Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Uliveto Terme

Uliveto Terme (Toscana): la grotta, l'acqua e il centro benessere

Uliveto Terme è una piccola frazione del Comune di Vicopisano in provincia di Pisa ed è famosa per essere una delle località termali della Toscana, oltre che per il suo passato legato ad una fiorente attività estrattiva di pietre da costruzione, come si vede ancora dalle vicine cave.

Si tratta di una piccola località posta ai piedi del massiccio del Monte Pisano, stretta fra la parete rocciosa sovrastante ed il letto dell'Arno, che in questo punto è costeggiato dalla statale 67 Tosco-Romagnola. E' una terra alle porte di Pisa caraterizzata dalla presenza di una serie di piccoli borghi medioevali a pochi km l'uno dall'altro nonostante ciascuno conservi gelosamente la propria storia e la propria individualità, come Vicopisano, Cascina e Montemagno.

Il nome della cittadina deve attualmente la sua fama principalmente all'omonimo marchio di acque minerali oggetto di una ormai celeberrima serie di spot televisivi.

Storia

Le prime notizie sulla località di Uliveto Terme si hanno nel 780 a.C. quando, nell'atto di fondazione della badia San Savino viene specificato che questa è costruita presso un luogo detto "Oliveto", dui rimane tuttavia incerta l'effettivo identificazione con l'attuale Uliveto. La prima menzione certa avviene invece nel 970, all'interno di un rogito dal vescovo di Pisa Alberico, grazie alla presenza nel documento di altre località della zona che permettono di identificare la citazione con sicurezza. Al 1096 risale invece il documento in cui si apprende che il monastero di San Michele in Borgo possedeva un diritto di enfiteusi presso la chiesa di San Salvatore in località Uliveto.

Fin dal Medioevo la località è nota per le sue acque benefiche contro le malattie della pelle, tanto che negli Statuti pisani del 1285 si parla della costruzione di "balneum ac fontanam" nei pressi della chiesa di San Martino de Balneo Carcaiole. Dopo secoli di possesso da parte dei Pisani, diventa infine parte del vicariato di Vicopisano a seguito della sconfitta inferta ai pisani dai Fiorentini nel 1406.

Punti di interesse principali nei dintorni

Tutte le principali attrattive di Uliveto Terme gravitano attorno al Monte Pisano, il complesso montano ai cui piedi giace la piccola località del comune di Vicopisano, a cominciare dal Parco delle Terme dedito alla cura idropinica ed al relativo stabilimento di imbottigliamento dell'omonimo e famosissimo marchio di acque minerali.

I dintorni di Uliveto sono interessanti però soprattutto dal punto di vista storico-culturale e naturalistico, grazie alla particolare conformazione del Monte Pisano ed alla sua rilevanza nel corso della storia. Questi due principali filoni di interesse sono riflessi in altrettanti itinerari turistici: il percorso storico-culturale parte dal convento di origine medioevale di Nicosia, abbandonato ma perfettamente integro e visitabile in particolari occasioni, per poi salire fino alla torre di Caprona, che svetta in posizione panoramica subito sopra l'abitato di Uliveto. Da Caprona si può intraprendere un percorso panoramico ad anello che arriva a toccare le suggestive rovine della Rocca della Verruca, per poi scendere nuovamente a valle a visitare la splendida Certosa di Calci, una delle più famose in Italia.

L'itinerario naturalistico prende le mosse invece dalle antiche cave che hanno fatto in passato la fortuna di Uliveto, per proseguire poi all'interno del complesso intrico di grotte del Monte Pisano, particolarmente interessanti sia per gli appassionati di speleologia che per gli studiosi di chirotteri luoghi come Grotta la Vigna e la Grotta dei Pippi, anche se sono numerose le cavità esplorabili.

Cosa fare: attività, eventi e manifestazioni

Data la bellezza dei panorami e dei paesaggi del Monte Pisano, l'attività più interessante nei dintorni di Uliveto Terme è rappresentata dalle vaste possibilità di trekking sui numerosi sentieri segnalati dal C.A.I..

Da tenere a mente anche la ricorrenza della Giornata FAI di Primavera, una delle poche occasioni in cui si può visitare la Certosa di Calci, che fra l'altro ospita attualmente il Museo di Storia Naturale dell'Università di Pisa, e, sempre in primavera, la manifestazione "Le camelie nel chiostro", mostra mercato relativa ai differenti varietali di questo fiore, in occasione della quale c'è la possibilità di visitare gli interni del convento di Nicosia altrimenti non aperto alle visite turistiche in quanto in stato di abbandono.

Come arrivare

Come quasi tutti i piccoli borghi toscani, anche Uliveto è più facile e più veloce da raggiungere in macchina. Chi arriva da Firenze o anche da Livorno non deve infatti fare altro che immettersi sulla super-strada Fi-Pi-Li e, una volta presa l'uscita per Cascina, seguire le indicazioni per Uliveto per un paio di km. Altrimenti, è sempre possibile arrivare in autostrada (A12 Genova-Livorno o A11 Firenze-Mare) fino a Pisa e poi proseguire sulla via Vicarese fino a Uliveto.

Quanto ai mezzi pubblici, Uliveto è abbastanza ben collegata con i paesi limitrofi e con il capoluogo di provincia, mentre chi arriva da più lontano deve necessariamente raggiungere Pisa in pullman, treno o aereo e da lì poi proseguire in treno fino a Navacchio o col bus locale fino a Uliveto.

  •  
close