Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Rometta

Rometta (Sicilia): la frazione Romea, il borgo e le sue sagre

Pagina 1/2

Situata in provincia di Messina e composta da numerose frazioni, la località di Rometta è situata a poco meno di 600 metri sul livello sul mare e deve il proprio fascino alla sua storia di città - castello.

Abbarbicato sui primi contrafforti dei Monti Peloritani il borgo è sempre rimasto abbastanza protetto dalle incursioni degli invasori, che da sempre hanno ambito al possesso delle coste della Sicilia, isola ricca e dalla posizione strategica nel cuore del Mediterraneo

Cenni storici ed origine del nome

Rometta venne fondata durante l'epoca bizantina, con un nome ("Ta Erymata") che in greco voleva dire "le fortezze". Nel corso del V secolo dopo Cristo crebbe una consistente comunità greco-latina, composta da gruppi di persone che venivano a cercare rifugio da queste parti scappando dai centri della costa che dovevano subire le devastazioni e la distruzione derivanti dalle invasioni vandale.

Nel giro di breve tempo, comunque, il centro iniziò a ricoprire un ruolo di primo piano, poiché dalle sue torri era possibile tenere sotto controllo la strada che portava da Palermo a Messina. Rometta, in sostanza, costituiva l'ultima fortezza prima della città sullo Stretto. In seguito a un lungo periodo di ostinata resistenza, il territorio venne occupato dagli Arabi, che cambiarono la pronuncia del suo nome in "Rimta", da cui poi sarebbero derivati "Rametta" e "Rometta".

Nel 1038 i bizantini riconquistarono il centro, attraverso la spedizione imperiale di Giorgio Maniace, ma già nel 1043 dovettero subire il ritorno degli Arabi. Quindi fu la volta dei Normanni, che a poco a poco conquistarono tutta la Sicilia. In tempi più recenti, Rometta è salita suo malgrado agli onori delle cronache a causa di un incidente ferroviario avvenuto il 20 luglio del 2002, con un deragliamento di un treno diretto a Venezia che ha causato la morte di otto persone.

Cosa vedere a Rometta

La chiesa bizantina intitolata a Santa Maria dei Cerei è uno degli edifici più suggestivi di Rometta: intitolata al Santissimo Salvatore, ha più di 15 secoli di vita, essendo stata realizzata tra il V e il VI secolo dopo Cristo.

Da segnalare l'impianto medievale del centro storico, ben visibile all'ingresso della Porta Milazzo, e i luoghi panoramici della Chiesa Madonna della Scala con vista sul borgo e le vicine colline.

... Pagina 2/2 ... Tra gli altri monumenti, si ricordano la Chiesa Madre intitolata a Maria Santissima Assunta e la Chiesa di Sant'Antonio, decisamente più recenti. Al centro del paese si possono osservare, nel suo punto più elevato, i resti del Palatium Federiciano.

Molto affascinante è la frazione di Conduri, collocata a poco meno di tre chilometri dal centro storico, a metà strada tra Santa Domenica e Gimello: risalente al basso Medio Evo, è praticamente priva di abitanti ma in primavera e in estate si popola grazie all'afflusso di turisti, che ne apprezzano la vista panoramica.

La frazione di Rometta Marea offre ai turisti una lunga teoria di spiagge, che per proteggerle dall'erosione del mare vengono protette da una lunga serie di scogli. Grazie a questi frangiflutti ora la spiaggia raggiunge nei punti più ampi una profondità di circa 80 metri.

Eventi e manifestazioni a Rometta

Tra gli eventi più attesi ogni anno a Rometta Romea si segnalano i mercatini di Natale, che vanno in scena nel mese di dicembre nella piazza dedicata a Padre Pio, di fronte al Palazzo Comunale. Per l'occasione, sono molti gli appuntamenti organizzati, con attività ludiche per i bambini ed esibizioni curate dalle associazioni del posto. I mercatini si presentano come un tour alla scoperta delle delizie enogastronomiche locali, con le casette in legno in cui sono esposti prodotti culinari e non solo.

Un'altra manifestazione pensata per coinvolgere tutta la cittadinanza e per attirare i turisti si svolge nel periodo autunnale: si tratta di Ottobre in Festa, kermesse nota anche come Ottobrata Romettese, per la quale il centro storico della città si colora tra storia e folklore: la sagra del maialino al forno e la sagra dei maccheroni al ragù di salsiccia sono i due momenti clou, ma non sono le sole ragioni per cui vale la pena di prendere parte a questo evento, spesso accompagnato da dimostrazioni di tiro con l'arco, spettacoli di illusionismo e di magia, punti ristoro, visite guidate ai monumenti della zona e stand espositivi. Una bella opportunità per entrare in contatto con le atmosfere di un tempo, quando le domeniche ottobrine erano profumate dall'olio delle olive frantumate, dal mosto, dal latte bollito per fare il formaggio e dalle castagne arrostite.
In estate, ad agosto, altro appuntamento enogastronomico da non perdere è la Via dei Sapori, nel centro del borgo.

Come arrivare a Rometta

Per giungere è necessario prendere l'Autostrada A20 Messina - Palermo e uscire al casello di Rometta: a quel punto si percorre la SP 56 per 11 chilometri, così da arrivare prima a Rometta Marea, frazione tirrenica, e poi alla città - castello antica di Rometta.
close