Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Montaperti

Montaperti (Toscana): il sito della battaglia e la fonte dell'Acqua Borra

Pagina 1/2

Montaperti è una delle frazioni di Castelnuovo Berardenga, in Toscana, all'interno della provincia di Siena. Rappresenta senza dubbio la località più famosa dei dintorni, soprattutto per la celebre battaglia, combattuta sulle rive del fiume Arbia nel 1260 fra l'esercito guelfo di Firenze e quello ghibellino di Siena, e rammentata anche da Dante Alighieri nella Divina Commedia.

L'altro motivo per cui Montaperti è giustamente famosa, si trova praticamente a pochi metri dall'antico campo di battaglia, ed è rappresentato dalla fonte termale dell'Acqua Borra che fino ad anni recenti riempiva uno scenografico bagno termale naturale dominato da uno sperone di travertino e da una colonica diruta (da cui il nome della località Casetta-Montaperti).

Montaperti si trova un una zona della Toscana al confine fra le Crete Senesi ed il Chianti: è un luogo caratterizzato da una natura rigogliosa fatta di collinte, boschetti, filari di cipressi e tutto ciò che caratterizza la classica campagna toscana, cioè castelli, pievi romaniche, piccoli borghi medioevali, fattorie e case coloniche sparse: la tipica "Toscana da cartolina".

Storia

La storia di Montaperti è inscindibilmente legata alla battaglia del 1260 fra i guelfi fiorentini e i ghibellini senesi. Notorietà sempiterna è stata assicurata a questo avvenimento non tanto dai libri di storia, ma dalla celebre menzione che Dante Alighieri ne fà nella Divina Commedia, canto X dell'Inferno, ricordando lo strazio e 'l grande scempio che fece l'Arbia colorata in rosso. Citazione che è poi ribadita nel succesivo canto XXXII, in cui fa dire al traditore dei guelfi Bocca degli Abati le parole "Se tu non vieni a crescer la vendetta di Montaperti perché mi moleste?"

Cosa vedere a Montaperti e dintorni

Non si può passare a Montaperti senza visitare il campo di battaglia del famos evento militare omonima del 1260: qui si trova un cippo commemorativo in forma di piramide che sorge, adornata da cipressi secolari, alla sommità del colle in cui esisteva all'epoca l'antico castello dell'XI secolo di proprietà della famiglia dei Berardenghi.

A poche centinaia di metri dal famoso campo di battaglia si trova invece la celebrata fonte termale dell'Acqua Borra, facilmente riconoscibile per l'aguzzo spuntone di travertino che domina il sito dell'antico bagno termale e per la vetusta colonica (oggi un ristorante) che vi si appoggia.

Nelle immediate vicinanze della fonte e del campo di Montaperti si trova anche l'antichissima pieve romanica di Sant'Ansano a Dofàna, risalente almeno all'XI secolo. Vale una visita non solo per l'antichità del luogo di culto ma soprattutto per il vicino Oratorio di Sant'Ansano, a pianta rettangolare, che segnalerebbe secondo la tradizione il punto esatto in cui il santo sarebbe stato martirizzato.

... Pagina 2/2 ... Il glorioso passato medioevale dei dintorni di Montaperti è testimoniato con forza anche dalla notevole concentrazione di borghi e castelli dell'epoca che si incontrano senza spostarsi di molto: fra questi valgono una visita almeno il borgo di Vagliagli, ed i castelli di Montalto e di Cerreto Ciampoli, come anche la Certosa di San Pietro che non solo si può visitare ma offre anche come alloggi turistici le antiche celle dei frati.

Cosa fare: attività, eventi e manifestazioni

Ogni anno viene organizzata dal Comitato "Montaperti Passato e Presente", nella notte del 4 settembre, una fiaccolata fino al cippo commemorativo della battaglia di Montaperti, partendo dall'Acqua Borra e costeggiando il torrente Malena, affluente dell'Arbia. La Fiacccolata settembrina è anticipata, nella settimana precedente, dalla Festa Montaperti Passato e Presente che si tiene a Casetta, la località abitata più vicina.

A intervalli non regolari nel tempo inoltre (ma solitamente in corrispondenza con particolari anniversari della battaglia), viene inoltre organizzata dall'associazione Montaperti MMC la rievocazione dello storico scontro con centinaia di figuranti che fanno rivivere le fasi dell'evento sulle rive del fiume Arbia.

I dintorni di Montaperti rappresentano un contesto naturalistico molto piacevole anche per escursioni di trekking sia a piedi che a cavallo, seguendo gli itinerari di collegamento fra i vari borghi e castelli oppure liberamente seguendo semplicemente le belle vedute dei dintorni.

Come arrivare a Montaperti

La località di Montaperti è vicina a Siena, e si trova a pochissima distanza dal raccordo autostradale Siena-Bettolle. Se si dispone di un mezzo proprio è comoda da raggiungere uscendo allo svincolo Casetta-Montaperti e poi seguendo le indicazioni in color marrone che conducono al sito della battaglia.

Viceversa, trovandosi in aperta campagna, la località non è ben collegata tramite mezzi pubblici. E' possibile con un pò di pazienza arrivarci anche in autobus, ma considerato il numero di coincidenze da prendere ed il tempo e la fatica richiesti, non è certamente la soluzione consigliata.

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close