Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Lido di Volano

Lido di Volano: la spiaggia del naturismo sul delta del Po

Pagina 1/2

Fra i sette lidi di Comacchio, Volano corrisponde alla località più settentrionale, distante da Ferrara ca. 65 chilometri. La grande fortuna del luogo è quella di possedere una folta pineta di 169 ettari che assurge a mantello naturale in grado di proteggere tutto ciò che adombra, a cominciare dalle spiagge orientate verso il Delta del Po e la Sacca di Goro, comprese nella Riserva statale nota col nome di Po di Volano.

E’ proprio la natura incontaminata – a contatto con il famoso Lago delle Nazioni (stagno salmastro di origine artificiale un tempo utilizzato per far svernare molte specie animali) - a risultare il tratto distintivo del luogo, la cui bellezza non si limita alla conformazione dei bagni e alla lunghezza del lungomare, criteri spesso decisivi per mete turistiche molto meno caratteristiche rispetto al Lido di Volano.

Qui siamo in un pregevole cantuccio assolato della Riviera Romagnola, la cui posizione garantisce la giusta intimità e un clima ideale soprattutto per la pratica del naturismo: ebbene sì, questo bellissimo lembo di terra è un locus amenus per chi desidera mettersi a nudo, da single o in coppia, aperto proprio a tutti senza differenziazione di genere e orientamento sessuale.

Come il Lido di Dante, il Lido di Volano viene sempre più frequentato da chi è poco avvezzo al pudore, di certo un impulso ulteriore per un turismo già ampiamente diffuso sull’intero litorale della regione fra le più adatte al binomio vacanza/divertimento. La nudità rappresenta non un’attrazione bensì uno stato d’animo che strizza l’occhio a una libertà da isola deserta in un lido ch’è più un’isola felice.

Giochi di parole a parte, Volano si tuffa nell’estetica dell’oasi naturale congeniale agli amanti del turismo ambientale ma altresì ai cultori dello sport d’acqua come il windsurf e il kite surfing. Da non perdere, poi, l’aviosuperficie della Valle Gaffaro, concepita per i voli in deltaplano, con pista in erba di 900 m di lunghezza e 45 di larghezza, ottimo fondo sabbioso e logistica assicurata dalla presenza di hangar e varie infrastrutture preposte all’emergenza.

... Pagina 2/2 ... La spiaggia pare sia soltanto la punta dell’iceberg e molti visitatori paiono interessati maggiormente a un hinterland più lontano dal mare, contraddistinto da estese aree verdi come lo Scannone di Volano, ricoperto nella sua totalità da pini marittimi e lecci arbustivi, percorribile a piedi o in bicicletta nel contesto di escursioni consigliate specialmente in autunno e primavera. Che dire inoltre dell’Oasi di Canneviè, zona dallo spiccato carattere naturalistico fruibile a piedi così da poter ammirare la variegata avifauna in esso vivente. C’è tanto da vedere oltre al mare, basti pensare ai canali che confluiscono nella laguna e ai tanti rifugi per uccelli di palude, rettili, mammiferi, fenicotteri rosa e stupendi cigni.

Come molte località marittime, anche Volano ha giornalmente a che fare con i rifiuti trasportati dalla marea, eppure un artista ha saputo addirittura esaltarli quotidianamente rendendoli in breve opere d’arte da non perdere: l’artista è Enrico Menegatti e le sue sculture una vera e propria galleria di relitti lignei riplasmati dall’estro di un autentico araldo dell’ecologia creativa.

La Riviera coinvolge Volano esattamente quanto gli altri sei lidi di Comacchio, comprendendolo in un programma estivo molto fitto e a misura di turista nel felice tentativo di ravvivare non solo le giornate passate dalle famiglie nelle limpide acque della costa ma anche le serate sotto le stelle, illuminate non soltanto dagli astri ma perfino dalle luci delle grandi feste e memorabili ritrovi: da giugno a settembre i 200 abitanti della località convivono con centinaia di connazionali provenienti da ogni parte d’Italia, aventi l’unico obiettivo di rilassarsi divertendosi, accompagnati dal costante suono delle onde che si infrangono docilmente sul bagnasciuga, udibili persino quando si dorme al termine di ore cullate dal vento caldo.

Come arrivare
I vari modi per raggiungere il lido vengono determinati essenzialmente dal loco di partenza. Da Milano, ad esempio, va intrapresa la A1 fino a Bologna e successivamente la A13 fino a Ferrara sud, da cui imboccare la superstrada Ferrara-Porto Garibaldi fino a Comacchio, con la SS 309 Romea che collega tutti e sette i lidi. Le stazioni ferroviarie più vicine, collegate da linee autobus e navette, sono quelle di Ferrara, Ostellato, Codigoro e Ravenna.

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close