Cerca Hotel al miglior prezzo

Guida ad Oristano: cosa vedere, cosa sapere...

Oristano, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

A metà della costa occidentale della Sardegna, la dove il fiume Tirso si getta nell'estremità settentrionale della piana di Campidano prima di tuffarsi in mare, si trova la bella Oristano racchiusa tra lo stagno di Santa Giusta a sud e lo stagno di Cabras a nord e con la linea di costa poco più ad ovest. La Storia di Oristano inizia circa 1000 anni fa e le sue radici medioevali sono ancora visibili nel profilo della torre di Mariano II, di linee semplici ma suggestive, conosciuta anche come la Torre di San Cristoforo, e nella struttura urbanistica che si sviluppa in modo ellittico attorno alla piazza E. d'Arborea, nota figura storica della città

Il centro conserva altri edifici storici interessanti, quali il palazzo Aricivescovile, il palazzo Comunale che in origine era un convento, il duomo dell'Assunta dal bel campanile. Prospiciente ad essa si trova il palazzo del Seminario Tridentino Arborense e la chiesa di S. Francesco di chiaro stile neoclassico. Il palazzo Parpaglia contiene al suo interno l'Antiquarium Arborense, uno dei musei più importanti di Sardegna che conserva reperti archeologi di origine romana e punica che provengono dagli scavi di Comus e Tharros. Se avete tempo consigliamo una visita al Palazzo De Castro e una passeggiata nelle stradine del centro storico dove si possono scoprire alcuni piccoli gioielli di architettura religiosa, quali la chiesa di S. Chiara, quella di San Domenico e la chiesa del Carmine.

Quest'ultimo è proprio un complesso architettonico da scoprire, con l'ex convento del Carmine, recentemente restaurato in modo magistrale e che viene adibito a mostre ed esposizioni, specie nel periodo del carnevale qui ad Oristano particolarmente sentito e celebrato.
In questo periodo ad Oristano si respira un atmosfera particolare, con i costumi caratteristici che animano le strade della città e con la Sartiglia, celebre sfida equestre nella quale giostra si affrontano i più abili cavalieri della città ma anche di altre parti di Sardegna, nella difficile pratica della corsa alla stella, di antiche origini ispaniche.

Se esploriamo i sobborghi di Oristano troviamo, a breve distanza dal centro in direzione del mare la cittadina di Santa Giusta, in realtà già sviluppata al tempo dei romani ma che conserva un gioiello mediovale tra i più belli di Sardegna: è la Cattedrale di Santa Giusta, anche se ora ha perso la residenza vescovile, dove trovano spazio influssi architettonici toscani e stili arabeggianti. Veramente una visita assolutamente da non mancare. Nelle vicinanze, per gli amanti del birdwatching consigliamo una vista agli stagni di Pauli Maiori ed a quello più grande di S. Giusta, famosi per i canneti. molto estesi

Proseguendo ulteriormente verso sud si incontra la città di Arborea, nel bel mezzo di una larga area che fa parte della bonifica della pianura del Campidano. Analogamente come le zone laziali dell'Agro Pontino la storia di questi luoghi inizia negli anni '20, prima esistevano solo paludi e zanzare, ed è proprio questa gioventù storica che rende particolare la visita della città, che diventa caratteristica per le sue case e ville in stile Liberty, o con particolari neoclassici o neogotici che le conferiscono un certo fascino.
  •  
14 Dicembre 2017 Il Calendario dell'Avvento Vivente a Noale ...

Dal 1° al 24 dicembre la vivacissima Noale, cittadina di oltre 15.000 ...

NOVITA' close