Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Trpanj

Trpanj (Trappano): la Croazia della penisola di Peljesac

Pagina 1/2

I colori accesi delle casette allineate al porto e i profumi di mare sono quelli tipici del Mediterraneo, ma le forme degli edifici più eleganti e le foglie di palma che si stagliano contro il sole parlano d’oriente. Una doppia anima pulsa infatti nel cuore di Trpanj, in italiano Trappano, piccolo borgo di pescatori lungo la costa sud-orientale croata. Situato nella Contea di Dubrovnik-Neretva, nella splendida penisola di Peljesac (Sabbioncello), Trpanj è un villaggio di appena 900 abitanti, che ha saputo conservare le tradizioni della pesca e della produzione vinicola senza rinunciare a un’offerta turistica di tutto rispetto.

Ad invitare i turisti è specialmente l’acqua cristallina che accarezza il litorale della regione: qui le grandi industrie non hanno fatto ancora in tempo a deturpare l’ambiente, e il porto accoglie piccoli pescherecci ma non le enormi navi commerciali. Per questo motivo la natura circostante è rigogliosa, incontaminata e sana, e le acque marine sono incredibilmente pure e limpide. Le spiagge sono innumerevoli, da quelle più estese alle calette nascoste e un po’ misteriose, e tutti possono trovare la più adatta alle proprie esigenze. Chi ha dei bambini potrà farli giocare in tutta sicurezza nell’acqua bassa delle spiaggette sabbiose, o lasciarli correre all’ombra fresca della pineta che si erge poco lontano dal mare.

Chi non si accontenta della vita di mare ma desidera conoscere i gioielli della cultura e della storia di Trpanj (Trappano), potrà addentrarsi nel cuore della cittadina e scoprire alcuni edifici interessanti. Subito sopra il porticciolo, lungo un dolce pendio, rimangono i resti di un’antica fortezza di età Bizantina. L’imperatore Giustiniano, infatti, fece costruire diverse fortificazioni lungo la costa croata, in modo da proteggere gli insediamenti interni dagli attacchi via mare. Le mura settentrionali sono conservate particolarmente bene, e fanno supporre che l’estensione totale della cinta fosse di 60 m.

Numerose sono poi le chiese di Trpanj, ciascuna dotata di un fascino particolare. Tra le più belle c’è sicuramente la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, oggi ufficialmente conosciuta come San Michele. In origine doveva trattarsi di un edificio di piccole dimensioni e dall’architettura modesta, senza attrattive di rilievo: i racconti dei vescovi che visitarono il borgo nel corso dei secoli non ne fanno menzione per lungo tempo. Per la prima volta nel 1836 si parla della piccola chiesa di San Michele, realizzata in legno e contenente un altare che raffigurava proprio San Michele, San Pietro e San Paolo.

... Pagina 2/2 ...Il fiore all’occhiello dell’attuale chiesa è la statua della Madonna del Rosario, portata qui dall’Italia nel maggio del 1855, che nel 1875 convinse il re Franz Joseph I a visitare la chiesa durante il suo viaggio in Dalmazia. Nel 1888, invece, il principe Joseph II di Liechtenstein donò alla chiesetta due grandi campane. Altri interessanti edifici religiosi sono la Chiesa di Sant’Antonio, la Chiesa di San Rocco e la Chiesa di San Nicola.

Infine, dopo aver scoperto anche il piccolo tesoro architettonico di Trpanj (Trappano), i visitatori potranno abbandonarsi al divertimento e lasciarsi incantare dalle magiche serate di festa che si svolgono lungo la costa. Dopo gli inverni silenziosi e quieti, in estate la cittadina rinasce, e oltre alle manifestazioni tradizionali offre un’ampia scelta di concerti all’aperto, le cosiddette Notti dei Pescatori e le serate all’insegna della cucina, quando per le vie del borgo e sula spiaggia si serve il pesce cucinato alla griglia accompagnato dai vini migliori.

L’atmosfera è resa ancor più indimenticabile da un clima mediterraneo piacevolissimo, caratterizzato da inverni miti e estati calde, ma sempre rinfrescate da una dolce brezza marina. Gennaio è il mese più freddo, con temperature medie comprese tra i 2°C di minima e gli 8°C di massima, mentre luglio e agosto sono i più caldi: 19°C di minima e 31°C di massima sono i valori medi. Luglio è anche il mese che conta più giornate di sole, infatti piove in media per 7 giorni al mese; da novembre a gennaio si concentrano invece le giornate piovose, che sono in media 13 al mese.

Per raggiungere la penisola di Sabbioncello, a sud della Croazia nella regione di Dubrovnik, ci si può servire del traghetto. Trpanj, che si trova nella parte settentrionale della penisola, è raggiungibile in battello partendo da Ploce. Per raggiungere Ploce ci sono varie possibilità: l’aeroporto più vicino è quello di Dubrovnik, a circa 118 km; in macchina, partendo da Trieste, si entra in Slovenia e si prosegue lungo la E61, vicino a Kozina, per poi entrare in Croazia. A questo punto si prende la strada costiera E61/M12, poi la strada 8 verso Split finché non si arriva a Ploce.
loading...
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close