carl Hagenbeck.

La visita al giardino zoologico

Oggi, il parco è tutto nuovo: la roccia artificiale nasconde al suo interno locali tecnici e le sbarre delle gabbie sono sostituite da fossati che permettono agli animali di vivere in un ambiente che cerca di ricordare in tutto e per tutto il loro habitat naturale. Circa 180 specie diverse e più di 2 mila animali permettono di fare un tour alla scoperta della biodiversità mondiale con mammiferi, rettili, anfibi, uccelli, pesci e invertebrati ospitati in ambienti che evocano i loro ecosistemi di origine: un moderno luogo creato per la tutela della specie. Accessibile a tutti (dalle famiglie con bambini piccoli ai visitatori con difficoltà motorie e altre disabilità), il parco zoologico parigino, che si estende su una superficie di 100 mila metri quadrati e dispone di un percorso di circa 4 km, è anche un luogo di ricerca specializzato in scienze veterinarie, biologia comportamentale e psicologia della conservazione.

Quali animali si possono osservare da vicino allo zoo di Parigi? Fra i tanti, giraffe e lupi, ghiottoni e lamantini, specie in via di estinzione coinvolte in programmi di allevamento in Europa (come i pinguini di Humboldt e i sifaka incoronati) e altre ancora protagoniste di progetti internazionali fra cui lemuri e rinoceronti bianchi. Gli ospiti del parco zoologico sono stati scelti secondo i criteri dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN).

Come curiosità segnaliamo che nell'autunno 2019 lo Zoo di Parigi ha presentato al pubblico Blob, una strana creatura unicllulare di colore giallo, dal nome scientifico di Physarum polycephalum che è stata creata in laboratorio a partire da una specie di fungo.

Informazioni utili per visitare lo Zoo di Parigi

Orario di apertura: sino alla fine di marzo, tutti i giorni dalle 10 alle 17 (chiusura il martedì – biglietteria aperta sino alle 16); da fine marzo a fine aprile e nei mesi di settembre e ottobre da lunedì a venerdì in orario 9.30/18 mentre nel week end e durante le vacanze scolastiche sino alle 19.30; da maggio a fine agosto, tutti i giorni dalle 9.30 alle 20.30. In inverno alcuni animali potrebbero non essere visibili.

Tariffe: adulto 20€ (a partire da 13 anni); ridotto 17€; ragazzi (3-12 anni) 15€ - biglietti validi un anno a partire dalla data di acquisto. Pass annuale: adulto 60€ e ragazzi 45€ (pass nominativo valido un anno; i bambini sotto i 3 anni possono beneficiare di un abbonamento gratuito chiedendo al punto informazioni). Forfait “tribu”: biglietto unico valido per 4 persone, 2 adulti (a partire da 13 anni) di cui uno con più di 18 anni e 2 bambini (dai 3 ai 12 anni). I biglietti sono acquistabili direttamente su internet oppure alle casse dello zoo.

Indirizzo: Route de la Ceinture du Lac Daumesnil – 75012 Parigi – XII° arrondissement

Sito ufficiale www.parczoologiquedeparis.fr

Come arrivare

Il Parco Zoologico si raggiunge: in metropolitana, linea 8 Porte Dorée (a 7 minuti a piedi dall’ingresso dello zoo), linea 1 Chateau de Vincennes e poi bus 46; con i bus numero 46, 86, 201 e 325 (fermata Parco Zoologico) e 77 (Porte de Reuilly); in tram, linea T3 (fermata Porte Dorée). In bicicletta: stazione di parcheggio situata davanti all’entrata dello zoo. Per chi raggiunge il parco in automobile possibilità di parcheggio nelle vicinanze fra cui in avenue Daumesnil a pagamento (anche la domenica).

 Pubblicato da il 18/06/2019 - 1.061 letture - ® Riproduzione vietata

14 Giugno 2021 Green Pass italiano ed europeo: come funziona ...

Nelle prossime settimane un nuovo sistema permetterà ai cittadini ...

NOVITA' close