Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Sibari

La spiaggia di Sibari, un tuffo nella storia e nel mare di Calabria

Pagina 1/2

In una delle poche zone pianeggianti della Calabria, in una sorta di tregua orografica tra i massicci del Pollino, dei monti d’Orsomarso e della Sila, la piana di Sibari fu nell’antichità un centro importante della Magna Grecia che prosperò sul tratto di pianura situato nei pressi della confluenza tra i fiumi Crati e Cosciale, ma che nell’antichità sfociavano in modo indipendente nel mar Ionio.

Alle glorie antiche l’aera subì un degrado, a seguito della sconfitta con l’antica Kroton, l’attuale Crotone , e l’aerea fu abbandonata anche grazie al peggioramento delle condizioni climatiche che resero insalubre la regione, con il paludamento dei corsi d’acqua.

è solo all’inizio degli anni ’60 che sorge la moderna Sibari, che grazie alla riconquista del territorio per mezzo di bonifiche, si candida ora ad essere luogo perfetto per la villeggiatura con un posizione invidiabile, vicino alle spiagge assolate della costa ionica e non distante dai meravigliosi parchi naturali delle aeree montane.

Clima e temperature

Il clima di Sibari è perfetto per le vacanze di mare del periodo estivo, e cioè nei 5 mesi che vanno da metà maggio alla seconda decade di ottobre, il periodo migliore per una visita, quando smette praticamente di piovere e le giornate trascorrono in genere all’insegna del sole. Il caldo viene in parte mitigato dalle brezze, rendendo gradevole il trascorrere le giornate in spiaggia rilassandosi sulle calde sabbie dello Jonio. Le acque del mare raggiungono le temperature più alte alla fine luglio e le mantengono fino a metà settembre con valori intorno ai 24-25 °C..

Cosa vedere e fare a Sibari

La Marina di Sibari vi aspetta con la sua posizione centrale nel golfo di Taranto con la vista che nelle giornate limpide spazia a nord sulle propaggini del grande massiccio del Pollino, a sud l’orizzonte viene occupato dall’imponente profilo della Sila ed ad ovest la chiostra dei monti d’Orsomarso chiude il profilo del panorama.

Se la città moderna ha poche attrattive, se non quella di fornire negozi, supermercati e farmacie, i dintorni si rivelano interessanti, a partire dagli scavi archeologici di Sybaris, che si trovano a pochi chilometri a sud del centro abitato.

Le spiagge di Sibari

La spiaggia della Marina di Sibari è fatta di sabbie alluvionali finissime ed ha una grande profondità che in molti tratti supera i 100-110 metri. E’ quindi ideale per chi vuole praticare sport come il beach volley o giocare racchettoni, oltre che essere perfetta per le famiglie con bambini piccoli con il mare che si approfondisce con sufficiente gradualità . Si estende a nord del delta del fiume Crati
... Pagina 2/2 ...
Spiagge meno ampie ma comunque interessanti le trovate in corrispondenza dell'apice del delta, presso i Laghi di Sibari e nel fianco sud del delta, in direzione di Schiavonea

I Laghi di Sibari

A sud della Marina di Sibari sorgono i cosiddetti Laghi di Sibari, uno dei porti turistici d’attracco più organizzati ed importante dello Ionio, molto utilizzato per chi si reca con la propria barca in Grecia e qui può fare rifornimento e trovare un approdo sicuro. Un altro porto, più commerciale si trova pià a sud ed è quello di Porto di Corigliano.

Scavi archeologici

Il sito archeologico di Sibari (Sybaris) si trova a fianco della Statale ionica, appena a sud della Città di Sibari e merita senza dubbio una visita. Tra le rovine, riportate alla luce negli anni ’30 spiccano alcuni mosaici pavimentali, strade lastricate di chiara origine romana, e qualche colonna sparsa che riescono a dare solo in parte la grandezza della città, che al tempo della Magna Grecia rivaleggiava con Taranto, con una popolazione stimata di 100.000 abitanti.

Nei dintorni di Sibari sono da segnalare anche le Terme Sibarite, che si trovano nella vicina città di Cassano allo Jònio, come del resto le non distanti Terme di Spezzano Albanese.

Eventi e manifestazioni a Sibari

Un appuntamento classico è quello del Presepe Vivente di Sibari, considerato uno dei più importanti in Italia al punto di avere ricevuto nel 2016 il premio Praesepium Italiae, il massimo riconoscimento per le manifestazioni di questo genere.

Come arrivare a Sibari

Sibari è facilmente raggiungibile utilizzando l’autostrada A3 Salerno Reggio Calabria. L’uscita migliore è quella di Spezzano Albanese – Sibari, da qui si imbocca la statale N° 534 in direzione est, e cioè con la direttrice verso lo ionio per poi procedere seguendo i cartelli per la SS 106 ionica, Sibari si poco prima di raggiungere la Statale Ionica
loading...
close