Cerca Hotel al miglior prezzo

Fourni (Grecia), mare e spiagge dell'isola e dell'arcipelago omonimo

Tra le isole greche di Icaria, Samos e Patmos, nella parte nord-orientale del Mar Egeo, brilla una costellazione di rocce, grandi e piccole, affioranti dal mare: è l’arcipelago di Fourni, composto da tre isole principali e da una miriade di scogli lucenti, che come pepite di un tesoro affiorate in superficie si immergono tra onde cristalline e spumeggianti. I frammenti rocciosi maggiori, detti Fourni, Thimena e Aghios Minas, sono la meta ideale per chi cerca una vacanza dominata dal relax e dalle bellezze naturali: qui sarete accolti da un paesaggio lussureggiante, che profuma di macchia mediterranea e regala frutti prelibati, e da spiagge incantevoli dal sapore selvaggio.

Si capisce immediatamente che Fourni è in gran parte incontaminata, affezionata alle tradizioni di sempre e ancora estranea al turismo di massa più invasivo. I pochi abitanti delle isole si dedicano con devozione alla pesca, e ogni sera, prima del tramonto, le reti cariche di pesce freschissimo vanno a rifornire il mercato ittico di Atene. Anche voi, durante le vostre vacanze, potrete gustare tante pietanze prelibate, come la tipica grigliata di aragoste, ma anche il formaggio Myzithra e lo squisito miele dell’isola.

La più estesa delle tre isole è quella che dà il nome all’arcipelago intero, ovvero Fourni: si tratta di un luogo silenzioso e tranquillo, che offre ai visitatori la possibilità di vivere a stretto contatto con la natura, in uno scenario dall’aspetto pittoresco e bizzarro. La forma dell’isola è infatti molto particolare, costituita da due parti distinte, una settentrionale e una meridionale, unite soltanto da una stretta lingua di terra. Popolata sin dall’antichità, covo di pirati in epoca bizantina, Fourni è oggi un paradiso di calette rocciose solitarie, con tre piccoli villaggi di pescatori concentrati sulla costa occidentale: il porto di Fourni, Kambi verso sud e Chryssomilia verso nord.

Seconda per dimensioni, ma altrettanto affascinante, è l’isoletta chiamata Thimena, ancora più primitiva e intatta: qui c’è un solo piccolo nucleo abitato, con il medesimo nome dell’isola, affacciato al mare proprio di fronte alla cittadina di Fourni. Per raggiungere questo scoglio selvaggio, un paradiso per chi vuole dimenticare la vita frenetica di ogni giorno, si può noleggiare un caicco o ci si può imbarcare su quelli che quotidianamente congiungono Fourni e Icaria.

Diverse per forma e dimensioni, le isole che compongono l’arcipelago di Fourni hanno in comune il paesaggio straordinario, più perfetto di un dipinto, che ad eccezione del clima mediterraneo ricorda i fiordi norvegesi. Le spiagge delle isole sono perlopiù calette di piccole dimensioni, timide e talvolta difficili da scovare, raggiungibili via mare o tramite sentieri immersi nella vegetazione: incastonate tra la pineta e le rocce arse dal sole, sono delle parentesi incantate di relax e serenità. Tra le più belle spiaggette ci sono quelle di Ambelos, Kambi e Manta nella parte meridionale di Fourni, quelle di Bali e Kamari sulla costa settentrionale, e quelle Keramidou e Lakos sull’isola di Thimena. In particolare, a Fourni, vale la pena di visitare le calette della zona sud, vegliate dall’alto di un’altura dall’antico monastero di Agios Ioannis.

Per visitare Fourni dovete innanzitutto raggiungere la Grecia: dall’Italia potete farlo in aereo, partendo da numerose città, e atterrando nella capitale Atene. Una volta giunti in Grecia potrete conquistare Fourni via mare, salpando con il traghetto dal Pireo, da Icaria o da Samos, oppure con gli aliscafi che partono da Samos.

Il clima che vi attende, come già accennato, è di tipo mediterraneo, caratterizzato da estati calde e soleggiate ma addolcite dalla brezza, inverni miti e precipitazioni moderate, limitate ai mesi invernali. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno infatti da una minima di 8°C a una massima di 14°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 22°C ai 31°C. Le precipitazioni raggiungono il picco massimo in dicembre e gennaio, quando piove in media un giorno ogni due.
  •  

 Pubblicato da - 25 Marzo 2010 - ę Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close