Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Trappeto

Trappeto (Sicilia): spiaggia e visita al villaggio nel Golfo di Castellamare

Pagina 1/2

Nel XV secolo apparteneva al regio demanio, e Federico II di Aragona utilizzava il territorio per le sue battute di caccia; in seguito il borgo divenne un fertile centro agricolo, e anche la pesca comparve tra le attività più praticate e fruttuose. Oggi l’indole di Trappeto è un poco cambiata: il contatto con la natura, la terra e la tradizione è rimasto lo stesso, ma la bellezza del paesaggio e del paese hanno favorito lo sviluppo di un felice turismo balneare.

Trappeto è un villaggio di poco più di tremila abitanti, incastonato lungo la costa nord-occidentale della Sicilia, in provincia di Palermo.

Cenni di storia

Accolto dall’abbraccio caloroso del Golfo di Castellamare, il paese dista da Palermo circa 45 km e da Trapani 60 km, e porta ancora visibili i segni di una storia ricca e complessa: nel XV secolo era noto come “Trappetum Cannamelarum”, grazie alla macina della canna da zucchero che aveva preso piede nel 1480 grazie a Francesco Bologna, e visse un periodo particolarmente prospero nel XVI secolo.

Abbandonato da gran parte degli abitanti nel corso del Seicento, il paese fu ripopolato nel Settecento per la coltivazione dei vicini vitigni, ma solo nell’Ottocento si registrò una ripresa notevole e intorno alla vecchia Chiesa dell’Annunziata sorsero numerose abitazioni.

Cosa vedere a Trappeto

Tra gli edifici più belli di Trappeto c’è la Chiesa Madre, sorta nel Quattrocento ad opera dei Benedettini e immediatamente eretta a Parrocchia. Danneggiata fortemente dal terremoto del 1693, in seguito venne completamente ristrutturata e nel 1869 vennero aggiunti il coro e l’altare maggiore, il tetto ligneo venne sostituito con una struttura più solida e il pavimento venne modificato.

Altri monumenti interessanti sono la graziosa chiesetta di Maria Santissima Annunziata, che si lascia ammirare nel centro di Piazza Umberto, e il Museo Etno-antropologico di Via Torino, prezioso per comprendere appieno gli usi, le tradizioni e le componenti culturali di Trappeto.
... Pagina 2/2 ...
Da non perdere i suggestivi murales che tappezzano le pareti delle case, lungo le vie accoglienti del paese, e la panoramica visuale che si può godere dallo scalo marittimo cittadino.

La spiaggia di Trappeto

Ma la ciliegina sulla torta di Trappeto, senza nulla togliere ai piccoli gioielli del centro, è il contesto ambientale che lo circonda: un’armonia perfetta tra campagna e il suo mare, tra paesaggio mediterraneo e scenario rurale, fa sì che il paese attiri ogni anno un gran numero di turisti, alla ricerca di relax e vita all’aria aperta, tanto che i tremila abitanti usuali del borgo diventano più di quindicimila nel periodo estivo. Tuttora il Comune si sta impegnando per valorizzare al massimo il paesaggio e la spiaggia Ciammarita, dotando la cittadina di strutture turistiche adeguate e servizi efficienti.

Eventi, feste e manifestazioni

Tra le varie iniziative atte a far conoscere Trappeto in tutta Italia, ideali per far conoscere ai visitatori lo spirito solare degli abitanti, ci sono numerose manifestazioni che si svolgono nell’arco dell’anno. Tra le occasioni di festa più vivaci c’è il carnevale, con i coloratissimi carri allegorici e tanti dolciumi da gustare in allegria, ma non è da meno la rassegna “Trappeto d’Estate”, che comprende tantissimi spettacoli e concerti all’aperto. In particolare in agosto si svolgono i festeggiamenti in onore di San Pio e di Santa Maria Assunta, e il 16 di agosto i più golosi potranno partecipare all’attesissima sagra del gelato. Nello stesso periodo, intorno a Ferragosto, il lungomare del paese viene invaso dalle bancarelle del mercatino “I Sapori del Sole”, con i prodotti eno-gastronomici e artigianali tipici della zona.

Ad incorniciare l’atmosfera di festa c’è il paradisiaco clima mediterraneo, con le sue estati calde e ventilate, gli inverni dolci e le precipitazioni timide, quasi assenti per tutta la stagione calda. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 10°C a una massima di 15°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 24°C ai 29°C. Le precipitazioni, quasi assenti nel periodo estivo, raggiungono il valore massimo tra ottobre e novembre, quando cadono in media 94-98 mm di pioggia mensili.

Come arrivare a Trappeto

Per raggiungere Trappeto ci sono diverse possibilità. Chi prende l’aereo può atterrare all’aeroporto di Punta Raisi, quindi noleggiare un’auto e imboccare l’autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo. Dopo circa 20 minuti bisogna uscire al casello di Trappeto e seguire le indicazioni fino alla meta. Chi sceglie il treno, dalla stazione centrale di Palermo, deve prendere un treno locale per Trapani e scendere alla stazione ferroviaria di Trappeto, collocata a monte del centro cittadino. Per raggiungere la Sicilia in nave si può prendere il traghetto da Genova, Livorno, Civitavecchia o Napoli, e approdare al porto di Palermo.
loading...
close