Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Sarentino

Sarentino (Sarntal): escursioni tra natura e paesaggi dell'Alto Adige

Pagina 1/2

A soli 30 minuti da Bolzano, la Val Sarentino rappresenta una delle mete più amate dell'intero Trentino Alto Adige. Prediletta soprattutto dagli escursionisti, questa valle cela dei veri e propri tesori di natura ma anche di storia, costumi e tradizioni secolari. Questo territorio, nonostante la vicinanza con Bolzano, ha subito un perdurante isolamento a causa della sua posizione di montagna e delle strade un tempo impraticabili, isolamento durato all'incirca fino agli anni '50.

Questa condizione ha fatto sì che le tradizioni contadine di questa splendida valle si conservassero e tramandassero continuamente di generazione in generazione. Alcuni esempi sono la tessitura a mano, l'arte di intagliare pipe, il tradizionale ricamo su cuoio e ovviamente il lavoro a maglia, da cui vengono prodotte le tipiche giacche in lana cotta chiamate "Sarner". La lana, il latte, il miele, il famoso pino mugo: sono materiali e prodotti genuini, raccolti da ciò che la natura ha sempre offerto a questa bella valle, in cui la sana filosofia del chilometro zero è all'ordine del giorno.

A causa della sua posizione e della sua lontananza da molte arterie di comunicazione, Sarentino e la sua valle vede le sue principali attrazioni nell'ambito naturalistico, ma chi ama la montagna non potrà che innamorarsi anche dei suoi campi, dei suoi prati, dei masi così rustici e folcloristici e dei tanti piccoli elementi architettonici che, seppur non di grande rilevanza storica o artistica, contribuiscono a rendere comunque questo territorio tra i più belli e suggestivi dell'intera regione.

Un esempio di questa bellezza è rappresentato dalla Rohrerhaus, uno dei masi più grandi e antichi della Val Sarentino la cui esistenza fu citata per la prima volta nel lontano XIII secolo. Altri piccoli ma significativi gioielli del territorio sono il Castel Regino, imponente fortezza costruita anch'essa nel XIII secolo dai Conti di Appiano, o la chiesetta di San Valentino, risalente addirittura al XII secolo. Da non perdere sono anche la passeggiata dei mulini e le visite alle malghe e ai rifugi, luoghi in cui la cultura montana di questa valle trova la sua massima espressione.

La natura è l'indiscussa protagonista del territorio e, a disposizione dei visitatori, vi sono una lunga serie di itinerari e percorsi che permettono di esplorarla appieno. Il punto di partenza per le escursioni, è sicuramente il percorso naturalistico Urlesteig, un sentiero didattico-naturalistico alla scoperta della fauna e della flora della valle. Questa passeggiata, particolarmente adatta alle famiglie, vi permetterà di vagare tra i silenziosi ruscelli, pendii e boschi di larici di questo territorio, dei quali sicuramente vi innamorerete.
... Pagina 2/2 ...
La Val Sarentino però non è solo silenzio e passeggiate nei boschi, è anche avventura, sport e divertimento. Dalla mountain bike e il trekking d'estate, dalla ricerca dei funghi (porcini e finferli) al curling e al pattinaggio d'inverno, senza dimenticare le ben 140 cime che compongono la valle, in cui gli alpinisti esperti potranno avventurarsi e ammirare paesaggi indimenticabili. Uno su tutti, quello dei famosissimi uomini di pietra: tra i luoghi più belli dell'intera regione e territorio di leggende medioevali, secondo le quali esso fosse anticamente prescelto dalle streghe come punto d'incontro.

Un territorio di leggende ma soprattutto di tradizioni, di cui i sarentini vanno estremamente fieri e che non esitano a condividere con i visitatori che accorrono ogni anno. A settembre si celebra la famosa Sagra della Val Sarentino, tradizione molto amata, in cui si esibiscono gruppi folk, uomini e donne in abiti tradizionali in un vero e proprio inno alle tradizioni contadine della valle, che non mancano nemmeno a tavola. Gli stand gastronomici sono pronti a far assaggiare ai turisti le prelibatezze locali, come i formaggi di malga, i canederli, lo speck, fino ai famosi striezl, piatto simbolo del territorio e ai prodotti a base di pino mugo. Si ripete a dicembre con il mercatino Alpino che precede il Natale.

La Val Sarentino si trova a soli 16 km di distanza dal capoluogo del Trentino Alto Adige, Bolzano, da cui partono numerosi pullman di linea che, passando attraverso una suggestiva gola, vi condurranno in questa splendida valle. Arrivando invece in macchina sarà sufficiente recarsi all'uscita di Bolzano sud (A22) e poi seguire le indicazioni per la Val Sarentino. Gli aeroporti più vicini sono a Innsbruck, Verona e Bergamo. Per quanto riguarda infine i treni, la stazione più vicina è quella di Bolzano.

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close