Cerca Hotel al miglior prezzo

Baunei: Cala GoloritzŤ e Cala Luna, spiagge perle di Sardegna

Baunei, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Baunei è un Comune della provincia di Nuoro, situato in prossimità del promontorio meridionale del Golfo di Orosei, annovera lungo il suo territorio località turistiche di fama mondiale, prime fra tutte le celeberrime Cala Goloritzè e Cala Luna, considerate due delle spiagge più straordinariamente selvagge e spettacolari di tutto il Mediterraneo.
Baunei conta una popolazione di poco più di 4000 abitanti. Dal punto di vista etimologico si crede che il suo nome derivi dal termine "bainos", cioè relativo alla fornace usata per fondere i metalli o per creare la calce delle rocce calcaree. Una delle caratteristiche che rendono straordinario il territorio è proprio la presenza delle rocce calcaree che sottoposte all’azione delle acque dolci creano importanti fenomeni di carsismo. Il paesaggio si complica quindi per la presenza di valli carsiche, altopiani interrotti da inghiottitoi e voragini, e pareti spettacolari di roccia che rendono davvero incantato il paesaggio.

Baunei si trova a circa metà della costa orientale della Sardegna. È facilmente raggiungibile da Nuoro, basta seguire la Statale 389, una strada a scorrimento veloce che collega il capoluogo di provincia con l’Ogliastra. A sud di Villanova Strisaili si piega ad oriente in direzione di Tortoli, per poi seguire la Statale 125 verso nord e giungere in circa 15 km a Baunei. Da Olbia si segue semplicemente il percorso della SS 125, con tappe a Orosei, Dorgali e con lo spettacolare tratto di montagna che costeggia le zone della Gola su Gorruppu fino a giungere a Baunei, situata a 480 m di altitudine.

Il comune di Baunei si trova in posizione adatta sia per una vacanza di mare che in montagna. Il periodo migliore per visitarlo va quindi esteso dall’inizio della primavera a novembre inoltrato, quando le montagne si colorano delle tonalità dell’autunno. In estate il clima è caldo, ma grazie ai rilievi circostanti la zona rimane sempre ventilata. La temperatura dell’acqua nelle cale raggiunge i 24 °C di medi tra luglio e Agosto.

Le attrazioni principali del Comune di Baunei sono ovviamente quelle marine, le cale magnifiche della sua costa sono perle di grande bellezza. Le discese a mare più spettacolari e relativamente vicine al centro cittadino sono quelle di Cala Goloritzè, Cala Sisine e la remota Cala Luna. Altre Cale sono raggiungibili via mare solamente.
Cala Goloritzè è uno dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. Si raggiunge dapprima prendendo una strada che si inoltra nel magnifico altopiano del Golgo, per poi lasciare l’automobile e procedere a piedi con una lunga passeggiata, ma di grande effetto scenografico. Cala Goloritzè vi soprenderà con il colore turchese delle acque, il colore bianco dei sassolini della spiaggia, per il suo arco naturale che si può attraversare a nuoto in sicurezza (navigazione a motore interdetta) e per la sua tranquillità grazie ad il divieto di sbarco per le imbarcazioni. Completa la magia del luogo il pinnacolo di roccia alto 127 metri, una guglia “cult” per tutti gli appassionati di free climbing.

Cala Sisine è un po’più lontana, ma si può parcheggiare lungo il Golgo ben oltre la zona di Su Sterru, e quindi il tratto da percorre a piedi dal parcheggio è più breve rispetto a Cala Goloritzè. Arrivati vi attende una grande spiaggia, raggiungibile anche via mare da Santa Maia Navarrese.
Anche Cala Luna, posta all’estremità settentrionale del comune di Baunei si raggiunge sia a piedi che via mare. Il percorso a piedi è però uno dei sentieri di trekking più impegnativi della Sardegna, e si snoda su di una quarantina di km di natura selvaggia, ed è chiamato il “Selvaggio Blu”. Si trova a ridosso del territorio di Dorgali, ed è in questo comune che si trova la grotta del Bue Marino, dove un tempo viveva la foca monaca.

Tra le calette raggiungibili unicamente via mare segnaliamo quelle di Biriola e Mariolu, belle insenature dotate di spiagge e mare trasparente.
Se avete poco tempo a disposizione da Baunei si può arrivare velocemente a fare un bagno scendendo verso la Punta Pedra Longa, che deve il suo nome ad un promontorio che s’allunga come una lingua di roccia sul mare. Qui non ci sono spiagge, solo rocce e mare cristallino che invita ai tuffi e fare un po’ di snorkeling.

La visita delle zone interne regala altre emozioni agli appassionati di natura: come già accennato la zona del Golgo è magnifica, specie nella zona della voragine di Su Sterru, un inghiottitoio che con la sua profondità di 279 metri, rappresenta la cavità più profonda d’Europa. È un luogo potenzialmente pericoloso ed è quindi consigliabile la massima prudenza, evitando di sporgersi sulla voragine.
Nella magnifica solitudine dell’altopiano carsico del Golgo si trova la bella chiesa di San Pietro. Qui l’appuntamento da non perdere è per l’ultima settimana di agosto, quando si celebra la Sartigliedda, una corsa di cavalli tradizionale.

Sempre l’interno presenta testimonianze storiche interessanti di età nuragica. Ad ovest della località di Triei troviamo il villaggio nuragico di Bau Nuraxi, la tomba dei Giganti Osono ed altri nuraghe minori. Ci sono altre chiese da visitare come quella di San Giovanni d’Ertili e quella di San Antonio presso il rio Pramaera.
  •  
close