Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Oman

Oman: clima, temperature e il periodo migliore per visitare il paese

Pagina 1/2

L’Oman è diviso in tre zone climatiche: a nord e ad est il clima è di tipo mediterraneo, mentre il sud e l’ovest godono di una influenza tropicale con l’arrivo di aria fresca portata dai venti monsoni da giugno a settembre. Al centro del paese prevale un clima desertico. L’Oman gode di due stagioni: un’estate di otto mesi (da marzo a ottobre) a un inverno di quattro mesi (da novembre a febbraio).

L’inverno è caratterizzato da temperature diurne comprese fra 25° e 30° C sulle coste e in pianura, al di fra i 15° e i 25° C sopra dei 1.800 m. L’estate, invece, è caratterizzata da una grande differenza in termini climatici fra il nord e il sud del paese. La regione meridionale del Dhofar è soggetta ai fenomenici monsonici: le temperature si aggirano fra i 25° e i 30° C, l’umidità è più forte e le correnti marine sono più accentuate. Questo rende la stagione estiva poco adatta ai bagni in mare, sconsigliati in questo periodo. Nel resto del Paese, da maggio a settembre, le temperature superano i 40° C e ovunque l’altissima umidità intensifica la sensazione di calore, a Muscat e sulla costa in modo particolare.

Il periodo migliore per visitare l’Oman va da ottobre a fine aprile, quando le temperature si attestano intorno a un intervallo che va dai 25° e i 30° C. L’estate, a causa delle temperature elevate, può essere un periodo di viaggio sconsigliato per i bambini e gli anziani, ma anche per coloro che vogliano provare l‘esperienza di vivere il deserto. I sub, invece, potranno approfittare dell’eccezionale visibilità di cui si gode sott’acqua nel periodo che va da aprile a dicembre, e delle temperature dell’acqua che in media sono di 29° C circa nel periodo estivo.

Chi prevede di effettuare un viaggio in Oman durante il periodo estivo, da giugno a settembre, dovrà tenere conto del fatto che sarà caratterizzato da temperature che superano i 40°C e da una forte umidità che tende ad amplificare la sensazione di calore. Inoltre, nei mesi estivi, in Oman tutte le attività saranno rallentate nelle ore più calde del giorno: da mezzogiorno alle 17 circa. Fa eccezione la regione del Dhofar che durante l’estate vede celebrati un gran numero di feste ed eventi: il Salalah Tourism Festival, ad esempio, inizia a metà luglio e si conclude a fine agosto, al culmine della stagione dei monsoni, e ogni anno attira più di un milione di visitatori provenienti da tutti i Paesi del Golfo.

... Pagina 2/2 ... A chi si chieda quanto tempo deve durare un viaggio in Oman, è bene far presente che le distanze sono considerevoli e che un viaggio va programmato in base alle regioni che si desiderano scoprire. Chi voglia concentrarsi nella sola regione della capitale Muscat potrà organizzare il viaggio di una settimana e avere agevolmente il tempo di scoprire la costa, le montagne del massiccio Hajjar e il deserto di Wahiba Sands.

Chi invece voglia dedicarsi ad un tour del Paese, avrà bisogno di almeno una ventina di giorni, a meno che non voglia approfittare dei voli interni per il Dhofar o il Musandam: in questo caso, bastano una dozzina di giorni.

Cosa portare in valigia: Abiti estivi in ogni stagione, evitate abiti scollati e gonne sopra al ginocchio per rispetto degli usi locali. Un pullover di lana è consigliato per le notti nel deserto, e le montagne, ma anche in città a causa dell’aria condizionata.

Fonte: Ufficio del Turismo del Sultanato dell’Oman
Ufficio Stampa: AIGO
Visita Omantourism.gov.om
 

close