Cerca Hotel al miglior prezzo

Morcone (Benevento), alla scoperta dello storico borgo campano

Morcone, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Procedendo verso Benevento, nei pressi della Valle del Tammaro, si scorge un piccolo paese arroccato sul monte Mucre: si tratta di Morcone. Grazioso borgo di origini sannite, il suo nome nella storia compare per la prima volta nel 776 d.C., anno in cui diviene un gastaldato longobardo.

Ancora oggi le tracce dei suoi primi fondatori sono visibili al disotto dei ruderi dell’antico castello, eretto in epoca medievale e abitato a lungo dalla regina Margherita di Durazzo, moglie del re Carlo III di Napoli. Da allora il feudo del borgo passò per secoli da una famiglia nobile ad un’altra, fino al 1806 quando rientrò nel Contado del Molise. Solo nel 1861 venne infatti istituita la provincia di Benevento, di cui ora il comune fa parte. Il centro storico si sviluppa proprio intorno ai resti di quest’importante costruzione difensiva ed è caratterizzato da stradine strette e tortuose, fatte in pietra locale.

Alcune delle antiche opere architettoniche hanno subito ingenti danni a causa del terremoto del 1980 e presentano ora un aspetto moderno, dovuto alle recenti ristrutturazioni. Nel piccolo paese si contano tuttavia ben 22 chiese e fra le più importanti si segnalano la Chiesa di San Salvatore e la Chiesa di San Rocco.

La prima, poco distante dal Castello, domina una piccola piazzetta ed è stata costruita sui resti di un antico tempio ellenistico. Nel XI secolo, per circa 100 anni, fu sede vescovile e in questo periodo venne particolarmente curata e impreziosita. Al suo interno si trovano infatti i segni di antichi affreschi in parte cancellati dal tempo, un sarcofago del 1316 e un fonte battesimale del XVII secolo.

La Chiesa di San Rocco si trova invece immersa nel verde ed è legata ad un importante tradizione. Il 16 agosto di ogni anno avviene infatti il lavaggio delle “frese”, in onore del Santo che dà il nome al piccolo edificio. Passeggiando per le strade del centro è poi inevitabile imbattersi nel Santuario della Madonna della Pace, caratterizzato dal bellissimo campanile dipinto. Al suo interno si trovano pregiate decorazioni, dipinti e sculture. La più importante è sicuramente la scultura lignea della Vergine, risalente al XII secolo.

Un altro luogo di fede molto importante è il convento dei frati cappuccini, terminato nel 1690 e dedicato ai Santi Filippo e Giacomo, in cui Padre Pio da Pietrelcina espletò il suo anno di noviziato. Alcuni degli elementi architettonici caratteristici di Morcone sono i cosiddetti “ri sopporti”. Si tratta di una via di mezzo fra vicoli e portici, alcuni uniscono due strade, altri due abitazioni.

La loro funzione fu indispensabile per sfruttare al massimo il poco spazio a disposizione dei morconesi, permettendo di costruire quante più abitazioni possibili e conferendo al tempo stesso al borgo una caratteristica conformazione a ragnatela. Passeggiando per le vie del borgo sarebbe poi un peccato dimenticare di cercare le sei “maronelle” che decorano i muri di alcune case, tutte di pregevolissima fattura e risalenti al ‘700.

Non distante dal centro di Morcone si trova l’importante Oasi del Lago di Campolattaro, in corrispondenza della valle del fiume Tammaro dove è stato costruito un grande lago artificiale. Chi ama la natura rimarrà sicuramente soddisfatto da un pomeriggio trascorso all’interno dell’oasi, esplorando la flora e la fauna del luogo. Al termine della gita fuori porta si può poi tornare in paese e dedicarsi alla scoperta dei sapori del Sannio, gustando l’ottimo vino locale e mangiando i piatti tipici della zona, come la soppressata e le salsicce.

Se vi recate a Morcone nel periodo natalizio ricordatevi che l’intero borgo diventa lo scenario di un magico presepe vivente che coinvolge tutto il paese e tutti i morconesi. In questo periodo non dimenticate di fare scorta del gustoso torrone al liquore di Strega, tipico della provincia di Benevento!

Morcone è uno dei tanti gioielli nascosti dell’Italia, è un luogo da scoprire e un paese da vivere attraverso i suoi profumi, i suoi gusti e i suoi colori.

Come arrivare
Raggiungere Morcone in automobile è semplice. Provenendo da Roma si percorre l’A1 in direzione Benevento, quindi seguire per Campobasso. Chi viaggia da Bari dovrà percorrere l’A16 in direzione Campobasso con uscita a Benevento. Chi proviene dall’A14 dovrà invece uscire a Termoli e proseguire in direzione Benevento. In tutti i casi, seguire quindi le indicazioni per Morcone.
In alternativa si può optare per il treno. Morcone infatti è ben collegata con le principali città della regione.
L’aeroporto di riferimento è quello di Napoli.
  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close