Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Victoria

Victoria (Australia): cosa vedere e sapere di questo piccolo Stato

Pagina 1/2

Un piccolo stato con delle grandi attrattive turistiche, così si potrebbe definire il più meridionale degli stati dell’Australia continentale. Situato nel sud-est del continente Australia, lo stato di Victoria, occupa una superficie di circa 227.000 chilometri quadrati che ammonta ad appena il 3% della superficie dei terreni coperti dall’Australia nel suo complesso. Essendo uno dei più compatti stati australiani, Victoria è ben servito da una vasta rete di trasporto terrestre, con la maggior parte dei luoghi che si trovano ben al di sotto di una giornata di viaggio gli uni dagli altri, e questo rappresenta un grande vantaggio specialmente per i turisti che non possono concedersi una lunga vacanza.

Lo stato di Victoria è la patria di circa 5,2 milioni di persone di cui quasi 3,5 milioni vivono nei sobborghi di Melbourne, la capitale dello stato. Questi numeri fanno del Victoria il secondo stato più popolato dell’Australia è e Melbourne è la seconda più grande città australiana. Ne consegue che circa 1/3 del territorio sia costituiti da ambienti naturali, in gran parte protetti con riserve naturali, parchi statali e parchi nazionali che rendendo il Victoria una scelta popolare per esplorare le attrazioni naturali e compiere osservazioni della fauna selvatica nativa.

Dopo la fondazione della colonia del Nuovo Galles del Sud nel 1788, il continente australiano era diviso in una metà orientale denominata Nuovo Galles del Sud, ed una occidentale chiamata New Holland. Bisogna aspettare il 1835 quando John Batman fondò Melbourne, ma ancora Victoria non esisteva, e la regione veniva chiamata Distretto di Port Phillip. E’ solo dal 1851, che subentra l’effettiva separazione dal Nuovo Galles del Sud e la creazione della Colonia di Victoria. Un suo rapido sviluppo fu determinato dalla febbre dell’oro che interessò il sud dell’Australia nella seconda metà del diciannovesimo secolo, e questo spiega la forte crescita demografica di Melbourne, che ne divenne il centro finanziario. Dal 1901 il Victoria è entrato a far parte del Commonwealth of Australia.

Per arrivare nello stato di Victoria si può utilizzare il Melbourne International Airport che è lo scalo aereo principale di tutto lo stato, da qui partono i voli interni per le singole località interne. L’aeroporto di Melbourne è il secondo scalo Australiano per importanza dopo Sydney. Da notare che i collegamenti tra Sidney e Melbourne sono così frequenti al punto che questa linea risulta essere la quarta al mondo per numero di passeggeri trasportati. Il secondo aeroporto per importanza di Victoria e l’Avalon Airport che è complementare a quelli di Essendon e Moorabbin che costituiscono il cuore dei trasporti della regione intorno a Melbourne.
Dal punto di vista del clima quello del Victoria è piuttosto variegato, nonostante le sue piccole dimensioni. Si va dalle zone semi-aride e calde del nord-ovest, al clima fresco e temperato lungo la costa. La principale caratteristica geografica del suo territorio, la catena montuosa della Great Dividing Range, produce un clima di montagna, più fresco, nel centro dello Stato.

Per quanto riguarda le precipitazioni la sua posizione più meridionale corrisponde ad un clima mediamente più fresco e bagnato continente rispetto alle caratteristiche medie del continente australiano, ma il comportamento specifico di ogni località è in funzione della sua posizione rispetto alla grande catena divisoria. . La piana costiera a sud delle montagne possiede un clima più mite, con l’aria oceanica che contribuisce a ridurre il calore d'estate e il freddo d'inverno. Melbourne e le altre grandi città dello stato si trovano in questa regione temperata, con piogge più frequenti in primavera ed autunno. Nella parte a nord-ovest della grande catena montuosa il clima rimane decisamente secco, fino ad arrivare a livelli desertici. Qui le massime possono raggiungere e superare in estate i 40 °C.
Cosa mettere in valigia? Se si viaggia in estate (dicembre-marzo) è consigliabile un abbigliamento leggero, con qualche capo più pesante se si vogliono esplorare le zone montuose della Great Dividing Range. Nel caso meglio essere attrezzati anche con impermeabile o kway visto la più alta probabilità di precipitazioni.

