Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Sant'Anna Arresi

Sant'Anna Arresi (Sardegna): visita ai nuraghi e le spiagge

Pagina 1/2

Se la Sardegna è ben accreditata fra le maggiori preferenze turistiche lo si deve a splendide località come Sant’Anna Arresi, perla della provincia del sud Sardegna entro la regione del Sulcis-Iglesiente. Questo bel paese vive di un incredibile turismo estivo in continuo incremento di anno in anno grazie alle tante attrattive e alle fantastiche spiagge che fanno sognare le masse avventrici.

Cenni di Storia

Ci troviamo in un territorio che ha cominciato a essere interessato dalla presenza dell’uomo pressappoco nell’Età del Bronzo (testimoni numerosi nuraghi dislocati nell’area circostante e uno, in particolare, nel centro dell’abitato) assumendo tuttavia importanza notevole soltanto con l’arrivo dei Romani, desiderosi di aggiudicarsi una posizione sul mare così allettante dal punto di vista portuale.

Sant’Anna Arresi per come la si conosce oggi è il frutto del XVIII secolo, agglomerato di case rurali molto semplici soggetto a graduale espansione.

Cosa vedere a Sant’Anna Arresi

Simbolo storico, come accennato prima, è rappresentato dal nuraghe Arresi posto a intervallo fra la Chiesa Vecchia e la Chiesa Nuova, entrambe dedicate a Sant’Anna. Per chi non lo sapesse, questo tipo di costruzione ha assunto in passato diversi connotati strutturali e quello in questione si presenta dichiaratamente "a tancato", ovvero formato da una torre nord e una sud la cui unità viene stabilita da un blocco in muratura racchiudente un cortile.

A pochi chilometri dal paese c’è l’altro nuraghe, il Coi Casu, anch’esso visitabile. La strada prosegue e conduce alla zona umida costituita dallo stagno di Maestrale e dallo stagno di Is Brebeis, compresi in un fascio costiero lagunare annoverante una ricca avifauna preludio al promontorio di Porto Pino, di cui ben si conosce la celeberrima località balneare, uno dei luoghi migliori dove trascorrere delle vacanze mare in Sardegna..

... Pagina 2/2 ... La pineta si espande lungo una superficie complessiva di 90 ettari occupata, fra un pino e l’altro, da abitazioni di villeggianti: predominante il pino d’Aleppo, ma la coabitazione presuppone anche il ginepro coccolone e il fenicio insieme alla bella quanto rara quercia spinosa.

Le Dune e le altre spiagge

Ai turisti preme sapere certamente di più riguardo all’attrazione principale, la frequentatissima spiaggia le dune di Porto Pino, una distesa di sabbia fine e bianchissima che procede per parecchi chilometri prevedendo delle dune di confine alte fino a 30 metri, uno spettacolo naturale esaltante che si completa con la seduzione incomparabile del mare cristallino, tanto azzurro da arrivare a confondersi col cielo che gli sta sopra specchiandosi sull’acqua. L’intero litorale, comunque, propone al turista valide alternative che possono far risparmiare in molte occasioni stress e calca dovuti alla ricerca di un posto in spiaggia, magari vicino al bagnasciuga e dunque meno caldo e afoso: oltre a Porto Pino ci sono vellutate realtà che rispondono a Cala Sa Barracca, Cala Cussorgia de Is Murronis, o ancora Cala Sa Bua e Punta Tonnara piuttosto che costa Candiani e Guardia de Su Turcu, veri paradisi per chi ama il calore del sole e la freschezza del mare uniti nell’idillio indissolubile.

Eventi, sagre e manifestazioni

La ridente Sant’Anna Arresi esiste felice ma non si accontenta di sopravvivere nella calma e nel silenzio, preferendo stupire e animare le folle con due grandi eventi programmati ogni anno: sono essi la Festa Patronale del 26 luglio (una lunga processione che vede la statua di Sant'Anna accompagnata da gruppi folcloristici i cui costumi ricordano le vesti ispaniche) e la rassegna di musica Ai confini tra Sardegna e Jazz, che tra agosto e settembre mette in piedi un sontuoso parterre di esibizioni promulgate da artisti di fama internazionale e capaci di dare ritmo esilarante all’estate.

Ora vi chiederete: e il pesce? Ebbene sì, siamo in un posto di mare e le ittiche prelibatezze non mancano, tanto da giustificare un evento a sé contraddistinto da una sagra monografica che si tiene nella piazza del paese: in una grande padella - che tanto ricorda quella di Camogli – viene fritta un’ingente quantità di pesce, poi distribuita a quanti intendono approfittare dell’occasione per spiccare un gran volo pindarico nel gusto e nel sapore.

Come arrivare a Sant’Anna Arresi

Sant’Anna Arresi è raggiungibile da Cagliari percorrendo interamente la SS 195 per un totale di 77 km; disponibili gli autobus delle linee ARST; le navi delle compagnie Sardinia Ferries e Grandi Navi Veloci approdano a Porto Torres, Olbia e Cagliari.
loading...
23 Giugno 2017 La Notte Romantica dei Borghi pił belli ...

È finalmente cominciata l'estate e in tutta Italia si moltiplicano ...

NOVITA' close