Cerca Hotel al miglior prezzo

Piombino (Toscana): vacanza nel mare della Costa degli Etruschi

Piombino, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Gioiello della storica maremma pisana, nella cosiddetta Costa degli Etruschi che si bagna sul Mar Tirreno, Piombino è un comune toscano della provincia di Livorno, popolato da circa 35 mila abitanti e incorniciato da uno scenario che cattura.

La cittadina si aggrappa all’estremità meridionale dell’omonimo promontorio, godendo dell’ombra del Monte Massoncello e protendendosi verso la vicina Isola d’Elba: a separare la bella isola da Piombino c’è l’omonimo canale, dai fondali rocciosi affollati di pesci variopinti e le acque limpide che danno alle barche l’illusione di volare. Non a caso Elisa Bonaparte Baciocchi, principessa di Piombino tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento, definiva la città “la mia piccola Parigi”: alle bellezze naturali, infatti, si aggiungono con armonia le meraviglie realizzate dall’uomo.

Uno splendido esempio di connubio tra architettura e paesaggio è la Piazza Bovio, il cuore del centro storico: la piazza occupa proprio la sommità del promontorio, si inserisce in una folta vegetazione e permette ai passanti di lanciare lo sguardo verso il panorama splendido dell’Arcipelago Toscano e, più lontano, della Corsica. Un altro eccellente punto panoramico è il porticciolo, che oltre a regalare una vista mozzafiato sul Canale di Piombino delizia tutti i sensi con i suoi colori pastello, il profumo di sale e pesce fresco e il grido gioioso dei gabbiani.

Tra i tesori della città c’è la Fortezza di Piombino, costruita a più riprese a partire dal XIII secolo e sede attuale del Museo del Castello e della Città: qui alcune dettagliate ricostruzioni del nucleo urbano sono a disposizione dei visitatori, insieme a una nutrita raccolta di reperti archeologici antichi reperiti nel territorio. Un altro museo affascinante è il Museo del Mare, allestito all’interno di Palazzo Appiani, dedicato ai pesci e alle specie marine più rare, protette o in via d’estinzione. Tra le chiese del borgo si segnala quella di Sant’Antonio, in stile gotico del XIV secolo, scrigno elegante di varie opere d’arte, realizzate dagli artisti senesi più famosi e lodati.

Molte sono le occasioni di festa che si organizzano nell’arco dell’anno a Piombino, amate dalla cittadinanza e apprezzate dai turisti che abbiano voglia di svagarsi e conoscere le tradizioni del luogo. Tra le manifestazioni che si tengono in inverno il Carnevale è certamente la più interessante e famosa: si tratta di una tradizione secolare, animata da carri allegorici rappresentativi dei rioni cittadini, da cortei in maschera e dal tipico pupazzo Cicciolo. Cicciolo, il re del Vino, viene rappresentato storicamente come un ubriaco, e il martedì grasso viene bruciato in Piazza Bovio per sancire la fine dei festeggiamenti.

Innumerevoli sono poi gli eventi estivi, tra cui si ricordano il Falò di san Giovanni e la Sagra del Pesce. Il falò si ripete ogni anno il 22 e il 23 di giugno, ed è accompagnato da spettacolari esibizioni in costume per le vie e le piazze del centro storico; la Sagra del pesce, che si tiene l’ultima domenica di luglio, è una tradizionale festa gastronomica, nota specialmente per il padellone con cui si frigge il pescato fresco locale.

Chi decide di visitare Piombino ha l’imbarazzo della scelta per i mezzi di trasporto e i percorsi possibili, tutti altrettanto semplici e agevoli. Chi viaggia in auto e viene da nord deve prendere da Milno l’Autostrada A1, a Parma Ovest continuare sulla A15 poi sulla A12 Genova-Livorno, quindi uscire a Rosignano Marittimo e seguire la SS 1 Aurelia in direzione Piombino. Chi viene da sud, da Roma si deve immettere sulla A12 in direzione Civitavecchia, proseguire lungo la superstrada SS Aurelia verso Grosseto, e seguire le indicazioni fino a destinazione. Chi sceglie il treno potrà optare per la stazione ferroviaria di Piombino marittima, che si trova proprio di fronte al porto della città, oppure scendere alla stazione centrale di Piombino da cui c’è un collegamento veloce fino a Piombino marittima. Infine, per chi sceglie l’aereo, gli aeroporti più vicini sono quello di Pisa e quello di Firenze, rispettivamente a 105 km e a 165 km da Piombino.

Una volta arrivati ci si rende immediatamente conto della piacevolezza del clima mediterraneo: le estati sono calde ma non afose, sempre rinfrescate dalla brezza, e gli inverni sono freddi ma non diventano particolarmente rigidi, sempre mitigati dall’influsso del mare. Nei mesi più caldi, luglio e agosto, le temperature medie variano tra una minima di 17°C e una massima di 29°C, mentre in gennaio, il mese più freddo, si va da 2°C a 11°C. Le piogge, molto scarse in estate, si concentrano in primavera e autunno, quando piove in media per 11 giorni al mese. Foto wikipedia, cortesia: Saliko, G. Mugnaini
  •  

 Pubblicato da - 07 Maggio 2009 - Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close