Cerca Hotel al miglior prezzo

Le spiagge pił belle di Cefalonia

Cefalonia è un’isola dalla bellezza insolita e indimenticabile, parte dell’arcipelago delle isole Ionie, bordate dal mare limpido della Grecia.
Piccola rispetto ad altre sorelle maggiori, Cefalonia è caratterizzata per gran parte da un panorama prettamente montuoso, la cui vetta principale (1.500 metri), il Monte Ainos, fa parte dell’omonimo parco nazionale.

Ricca di biodiversità, l’isola è circondata da un mare pulitissimo e arricchita da diversi fiumi e laghi, oltre a boschi e un verde rigoglioso e fitto. Tra i suoi punti di forza, spiagge paradisiache a parte, si ricordano le Drogarati Cave, grotte affascinanti e ricche di storia, Argostoli, capoluogo dell’isola, fiorente per location culturali e storiche, oltre che per lo shopping tipico, e numerosi musei, il più bello dei quali è il Museo Archeologico di Cefalonia, che al suo interno contiene reperti di epoca romana, bizantina, greca. Infine, merita una menzione speciale il villaggio di Fiskardo, pittoresco e quasi fuori dal tempo.

Ma vediamo la nostra personalissima classifica delle spiagge più belle di Cefalonia.

Xi Beach, Lixouri, sud dell’isola


Lunga circa 4 chilometri, questa spiaggia è caratterizzata da una bellissima e morbida sabbia di colore rosso acceso. Il mare di fronte al lido, pulito e trasparente, presenta tonalità cangianti che spaziano dal verde smeraldo all’azzurro chiaro. I fondali sono bassi e quindi particolarmente indicati anche per i bambini e per chi non sa nuotare. Sia attrezzata che libera, sulla spiaggia si trovano anche numerosi punti ristoro e chioschi nei quali affittare attrezzature per sport acquatici. Vicini alla spiaggia, infine, si trovano anche dei parcheggi a pagamento.
Selezionata perché: piacerà alle wellness addicted che qui potranno usufruire dell’argilla naturale che si trova sulle scogliere per fare naturali impacchi drenanti.

Kaminia Beach, sud dell’isola


Lunga e piuttosto ampia, la Spiaggia di Kaminia, che si trova nei pressi del villaggio di Skala, è per lo più attrezzata, ma vi si trovano anche tratti liberi. La sabbia dorata è incastonata tra verdeggianti colline e mare azzurro e trasparente. Anche qui i fondali sono bassi e dolcemente digradanti anche se, qua e là, è possibile trovare qualche piccola sporgenza rocciosa. Vicinissimo alla spiaggia, un ampio parcheggio gratuito consente di posteggiare la macchina senza problemi, anche se non si arriva molto presto al mattino. Lungo il lido, poi, ci sono anche molti bar, ristoranti e le tipiche taverne greche in cui assaporare piatti tipici e internazionali.
Selezionata perché: è molto famosa anche per essere una delle spiagge preferite dalle tartarughe Caretta Caretta che qui depongono le uova.

Koroni Beach, sud-est dell’isola


Sita nei pressi del villaggio di Kato Katelios, questa piccola spiaggia è una delle più selvagge e incontaminate dell’isola, arricchita da sabbia rossastra (mista a ciottoli) e un mare limpido e cristallino, dal bellissimo colore turchese. Alle spalle del lido, un ampio parcheggio gratuito, mentre sulla spiaggia si trovano alcuni servizi come noleggio sdraio e ombrelloni, e docce gratuite, ma non ci sono punti ristoro ed è dunque bene munirsi di cibo e bevande (presso il chiosco che si trova sulla strada che conduce alla spiaggia), prima di sceglierla per una giornata di sole e mare.
Selezionata perché: è posta alle pendici del Monte Ainosa, che regala scenari spettacolari, per foto scenografiche.

Assos Beach, sud-est dell’isola


Molto amata dalla popolazione locale, è una delle più consigliate per le famiglie che viaggiano con i bambini. L’acqua pulitissima e trasparente, i fondali bassi e la sabbia, soffice e morbida, sono elementi imperdibili per i più piccolini. Inoltre, i servizi che si trovano in loco sono davvero molti: dal noleggio sdraio e ombrelloni, alle taverne, dove gustare piatti tipici della tradizione greca, dai bar alle cabine, dalle docce ai negozietti. Una parte della spiaggia, inoltre, è completamente libera. Infine, alle spalle dalla spiaggia si trova sia un comodo parcheggio che posti segnalati in cui lasciare l’auto.
Selezionata perché: qui è possibile affittare delle piccole imbarcazioni con le quali partire alla volta di piccole baie incontaminate.