Da visitare e vedere nello stato di Victoria: Melbourne è una città che ha da offrire qualcosa a tutti. Qui troverete negozi di moda ed anche chic caffè e bar di elegante epoca vittoriana, che s’affiancano ai giardini botanici ed ai palazzi moderni e i grattacieli. E’ anche la città giusta per provare i migliori risultati della cucina australiana e per immergersi nella cultura australiana più radicata. La Melbourne del passato riaffiora in molti edifici storici e monumenti , ad esempio gli edifici della Royal Exhibition che sono patrimonio mondiale dell’umanità, la storica prigione di Melbourne, ed il “La Trobe's Cottage”, la casa storica del primo governatore dello stato di Victoria. Tra le attrazioni più moderne segnaliamo lo Zoo di Melbourne, il Melbourne Museum, l'Acquario di Melbourne, il Melbourne Cricket Ground (MCG), e la Eureka Tower, edificio più alto del sud australiano, con 88 piani. Nei dintorni vi aspettano i dolci paesaggi della Port Phillip Bay con una ampia scelta di spiagge sabbiose in cui nuotare in modo sicuro.
... Pagina 2/2 ...
In totale. disposizione dei turisti, nello stato di Victoria ci sono circa 2.000 chilometri di costa, che si estendono dal confine del News South Wales (Nuovo Galles del Sud) fino alla zona di Portland al confine con la South Australia (Australia Meridionale) e si affacciano sullo Stretto di Bass ed il Mare di Tasman.

Tutto muta la lunga costa oceanica, clima, vento, paesaggi, onde e maree. Gli scenari variano dalle aree caratterizzate dalle dune di sabbia, alle zone umide e le brughiere che lasciano spazio alle foreste ed i boschi. Qui si aprono spettacolari scogliere che s’alternano a coste rocciose e spiagge sabbiose. Tale è la bellezza di questo tratto costiero che sono più di 20 i parchi marini ed i santuari naturali che proteggono gli ambienti ed i primi 5 km di coste al largo dello stato di Victoria. Ovviamente sulla costa si pratica il surf, sport amatissimo in Australia, con alcune spiagge “cult” come Bells, Torquay e Lorne Beach.

La strada simbolo di questo meraviglioso paesaggio che muta è la Great Ocean Road: la grande strada dell’Oceano. Uno dei punti più fotografati in assoluto è quello degli scogli spettacolari denominati I Dodici Apostoli, come anche il promontorio di Wilson. A fianco di essa si apre la 90 Mile Beach, circa 150 km di spiaggia nel cuore della regione Gippsland che rappresentano uno degli arenili più estesi del pianeta, che offre tratti selvaggi ma anche servizi ed attività ludiche. Sempre sulla costa è da segnalare la Mornington Peninsula, che risulta molto popolare anche per la sua relativa vicinanza a Melbourne, come del resto la vicina penisola di Bellarine. Lungo le coste del Victoria si trovano operatori turistici che offrono escursioni per effettuare il whale watching. L’interno, detto anche “Highcountry” con le sue montagne è meta anche degli sport invernali, oltre che offrire numerosi sentieri per il bushwalking ed il trekking.

Phillip Island è un'altra importante destinazione turistica visitata da circa 3 milioni e mezzo di persone ogni anno. Qui c’è possibilità di ammirare la cosiddetta Parata dei Pinguini (Penguin Parade) e cioè gruppi piccoli pinguini che risalgano a terra per la gioia degli appassionati di fotografia e di tutti gli amanti della natura. Sono venuto a vedere uno dei pochi settori in cui questa specie di pinguino può essere visto. Un'altra popolare attrazione turistica è Seal Rocks, che ospita la più grande colonia di foche in Australia, con oltre 16.000 esemplari.

In aggiunta alla Penguin Parade, vi è anche un Wild Life Park dove wallabies e canguri vagano liberamente tra i visitatori e che possono essere nutriti direttamente dalle vostre mani. The Wild Life Park ospita oltre 300 animali, in gran parte specie endemiche, tra cui i simpatici Bombati (Wombats), Diavoli di Tasmania, canguri, koala, e varie specie di uccelli ( pappagalli e rapaci), oltre che rettili e serpenti. L’isola è anche famosa per essere teatro di importanti avvenimenti sportivi nel suo circuito, Phillip Island Grand Prix Circuit, che ospita gare internazionali di motociclismo come Moto GP e SuperBike.

Fonte foto, cortesia: Melbourne Tourist Board
loading...
close