Cerca Hotel al miglior prezzo

Estate a Cefalonia: tra le spiagge dell'isola ionica della Grecia

Cefalonia, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

E' la più grande delle isole ioniche, Kefalonia con una superfice di poco più di 780 kmq, e quindi consente di dare più volti alla vostra vacanza. Il territorio comprende infatti profonde insenature, elevate scogliere a picco sul mare, spiagge splendide e montagne alte fino a 1600 m all'interno, caratteristiche che possono rendere ogni giorno della vostra vacanza una scoperta di paesaggi diversissimi e piccoli angoli di paradiso.

Cefalonia è stata scoperta da poco dal turismo, e conserva quindi ancora un fascino primordiale, con poche strutture organizzate e grandi spazi alla libertà ed esplorazione. Se amate una vacanza mondana, in mezzo a tanta gente con un intensa vita notturna forse non è l'isola perfetta per voi, ma se invece fate della natura uno dei vostri obiettivi principali del vostro viaggio Cefalonia è un isola dalle mille possibilità.

Per arrivare a Cefalonia è consigliabile il traghetto, l'isola è piuttosto grande e quindi consigliabile avere la propria auto per facilitare gli spostamenti alla ricerca delle spiagge migliori. In alternativa c'è l'aereo e il noleggio di un veicolo sul posto. I traghetti principali che provengono da Venezia, Ancona e Brindidi fanno scalo a Fiscardo a Sami e Poros, mentre dal porto di Argostoli ci sono collegamenti con Zacinto ed il Peloponneso. L'isola ha una forma particolare che ricorda quella di una grande rana, con la zampa posteriore sinistra formata dalla vicina isola di Itaca, mentre quella destra viene formata dalla profonda insenatura della baia di Livadi su cui si affacia la capitale Argostoli.

L'elenco delle spiagge di Cefalonia è molto lungo e ciascuna presenta delle caratteristiche interessanti. Unite poi al paesaggio le rocce a strapiombo, e la particolare macchia mediterranea abbellita dal peculiare Pino Nero che è diventato uno dei simboli dell'isola, e avrete un mix perfetto di natura, mare e...profumo di vacanza.
La spiagga giusta per iniziare il tour dell'isola può essere quella di Myrthos, che si trova a circa metà strada tra Fiskardo e Argostoli ed è costituita da un ampio litorale stretto ai lati da rocce scoscese. E' considerata una delle spiagge di ciottoli più belle del Mediterraneo ed è quindi per questo una delle più affollate. Per arrivarci il bivio si trova a Divarata da dove una strada scende verso il mare con una strada tortuosa nella sua parte finale. Poco più a nord si trova Assos, un altra bella località balneare.

Makris Gialos è un altra spiaggia ben conusciuta, si trova appena a sud di Argostoli ed è costituita da una lunga distesa di sabbia gialla. La parte terminale confina con la spiaggia di Platis Gialos. la vicinanza con la capitale le rendono piuttosto affollate.
Dall'altra parte del golfo di Livadi (riva opposta a Argostoli) si trova Lixouri, cittadina vivace con la possibilità di accedere ad alcune spiagge interessanti. Una di queste è Xi situata nella punta a su, a fianco di Kounopetra, ed è famosa per la sua sabbia dalle tinte rossastre. Ad ovest invece si trova Petani, isolata e poco frequentata ma dai fondali molto belli.

Concludiamo ricordando che le acque di Cefalonia ospitano specie a rischio di estinzione: le tartarughe caretta-caretta, che vengono a riprodursi in queste acque e a deporre le uova in alcune spiaggge della costa settentrionale. Le coste rocciose offrono invece rifugio ai pochi esemplari di foca monaca che resistaono in questa parte del mar Ionio. All'interno invece, lungo i contrafforti del monte Enos, il più alto dell'isola con 1628 m di quota, vive una specie di cavalli selvaggi, anch'essi a rischio di estinizione: i cavalli di Ainos, difficili da osservare ma comunque di grande fascino per il loro portamento fiero ed esuberante.

Parlando di meteo e di clima, Cefalonia ha alcune sorprese interessanti. Innazitutto il suo verde non mente: l'abbondanza di macchia mediterranea, pinete e vegetazione rigogliosa è dovuta alle copiose piogge, che vengono favorite dai rilievi imponenti dell'isola. Per la fortuna dei turisti però le piogge si verificano in massima parte in autunno ed inverno: da ottobre a febbraio i quantitativi mensili si mantengono superiori ai 100 mm /mese, con punte di oltre 180 mm nel mese di dicembre. Il clima però rimane mite, con massime intorno ai 14°C e minime di 7-9 °C circa. Il clima migliore per una vacanza è però, ovviamente, quello estivo, con caldo secco da giugno a settembre, e praticamente assenza di piogge, se si escludono rari eventi temporaleschi. Il mare raggiunge le temperature più elevate (25-26 °C) tra la fine di luglio e l'inzizio di settembre.
  •  
close