Cerca Hotel al miglior prezzo

Imperia (Liguria): visita alla cittą, cosa vedere e sapere

Imperia, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Ai suoi piedi ci sono le acque cristalline del Mar Ligure, e tutt’intorno alla città si arrampicano i terrazzamenti costellati di ulivi, come scalinate punteggiate di chiome argentee che collegano l’impeto del mare all’entroterra ligure. Perla arenata lungo il litorale, fiore tra i più belli della Riviera dei Fiori, Imperia è una città di quasi 42 mila abitanti, capoluogo della provincia omonima.

Nata nel 1923 per volere di Mussolini dall’unione di undici comuni vicini, tra cui spiccavano i due maggiori Oneglia e Porto Maurizio, Imperia è un centro di primaria importanza in Liguria, rinomata da tempo per la vocazione agricola e le industrie alimentari: la produzione di olio è al primo posto, come testimoniano gli ulivi nodosi che assorbono il sole sui terrazzamenti circostanti, ma anche la pasta è tra i prodotti favoriti. Ultimamente poi l’economia della città ha iniziato a contare sempre più sul turismo, alimentato dalla bellezza irresistibile del mare, dalla ricchezza storico-culturale della zona e dal clima sempre mite, anche nei mesi invernali.

Il clima che accoglie i visitatori di Imperia, in effetti, è quello tipico mediterraneo, addolcito dalla presenza del mare e illuminato da un sole quasi onnipresente, che si nasconde raramente dietro le nuvole. Le temperature medie sono sempre piacevoli: in gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 7°C a una massima di 13°C, mentre in luglio e agosto variano tra i 21°C e i 27°C. Le precipitazioni, piuttosto timide, sono scarse in estate e si concentrano in autunno e inverno, con un picco di 83-87 mm medi in ottobre e novembre.

Ancora oggi, percorrendo le vie della città, si distinguono le due anime che ne costituiscono l’essenza: ancora si respirano le differenze tra Oneglia, a levante, e Porto Maurizio, a ponente del torrente Impero. Oneglia è la parte più consistente di Imperia, dominata dalla Piazza Dante da cui si diramano le strade più moderne e frequentate del centro, caratterizzata da un’architettura di impronta piemontese che testimonia il passato regno dei Savoia. Porto Maurizio è invece abbarbicato lungo le pareti rocciose di un promontorio, esteso sino alla costa e di indole principalmente turistica. I vicoli, chiamati in dialetto “caruggi”, e i viottoli, ovvero le “creuze”, si intrecciano e rincorrono tra i palazzi antichi e le case dei pescatori, tessendo un reticolo suggestivo affacciato sul mare.

In questa terra di confine tra mare e montagna sono molti i monumenti e i palazzi che vale la pena di visitare. Tra le tappe da non perdere c’è quella al Duomo cittadino, dedicato a San Maurizio, che domina il panorama ergendosi imponente al di sopra dei tetti vicini, in impeccabile stile neoclassico. Poco lontano si incontra poi l’ex Palazzo Comuale, oggi adibito a Museo Navale del Ponente Ligure, una ricca collezione di documenti e oggetti che rimandano all’arte di fabbricare le navi, alla vela e alle tecniche della navigazione, e addirittura alcuni reperti portati dalle spedizioni in Cina e Tibet. Nello stesso edificio c’è anche una piccola sezione dedicata a Edmondo de Amicis, il celebre autore ligure del libro Cuore.

La parte più suggestiva di Porto Maurizio è certamente il Parasio, appollaiato a sud del promontorio e costituito dai resti di case antiche, di cui si possono ancora ammirare i possenti portali di pietra. La Chiesa medievale di San Pietro e quella di Santa Chiara, eretta sulle vestigia delle antiche mura, sono in una splendida posizione panoramica sul litorale ligure. Un altro ottimo motivo per scegliere Imperia come meta delle proprie vacanze è l’inesauribile vivacità dei suoi cittadini, testimoniata dalle numerose manifestazioni ludiche e culturali che si organizzano in città nel corso dell’anno, specialmente durante l’estate. Tra gli eventi da non perdere si ricordano la Fiera del Libro a inizio giugno, i raduni biennali di Vele d’Epoca e Motoryacht d’Epoca, la fiera dell’olio e dei tipici prodotti liguri, il torneo di scacchi e la Festa di primavera, che coinvolge l’intera Riviera dei Fiori con un’esplosione di colori e profumi.

Per raggiungere Imperia ci sono varie possibilità. Chi viaggia in auto, venendo sia da Genova che dalla Francia, può percorrere la SS1 Aurelia oppure prendere l’Autostrada dei Fiori A10 Genova-Ventimiglia e uscire a Imperia Ovest, per Porto Maurizio, o a Imperia Est, per Oneglia. Anche le stazioni dei treni sono due, una per Oneglia e una per la zona del porto, mentre gli aeroporti internazionali più vicini sono il Costa Azzurra di Nizza e il Cristoforo Colombo di Genova. Un’ultima possibilità è raggiungere Imperia via mare, approdando al porto turistico di Porto Maurizio.
  •  

 Pubblicato da - 05 Agosto 2009 - © Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close