Cerca Hotel al miglior prezzo

Voltaggio (Piemonte): visita al borgo sull'Appennino ligure

Voltaggio, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Nonostante si trovi ancora tra i confini del Piemonte, precisamente entro perimetro provinciale di Alessandria, il borgo di Voltaggio ha molto più da condividere con la Liguria in termini di conformazione architettonica e concezione urbanistica. Il paese ha soltanto 700 abitanti è un manipolo di case addossate ai primi rilievi dell’Appennino Ligure.

Storia

La storia ne radiografa i tratti ancora legati ai primi vagiti di quello che fu inizialmente un semplice e minimale villaggio al centro delle contese di proprietà fra Malaspina, Vescovi di Tortona, i marchesi di Gavi e la Repubblica di Genova, città con la quale Voltaggio ha sempre avuto un feeling particolare.

Anche il Ducato di Milano e il Marchesato del Monferrato entrarono nelle lotte di aggiudicazione territoriale, ma fu proprio Genova a spuntarla ottenendo il minuto feudo e amministrandolo fino all’annessione al Regno di Sardegna nel 1815, preliminare all’Unità d'Italia verificatasi quasi cinquant’anni dopo.

Cosa vedere a Voltaggio

Voltaggio è un borgo molto bello e, soprattutto, tranquillo, rilassante e ameno: ci vide lungo la selezione nazionale della Costa Rica, che durante i Mondiali di Calcio tenutisi in Italia nel 1990 lo scelse come sede di soggiorno. Non pensiate però che una così silente località non abbia nulla da offrire, anzi… Camminando per il grazioso centro storico si assaporano le brezze delicate che si portano dietro i profumi della vegetazione circostante, il docile rumoreggiar della gente nei propri domicili, i sorrisi e un discreto corredo di monumenti, pochi per la verità ma con una dignità che fa pensare e incuriosisce. Si veda la Parrocchiale dell’Assunta e dei santi Nazario e Celso, dotata di bella facciata a mattoni misti ad arenaria, triplice ingresso e rosone centrale, con un interno in cui brilla la bellezza delle tele dipinte da Sinibaldo Scorza in accordo con un simulacro ligneo intagliato da Anton Maria Maragliano.

Più ci si inoltra nell’abitato, più si abbandona l’idea dell’illusivo vuoto ancestrale: Voltaggio comunica la sua essenziale pienezza anche attraverso il vecchio Convento dei Padri Cappuccini, risalente al 1595 e custode di una fornita pinacoteca intrisa della magnificenza di opere pittoriche a tema sacro, su tutte il Sant’Onofrio anacoreta di Paolo Pagani. Per ammirare un reliquiario bisogna raggiungere l’Oratorio di Nostra Signora del Gonfalone, ove riposano le spoglie di San Clemente, fu Papa Clemente I e 4° vescovo di Roma.

Del periodo romano, quando Voltaggio era conosciuta con il nome latino Voltablium, è sopravvissuto il ponte che attraversa il torrente Lemme, mentre all’epoca compresa fra XV e XVI secolo appartengono numerosi edifici civili, Palazzo Grimaldi, Palazzo Galliera e Casa Scorza. Palazzo Galliera desta interesse fondamentalmente per l’originalità delle sue decorazioni realizzate in stile trompe-l’oeil.

Eventi, Sagre e Manifestazioni

Le manifestazioni dell’anno allietano lo spirito lievemente assopito degli abitanti e spandono sana allegria nel borgo fra tradizioni, folclore e sapore d’antico. Certamente nei giorni di festa non ci si annoia e questi coincidono con la Frittellata del 25 aprile, la Festa della Panissa il 2 giugno e la Notte di San Giovanni il 23 dello stesso mese, ma sono questi eventi non esclusivamente radicati nel territorio.

Non quanto almeno lo sono la consolidata Sagra degli gnocchi al pesto ad agosto, la Polentata del 15 settembre e la Castagnata del 20 ottobre, appuntamenti connessi ai prodotti celebrati esaustivamente in loco. Nei ristoranti della zona, il piatto principe dei menù è rappresentato dai corzetti di Voltaggio al pesto alla genovese o ragù di carne, una squisitezza che si deve provare.

Come arrivare a Voltaggio

Arrivati ad Alessandria, imboccare la SS 10 che prolunga sulla SS 35BIS, si continua sulla SP 158 e la SP 160 che attraversa Gavi per poi giungere a Voltaggio; la stazione di Borgo Fornari per Voltaggio si trova sulla linea ferroviaria Torino – Genova; l’aeroporto di Genova è ubicato a 33 km dalla località.

  •