Antisamos Beach, est dell’isola


Situata a circa 22 chilometri da Argostoli, nelle vicinanze del villaggio di Sami, questa spiaggia si presenta come prettamente ghiaiosa (anche se di tipo fine) e il mare è un’immensa distesa turchese, pulito e trasparente. Alle sue spalle, dolci colline circondano la spiaggia e in loco si trovano sia stabilimenti balneari che ampi tratti liberi, oltre ad un comodo punto ristoro. Frequentatissima dai locali e dai turisti, questa spiaggia è una delle più belle di Cefalonia. Infine, nelle vicinanze si trova un enorme parcheggio auto gratuito.
Selezionata perché: è un paradiso per chi pratica snorkeling e vicina alla spiaggia si trova il Lago Melissani, una grotta naturale da visitare con maschera e boccaglio.

Emplisi Beach, nord dell’isola


Circondata da pini e ulivi secolari, questa spiaggia si trova nei pressi del villaggio di Fiskardo. Caratterizzata da ghiaia bianchissima, il mare trasparente ha riflessi azzurro-turchesi. Non troppo lunga né estesa non è attrezzata e non ci sono punti ristoro in loco. Tuttavia, la vicinanza al villaggio consente di fare pause pranzo golose senza dover scarpinare troppo. Grazie alle sue acque ricche di fauna sottomarina, da qui si può partire per esplorazioni subacquee. I parcheggi più vicini, infine, si trovano a Fiskardo e dunque è necessario raggiungerla a piedi.
Selezionata perché: è ideale per chi non ama la folla.

Myrtos Beach, nord dell’isola


E’ la spiaggia più famosa dell’isola, oltre che tra le 30 migliori al mondo. Sita nei pressi di Argostoli, la sabbia è una lunga distesa a mezzaluna che si tuffa nel mare turchese. Ben attrezzata, con punto ristoro e ristorantini di cucina tipica greca, vi si trovano anche porzioni libere. I fondali sono ricchi di pesci e, dunque, molto amati (e fotografati) da chi pratica immersioni o snorkeling. Vicino alla spiaggia c’è anche un parcheggio, ma non è molto capiente per cui si consiglia di arrivare presto al mattino.
Selezionata perché: è la più romantica. Da qui si ammirano, infatti, tramonti eccezionali con il mare che si colora di rosso e arancione al calar del sole.

Livadi Beach, nord-ovest dell’isola


Situata a nord di Lixuori, questa piccola spiaggia è inadatta a chi cerca comodità e servizi (perché ne è totalmente sprovvista, fatta eccezione per un minuscolo baretto posto all’ingresso). La sabbia fine e bianchissima, il mare turchese e trasparente, la vegetazione che le cresce rigogliosa intorno regalano a questo lido un’aura selvaggia e fuori dal tempo. Unico cenno di antica presenza umana, un edificio militare ora in disuso che sorge accanto al litorale.
Selezionata perché: è uno degli spot più belli per chi pratica snorkeling.

Makris Gialos Beach, ovest dell’isola


Letteralmente il nome significa “spiaggia lunga” e ne descrive già la conformazione: parecchio estesa, sabbiosa e completamente priva di ghiaia e rocce, questa spiaggia è spesso premiata con il riconoscimento di Bandiera Blu. Molto ben attrezzata, con stabilimenti balneari, ristoranti, bar e chioschi per affittare attrezzature acquatiche, la spiaggia presenta però anche aree libere. Sita vicino ad Argostoli, il suo mare è pulitissimo e dal bel colore turchese e i fondali sono bassi, così da renderla perfetta anche per i bambini. Sulla strada retrostante, infine, si trovano tanti comodi parcheggi gratuiti.
Selezionata perché: è il paradiso del jet-ski.

Platis Gialos Beach, ovest dell’isola


Contigua alla precedente, anche questa spiaggia è composta da sottile sabbia dorata ed è attrezzata di tutto punto. Stabilimenti balneari, punti ristoro, docce, cabine (gratuite), ristorantini tipici, nei pressi di Platis Gialos c’è anche un ampio e comodo parcheggio (anch’esso gratuito). I fondali bassi, l’acqua cristallina e dal bellissimo color turchese e l’assenza pressoché totale di venti forti la rendono perfetta anche per i bambini. Non molto grande, questa spiaggia risulta comunque scarsamente affollata, anche nei picchi della stagione estiva.
Selezionata perché: la roccia che affiora dal mare, al termine della baia, è chiamata il piede del turco e intorno a sé raccoglie una miriade di pesci variopinti.

Vatsa Beach, ovest dell’isola


Sita nella località omonima, questa spiaggia si trova incastonata in una baia a forma di mezzaluna, è lontana da città e villaggi e preserva, dunque, caratteristiche prettamente rurali. La località di Vatsa, fondata ai tempi dei Romani, conserva anche numerosi ritrovamenti di quell’epoca, tra cui alcuni pregevoli mosaici, oltre a tracce del passaggio di navigatori veneziani. Sulla spiaggia di sabbia dorata si trovano, inoltre, alcuni resti di un antico tempio romano. Dalle dimensioni raccolte, il lido è sia libero che gestito e vi si trovano anche una taverna che propone piatti tipici greci, un piccolo bar e un punto noleggio imbarcazioni. E’ possibile parcheggiare l’auto lungo la strada.
Selezionata perché: qui si fa davvero un tuffo (anche) nella storia.
  •