Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Porto Pino

Porto Pino (Sardegna): le spiagge e il mare del basso Sulcis

Pagina 1/2

Le Maldive, i Caraibi, la Polinesia o le Isole Eolie sono costantemente sulla bocca di chi sogna la vacanza di mare perfetta, ma non bisogna dimenticare che in Italia tantissime sono le località che recano il medesimo piacere e risultano davvero a portata di mano e… portafoglio.

Nella straordinaria Sardegna, per esempio, tutta la costa sussulta grazie a paradisi in terra come Porto Pino, sfiziosa frazione di Sant’Anna Arresi nella provincia del Sud Sardegna. Qui, a pochi chilometri dalla splendida Isola di Sant’Antioco, in estate si gode e tanto in virtù di elementi che regnano sovrani, ovvero l’acqua (cristallina), le spiagge (eccezionali), il sole (cocente) e l’aria (intenso il profumo dello iodio).

Porto Pino è, da quanto si può chiaramente intendere, un centro balneare che nella bella stagione fa furore incantando le migliaia di turisti annualmente in loco per trascorrere giorni di spensieratezza, relax e divertimento. E’ la perla del basso Sulcis, la cui fondazione risale presumibilmente al periodo fenicio-punico, quando ricopriva il delicato e importante ruolo di scalo marittimo poi declinato in fulcro mercantile ai tempi dell’antica Roma.

Dune di sabbia, pinete e stagni

Un luogo magico, avvolto dalla frondosità delle pinete (in prevalenza costituite da pini d’Aleppo), dall’imponenza delle dune e dalla trasparenza melmosa di numerosi stagni di origine paludosa collegati al mare tramite un limpido canale. La natura si rivela così in tutto il suo splendore generoso, dove l’avifauna selvatica (da ammirare gli esemplari magnifici di fenicottero rosa) e la flora sono componenti essenziali di un’area naturalistica incredibilmente bella.

Una zona da frequentare è quella pervasa dalla Pineta Candiani, che contraddistingue un lungo tratto di scogliere permeate dalla presenza di roccia scura che prolunga fino alle insenature di arenaria scolpita dal lavoro millenario del vento e del mare, evidente soprattutto a Punta Menga.

Le spiagge e le cale di Porto Pino

La piccola spiaggia di Porto Pineddu è il punto di partenza per arrivare alla suggestiva Cala su Turcu, baia ambita da molti turisti. Il tramonto è uno spettacolo che offre una luce sinuosa all’intero litorale ed è in questa particolare fase della giornata che i ginepri liberano i loro aromi diffusi dalla brezza crepuscolare.

... Pagina 2/2 ... La mattina il palcoscenico è nuovamente calcabile, ma questa volta potrebbe essere il turno per un’escursione in barca lungo itinerari che lusingano la costa deliziosamente frastagliata, focalizzano occhi e sospiri sull’onirica Cala Zafferano (peraltro raggiungibile solo dal mare), Punta di Cala Pimbo e la già menzionata Isola di Sant’Antioco vicinissima a San Pietro. Da non sottovalutare nemmeno l’entroterra di Porto Pino, un intricato, affascinante sistema di vigneti molto curati che danno ulteriore colore al comprensorio.

Spiagge, spiagge e ancora spiagge: acclamate a gran voce dagli appassionati del Tirreno, sono lingue di sabbia bianca finissima che prolungano a perdita d’occhio per chilometri e chilometri, libere ma estremamente attrezzate, dotate di servizi efficienti che vanno dai punti ristoro ai bagni pubblici, dal noleggio di lettini e ombrelloni all’uso di canoe, pedalò e attrezzature subacquee. Lo snorkeling e l’esplorazione dei fondali marini rappresentano infatti attività molto belle da praticare e i siti per farlo non si contano, da Porto Pinetto alla cosiddetta “spiaggia dei francesi”, dalla suggestiva Grotta dei Baci a Porto de su Trigu, a 2 km appena da Porto Pino. Sotto la superficie assuefanno la vista anemoni, coralli cangianti, spugne variopinte, polpi e cassiopee.

Porto Pino ospita in breve i “Caraibi del Mediterraneo” e le possibilità di villeggiatura sono quasi infinite: impagabile l’esperienza di soggiornare nelle ville che danno direttamente sul mare, nei camping comodissimi, nei bungalow o semplicemente negli hotel (tipo il Bravo Club Resort) che usano servire e riverire i clienti rifocillandoli a dovere.

Eventi, sagre e Manifestazioni

Se capitate da queste parti in agosto, allora non potete perdervi la Sagra del Pesce nella piazza centrale del paese, preceduta da una coreografica processione di imbarcazioni finalizzata alla deposizione di una corona di fiori nel mare. Grigliate, tanto vino e ilare musica sono l’apoteosi di una giornata memorabile.

Come arrivare a Porto Pino

Da Cagliari, procedere in auto sulla SS 130, uscire a Siliqua e dirigersi verso Giba, successivamente a Sant’Anna Arresi, da cui basta seguire le indicazioni per Porto Pino; in treno ci si ferma a Cagliari e da qui partono autobus diretti nelle principali località; l’aeroporto di riferimento si trova a Cagliari.

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close