Cerca Hotel al miglior prezzo

Tremosine sul Garda, vacanza tra lago e monti

Pagina 1/2

Più che un paesino compatto assomiglia a una costellazione di borgate, sparse su un territorio vasto e dislocate a varie altitudini, ma con un bellissimo tratto comune: è lo sguardo rivolto verso il Lago di Garda, che subito sotto l’abitato se ne sta disteso, luminoso e placido, a catturare gli azzurri del cielo. Sono infatti 18 le frazioni che compongono Tremosine, comune lombardo di circa 2.200 abitanti in provincia di Brescia: a una sessantina di chilometri dal capoluogo, le località di Tremosine costituiscono uno dei più ampi comuni della provincia, poste su un terrazzamento naturale che sovrasta lo specchio d’acqua e fa parte del Parco Alto Garda Bresciano.

Ogni frazione rappresenta un tratto caratteristico di Tremosine, che è stato inserito nel club dei Borghi più belli d’Italia. C’è Pieve, sede municipale, a 414 m s.l.m., e poi c’è Vesio, la più grande e popolosa, a 618 m; quella più vicina al lago di Garda è Campione, dove si possono fare lunghe passeggiate sulla riva e si può ammirare il paesaggio circostante riflesso nell’acqua a testa in giù. Ad ogni modo ovunque, dalle sponde lacustri alla zona più alta del comune, si possono trascorrere piacevoli giornate nei borghi, camminando per i viottoli caratteristici, oppure nel verde, spingendosi alla scoperta del Parco Naturale; e nelle pause tra una camminata e l’altra si possono gustare prelibatezze uniche, che spaziano dai formaggi freschissimi al miele, dagli agrumi alle olive, diffusi nella zona grazie al clima mite.

A fare di Tremosine uno dei borghi più belli del nostro paese non ci sono capolavori architettonici, o gioielli artistici di grande fama, ma basta guardarsi intorno per sentirsi trasportati in un luogo fiabesco, dove le case svettano tra le collinette e i sentieri si immergono tra gli ulivi. I fianchi dei monti sono ricamati di mulattiere, che si snodano in ogni direzione offrendo degli scenari escursionistici molto interessanti; sulla cima si scoprono quelle vedute che fecero da sfondo alla prima guerra mondiale, segnando il confine con l’Impero Austro-Ungarico.

Un tempo queste stradine montane erano percorse dai muli, carichi di prodotti agricoli da trasportare tra le varie frazioni e verso altre località, ma negli ultimi anni si sono popolate di camminatori e amanti della mountain-bike. Le due ruote sono il mezzo ideale per vivere i dintorni verdeggianti di Tremosine, spostandosi velocemente tra i colli e le rive del lago, assaporando le luminosità del cielo nei vari momenti della giornata e i profumi della vegetazione, coi suoi tratti mediterranei. In effetti il turismo ha preso piede solo a partire dagli anni Sessanta del Novecento, ed è da allora che sono fioriti qua e là alberghi, residence e appartamenti da affittare, senza però guastare le atmosfere genuine delle varie borgate. Non mancano neppure le strutture e i servizi per gli sport, che vanno dal trekking al windsurf: a Tremosine si possono gustare, entro pochi chilometri, le attività tipiche della montagna e quelle caratteristiche del lago, e anche i sapori e le tradizioni sono variegati.

... Pagina 2/2 ... Le occasioni di festa sono tante nell’arco dell’anno. Da non perdere la Cinquemiglia del Ghiottone del 2 giugno: anche se il nome potrebbe far pensare a una curiosa maratona, non bisogna essere degli sportivi per partecipare, ma dei golosi convinti, pronti a passeggiare tra le varie frazioni di Tremosine alla scoperta dei prodotti enogastronomici più buoni. Il percorso si snoda tra boschi, pascoli e paesini, e qua e là vengono allestiti dei banchetti carichi di formaggi, prodotti da forno, ricette a base di carne, miele, tartufo e olio extravergine di oliva.
Anche a inizio settembre si svolge una passeggiata simile: è “Vita nei Borghi”, che tra una degustazione e l’altra aggiunge concerti dal vivo e spettacoli danzanti, ambientati soprattutto nella pittoresca frazione di Pieve. Tra settembre e ottobre ha luogo la rassegna “Il gusto… con gusto”, con originali menù a tema proposti dai ristoranti della città.
Tra le delizie più irresistibili del territorio ci sono i latticini, infatti il Parco Alto Garda Bresciano è l’ambiente ideale per l’allevamento delle mucche di razza bruno-alpina: dal loro latte si producono la Formaggella di Tremosine, il formaggio Garda, la ricotta, ma anche ottimi yogurt e gelati.

La cucina di Tremosine è da sempre caratterizzata anche da prodotti mediterranei, nutriti da un clima mite e piacevole come quello che si assapora intorno al lago. Nelle frazioni più vicine alle rive le estati sono soleggiate ma mai afose, e gli inverni sono dolci, con temperature medie minime che non scendono al di sotto dei -2°C. Le precipitazioni raggiungono i valori massimi in primavera e in autunno, quando cadono mediamente oltre 80 mm di pioggia al mese.

Per raggiungere Tremosine in auto si può arrivare da Riva del Garda o da Salò. Da Riva si viaggia sulla Gardesana fino a Limone: seguendo le indicazioni si arriva alla meta, incontrando per prime le frazioni di Bassanega, Ustecchio e Voltino, con uno splendido panorama sul lago. Anche da Salò si percorre la Gardesana, si raggiunge Campione e si seguono i cartelli per il centro: la strada è stretta, tortuosa e decisamente scenografica. L’aeroporto Montichiari di Brescia è a circa 65 km, mentre quello di Verona Villafranca è a 106 km.
loading...
close