Cerca Hotel al miglior prezzo

Vercana sul lago di Como, visita al borgo della Lombardia

Vercana, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Non sarà sicuramente il paese di spicco del comprensorio del Lago di Como, ma la sua posizione ne fa indubbiamente un pregio dell’Alto Lario e dell’intera provincia di Como in Lombardia.

Vercana vanta una panoramica eccezionale, comune di 750 abitanti il cui occhio estende la sua eclettica visione a fiumi e vette della Valchiavenna, con la Bassa Valtellina scorsa al pari del lago, del Monte Legnone e il promontorio di Bellagio aperto all’ammirazione da fermi.

Cenni di storia

La strategica ubicazione geografica ha sempre pesato anche nelle delicate geometrie storiche che vedevano Vercana annessa nel V secolo alla Pieve di Gravedona, insieme a Dongo e Sorico coabitante il distretto delle Tre Pievi. Adombrata da montagne possenti e rassicuranti, la località si gode tutte le sue frazioni che ne rappresentano il prolungamento naturale in ogni direzione, sfruttando così le proprietà di un territorio accentuato dalla salubrità addotta al lago.

Il paesaggio si costella di placide e rustiche casette che sembrano volersi abbracciare e accalorarsi in un incanto d’avviluppo e coesione ricalcando le abitudini contadine di un tempo non poi così lontano. A Vercana il piacere di riscoprire in docile tranquillità un paesello di sottile bellezza risulta impagabile, come impagabile è la contemplazione silente del borghetto che ne costituisce il nucleo principale al di là della vocazione sparsa e molto estesa.

Cosa vedere a Vercana

I Vercanini dimostrano estrema affezione agli elementi architettonici fondanti la loro culla urbana e questi elementi corrispondono a edifici religiosi conferenti alla summa un tocco di eremitica riflessione legata all’antico culto mai sopito nemmeno in progressione moderna. Oltre a questo, però, interviene il gusto atavico per l’arte, fortemente presente ad esempio nella Chiesa di San Salvatore, il cui corredo barocco fatto di tele, stucchi, affreschi e opere scultoree è riconosciuto dal 1644 sebbene le origini della struttura siano molto più antiche.

La Chiesa di San Sebastiano, nel suo porsi sobrio e austero, amplifica la ricchezza del proprio bagaglio artistico ed è seconda in questo al Santuario della Madonna della Neve, eretto in segno di devozione alla Madonna per volontà dei sopravvissuti alla peste del 1630. In verità già sorgeva una minuscola cappella, poi inglobata e ammirabile in posizione sovrastante l’altare maggiore. Il culto mariano raggiunge il suo apice durante la festa dedicata espressamente alla Vergine, che qui a Vercana ha luogo ogni anno la prima domenica di agosto.

Come tanti altri paesi dell’area lariana, anche questo ha tristemente conosciuto il problema dell’emigrazione, dovendolo a lungo fronteggiare cercando di scongiurare un massiccio spopolamento e la depauperazione dell’economia locale. Fortuna ha voluto che quegli stessi abitanti fuggiti altrove in cerca di maggior gratificazione lavorativa facessero ritorno al loco natio, portando esperienza e nuova speranza per uno sviluppo infine compiutosi.

La sagra e i prodotti tipici

Lo testimonia il fiorire di fattorie, stalle e cantine che vivono di produzione agricola, casearia e vitivinicola i cui risultati si assaporano durante le numerose sagre – partecipata la Sagra dei Sapori Antichi con una due giorni di degustazioni nelle cantine di Vico - in onore di un progresso legato prettamente alla longevità e fecondità della terra tutt’intorno al lago.

Ne giova la gastronomia e una cultura in toto che attinge al territorio, dove non manca la propensione alla vigna e l’attinenza al fungo, nell’hinterland proliferante a tal punto da regolamentarne la raccolta.

Fuori dal periodo, ci si può sempre “consolare” camminando beatamente fra gli arbusti di una vegetazione tipicamente lacustre, attraversata da sentieri che formano e tracciano itinerari molto belli da calcare a piedi o in bicicletta per il puro piacere di conoscere dal basso l’area lariana foriera di sorprese e gemme nascoste.

Come arrivare a Vercana

Dall’Autostrada A9 Lainate-Como-Chiasso occorre seguire le indicazioni per Vercana.

  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close