Cerca Hotel al miglior prezzo

Chiessi (Toscana): mare e trekking sulla costa ovest dell'Isola d'Elba

Chiessi, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Verde ed azzurro brillanti e profumo di mirto, mescolato ad oleandro e ginepro, sono gli elementi peculiari di Chiessi, un borgo minuscolo, incastonato sulle pendici del colle San Bartolomeo, dal quale è possibile scorgere non solo la Corsica, ma anche le splendide isole di Pianosa e Montecristo.

Uno spazio quasi idilliaco quello di Chiessi, sulla punta occidentale dell'Isola d'Elba, abitato da appena 200 anime durante tutto il periodo dell'anno, che d'estate si popola da un turismo di nicchia, alla ricerca di onde da cavalcare o di mari da esplorare. In realtà Chiessi non possiede una vocazione prettamente sportiva: a raggiungerla è spesso chi ha voglia di godere della tranquillità di un borgo assolato, protetto dalla frescura di un colle coperto da vegetazione lussureggiante ed affacciato sulle acque limpide del Tirreno.

Il curioso nome che lo contraddistingue si rifà alla presenza delle molteplici chiese che sono state erette nei secoli sui costoni dei colli o delle montagne che si affacciano sulla Costa del Sole. Il borgo è situato all'estremità occidentale della Sardegna fra il colle di San Bartolomeo e quello del Capo che continuano a valle nel Fosso dei Cotoni ed in quello di Chiessi. Raggiungendo la Costa del Sole, la porzione che appartiene al borgo è delimitata da due scogliere che si affacciano a strapiombo nel mare denominate Punta della Testa e Punta del Timone. Un paesaggio selvaggio in perfetto equilibrio con questo piccolo centro abitato proprio in virtù del rispetto dimostrato dall'uomo nei confronti della natura e delle sue bellezze.

Cosa vedere a Chiessi
Anticamente, Chiessi doveva esser appartenuto ai pisani, e lo dimostra lo stile dei ruderi delle chiese che la circondano, in particolar modo quella di San Frediano, e quella di San Bartolomeo. I due edifici, di cui ormai sopravvivono solo ruderi, possono essere raggiunti incamminandosi lungo i percorsi di trekking destinati soprattutto a chi ama le lunghe passeggiate all'aria aperta.

La chiesa di San Frediano è quella che si trova ad una maggiore altitudine e nel tempo è stata adibita a recinto per capre: si possono tutt'ora comunque apprezzare le mura perimetrali e la posizione dell'abside. Da qui è possibile vedere anche i resti di quella che era la chiesa dedicata a San Bartolomeo, di cui sopravvive soprattutto la struttura meridionale. A questa chiesa sono legate diverse leggende antiche, come quella che riguarda il suo tesoro, che si dice sepolto sotto le mura. In realtà, chiunque abbia tentato di cercarlo è stato sempre fermato da una maledizione: tutti i manici dei picconi di coloro che si mettevano alla ricerca del tesoro, finivano irrimediabilmente spaccati in due.
Da una delle buche pontaie presenti all'interno della muratura sopravvissuta della Chiesa di San Bartolomeo è possibile ammirare l'isola di Montecristo.

A questi reperti storico-archeologici corrisponde un paesino tranquillo affacciato sulla Costa del Sole a mezzo di una spiaggia lunga appena 70 metri, circondata da una scogliera in granito liscio su cui è possibile stendersi a prendere il sole, ma anche piantare un ombrellone, grazie a dei fori naturali prodotti nel tempo dall'erosione.

I turisti amano Chiessi, oltre che per il suo inguaribile aspetto incantato, per la sua esposizione ai continui venti provenienti da sud, che la rendono il luogo ideale per fare windsurf soprattutto nelle ore pomeridiane. Alle vele che solcano le onde ad una distanza di circa 400 metri dalla spiaggia, si aggiungono spesso neofiti o esperti di snorkeling che esplorano i fondali marini per scorgere la meraviglia dei colori e delle forme degli abitanti di questa piccola porzione di Tirreno. Chi vorrà fare un'immersione "archeologica" avrà pane per i suoi denti nel mare antistante Chiessi: qui è, infatti, seppellito un relitto risalente al 70 d.C. Si tratta di una nave romana deputata al trasporto di olio, vino e grano, affondata inspiegabilmente, ed ora parte del fondale sabbioso a circa 46 metri di profondità.

Dal mare è possibile trovare la privacy raggiungendo le spiaggette di Campo lo Feno o Punta Nera, situate a destra rispetto alla spiaggia del borgo: isolate da occhi indiscreti, sono anse in cui la natura è protagonista sovrana.

Da non perdere a Chiessi
Se è vero che Chiessi è famosa per il suo bellissimo mare, e per la sua posizione favorevole ad alcuni sport, è anche vero che resta un paese sulle pendici di un colle, pronto quindi a regalare emozioni anche a chi è propenso a dedicare delle giornate al trekking.
Uno dei percorsi più avvincenti è quello che da Chiessi e dal Colle di San Bartolomeo raggiunge Marciana, ed in particolare il famoso Santuario della Madonna del Monte, ma anche quello che dal colle porta a Pomonte non è da meno, tanto che è necessario seguire attentamente il sentiero se non ci si vuole perdere fra i rovi.

Quando visitare Chiessi
Certamente l'estate è il momento migliore per raggiungere Chiessi, ma non mancano le ragioni per approdare sull'isola in primavera o in autunno: la pace, il relax e il ristoro che si possono trovare in un luogo del genere permangono ogni mese dell'anno.

Come arrivare
Esattamente come ogni altro comune della Costa del Sole, anche Chiessi è raggiungibile attraverso il traghetto o più comodamente l'aereo.
Le compagnie che effettuano la tratta Piombino Marittima - Portoferraio, sono essenzialmente Blu Navy, Sardegna Alba Ferries, Toremar e Moby Lines
Chi preferisce imbarcarsi a Piombino Marittima per scendere a Portoferraio, impiegherà circa 20 minuti, al massimo mezz'ora, per raggiungere Chiessi con la propria auto. Particolarmente suggestiva è la strada che porta a Chiessi passando per Marina di Campo, per un lungo tratto a strapiombo sul mare.
Coloro che invece hanno deciso di prendere il traghetto ma di non portare l'auto con sé, possono prendere l'autobus della linea ATL Livorno che raggiunge direttamente il centro del comune.

Chi non rinuncia all'aereo può raggiungere Chiessi partendo dagli aeroporti di Milano Malpensa, Pisa o Firenze: in ogni caso l'aereo atterrerà a Marina di Campo distante dal centro dell'abitato di Chiessi appena 15 km.
  •  

News più lette

close