Cerca Hotel al miglior prezzo

Porto Maurizio (Liguria), vacanze nel mare della Riviera di Ponente

Porto Maurizio, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Chi scivola sull’autostrada da un lembo all’altro della Liguria, con il mare da un lato e le montagne dall’altro, ha l’impressione di scorrere con gli occhi un nastro continuo di bellezze concatenate, che si materializzano sotto forma di borgate pittoresche, spiagge e scogliere a picco sul mare. Nella Riviera di Ponente, tra le serre variopinte dei floricoltori, si rimane rapiti di fronte a un borgo pittoresco, che ricopre completamente una montagnola affacciata verso le onde, dominato da una chiesa imponente. E’ Porto Maurizio, che insieme ad Oneglia costituisce una delle due parti in cui è suddivisa la città di Imperia.

Comune autonomo fino al 1923, quando venne accorpato alla località adiacente creando l’attuale capoluogo provinciale, Porto Maurizio è un antico borgo fortificato che dalla collina scivola sino al mare, abbracciando ambienti diversi e variopinti, intrisi di atmosfere mediterranee con un tocco di verde e roccia. La parte più bassa del paese è dominata ovviamente dal porto, con le sue imbarcazioni a riposo e il via vai dei pescatori all’opera, ma anche dalle suggestive spiaggette che si susseguono sul litorale ligure per la gioia dei turisti amanti del mare.

Inoltrandosi invece nel cuore antico del paese si scoprono notevoli testimonianze storico-artistiche, che raccontano il ricco passato di questo borgo di mare. Straordinario è il Duomo, iniziato nel 1781 ad opera di Gaetano Cantoni, caratterizzato dalle linee auliche e preziose del neoclassico precedente alla rivoluzione francese, e terminato soltanto nel 1831. Le ampie cappelle laterali, di forma circolare, disegnano delle navate movimentate, creando un edificio originale e sorprendente, unico nel suo genere.

A destra della Cattedrale si estende il centro storico, di piccole dimensioni ma di grande fascino, costellato di edifici e scorci interessanti. Percorrendo un ampio vicolo costeggiato di palazzi medievali si raggiunge l’archivolto “della Tina”, da cui si accede all’antica cinta muraria. Continuando sul medesimo viottolo si percorrono gli spalti della cerchia cinquecentesca, sino al bastione cosiddetto “delle Erbe” su cui si affaccia piazza Raineri.

Dopo poco si giunge all’oratorio di San Pietro, con l’elegante loggiato a tre arcate, e dal vicolo sul lato della costruzione si sbocca sulla via San Leonardo, un tempo chiamata “carruggio dei soldi” perché dominata da vari edifici monumentali sei e settecenteschi appartenenti a personaggi facoltosi. In fondo alla strada si possono ammirare i palazzi Gandolfo e del Capitano, mentre il palazzo Lercari-Pagliari si erge in una piazzetta graziosa su un piano sopraelevato, con un’elegante loggia medievale ad archi acuti.

Passeggiando ci si sposta sul lato cittadino rivolto al mare, dove ci si imbatte nell’oratorio di San Leonardo e nel convento di Santa Caterina, con il loggiato affacciato al panorama costiero.

Per conoscere davvero lo spirito di Porto Maurizio non è però sufficiente un esplorazione del centro, né una sosta rilassante sulle spiagge o gli scogli: per apprezzare al meglio il folclore del luogo vale la pena di partecipare a una delle manifestazioni popolari organizzate nell’arco dell’anno, in particolare alle tradizionali celebrazioni della Settimana Santa. Rimaste inalterate col passare dei secolo, iniziano il Giovedì Santo con i cosiddetti Sepolcri, che ricordano l’Ultima Cena, quando in tutte le chiese del centro gli altari vengono agghindati di fiori e ortaggi colorati. La sera del giovedì c’è una solenne processione, accompagnata dai canti a cappella in latino, mente il Venerdì Santo, nel Duomo debitamente allestito, si rievoca la Deposizione di Cristo.

Per raggiungere Porto Maurizio si possono valutare diverse possibilità. Chi viaggia in auto, che provenga da Genova o dalla Francia, può percorrere l’Aurelia oppure l’Autostrada dei Fiori A10 Genova-Ventimiglia, uscendo allo svincolo di Imperia Ovest-Porto Maurizio. Per chi preferisce il treno la stazione di Porto Maurizio è una delle due stazioni ferroviarie di Imperia, mentre l’aeroporto più vicino è quello di Villanova d’Albenga. A breve distanza ci sono i più importanti scali di Nizza (Francia) e di Genova. In alternativa si può raggiungere la cittadina via mare, attraccando proprio a Porto Maurizio.

Giunti a destinazione si assapora immediatamente il clima piacevole della Liguria, di tipo mediterraneo, con temperature sempre miti e tante giornate di sole. I valori medi di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 5°C a una massima di 11°C, mentre in luglio, il mese più caldo, si passa dai 21°C ai 27°C. Le precipitazioni, scarse in estate, si concentrano in primavera e in autunno, quando piove in media per 8 giorni al mese.
  •  

 Pubblicato da - 07 Maggio 2010 - © Riproduzione vietata

News più lette

close