Cerca Hotel al miglior prezzo

Kea (Tzia), l'isola delle Cicladi a due passi da Atene

Pagina 1/2

Kea (Tzia) è l’isola delle Cicladi più vicina ad Atene, ed è quindi meta di turisti, molti dei quali greci, specialmente durante i week-end e i periodi brevi di vacanza. Nonostante il buon flusso turistico Kea è però una delle isole più grandi dell’arcipelago delle Cicladi e consente quindi a tutti di trovare il proprio angolo di tranquillità lungo le numerose spiagge che bordano la linea di costa dell’isola.

A Kea non vi è alcun aeroporto ed è quindi necessario volare sull'aeroporto internazionale "Eleftherios Venizelos" di Atene. Da qui ci sono regolari servizi di autobus fino al porto di Lavrion (Lavrio), dove ci sono i traghetti che svolgono il sevizio quotidiano tra i porti di Lavrion e Kea, con circa 1 ora prevista come tempo di navigazione.
Kea è anche collegata ad altre isole del gruppo delle Cicladi e cioè a Syros Kythnos, Anafi, Ios, Thirassia, Naxos, Sikinos, Syros, Paros e Santorini.

Come si evince dalla scarsità di vegetazione il clima di Kea è piuttosto arido, specie in estate quando il sole regna sovrano per la stragrande maggioranza delle giornate. Caldo e sole vengono mitigati unicamente dal Meltemi, il vento costante da nord-est che spazza con impressionante regolarità il mare Egeo durante la stagione estiva, anche per la gioia degli amanti del surf. Le temperature raggiungono valori elevati a luglio ed agosto, ma ricordatevi che se visitate alla sera la sua capitale Ioulida, di avere con voi almeno una felpa, visto che si trova in collina.

L’interno di Kea presenta anche rilievi montuosi, ed il punto più alto riesce a raggiungere i 560 m di altitudine. Proprio nel cuore delle montagne si trova il villaggio più importante, Ioulida detto anche Chora: Il paese di Chora o Ioulida, è la capitale dell 'isola di Kea. Si tratta dell’antica Ioulis e si trova circa 5 km e mezzo dal mare, e cioè dal porto di Korissia. Il suo nucleo storico, ben preservato, è libero dalle autovetture che devono essere lasciate alla periferia della città, e questo è un aspetto positivo che consente di godersi il villaggio al meglio delle sue possibilità. Non è poi così raro vedere utilizzati glia asini, il sistema di trasporto più antico, utilizzato più che altro per il trasporto dei materiali e più saltuariamente delle persone.

A Loulida potete giungere con un mezzo proprio, magari la vostra auto se l’avete portata con voi, ma la città è bene collegata con gli altri villaggi presenti sull’isola con un efficiente servizio autobus. Alcuni collegamenti ricorrenti sono quelli con le cittadine di Gialiskari, Korissos, Mylopotamos, , il porto di Vourkari e Otzias. La parte più affascinante è il Kastro, la’rea antica che come dice il nome possiede antiche fortificazioni, oltre che ai resti di un muro veneziano, e una acropoli. Nelle sue vicinanze si trova chiesa di Agia Paraskevi, costruita all'interno di una grotta, e poi vi sono dei caratteristici sedili, direttamente scolpiti sulla pietra.
Una visita della Chora di Ioulida deve anche il monastero di Panagia Kastriani che oltre ad essere il più importante monastero di Kea, offre la sua magnifica posizione in cima ad una roccia da dove si gode di splendida vista sul mare.
Se avete tempo, e gli orari di apertura corrispondono alle vostre esigenze, potete visitare anche Il Museo Archeologico che si trova sempre nella Chora.

Il secondo villaggio per importanza di Kea è Korissia, una meta che tutti visitano anche perché è il punto di passaggio obbligato per arrivare sull’isola di Kea. Questo pittoresco porto è stato costruito nell’antichità su di un insenatura naturale tra le più sicure della Grecia, come ci testimoniamo e le rovine presenti sul sito dell’antico porto.
... Pagina 2/2 ...L’arrivo a Korissia è emozionante, dal mare non si può non rimanere incantati dal porto incastonato tra le colline che rimane circondato dai bianchi appartamenti, dalle ville costruite in stile tipico egeo e con i tetti colorati dalle tegole.

Kea è stata inoltre benedetta con un certo numero di belle spiagge, quasi tutte in baie protette anche se non tutte sono accessibili da terra. Per questo motivo la classica procedura è trovare un Taxi boat, una barca che vi conduce ad una delle tante calette, e vi viene riprendere all’ora concordata. Negli ultimi anni poi basta anche un solo sms per mandare un segnale che organizzi il vostro rientro al porto.

Partendo da sud verso nord, lungo la bella costa occidentale, si trova una serie di spiagge davvero piacevoli: Liparo, Kambi, Lygia, Koundouros, Kastelakia, Pisses, Mavrambeli, Xila, Melissaki, Gialiskari e Otzias. Quest’ultime due sono le più frequentate e popolari (specialmente Galiaskari) in quanto si trovano più vicino alle zone turistiche la spiaggia di Pisses è considerata la migliore, e si trova a circa 11 chilometri da Ioulida. La spiaggia rimane alla fine di una valle di alberi da frutto, con cipressi e fiori a fare da bucolico contorno.

Anche Koundouros merita una sosta, ed è una delle molte spiaggette di sabbia che seguono la costa al di là dell’arenile di Pisses. Qui si possono trovare delle camere in affitto ed anche delle ottime taverne, ed inoltre possiede i lvantaggio di rimanere ben protetta dal Meltemi.
Anche la spiaggia di Liparo possiede un paesaggio molto bello, e si trova al termine della gola rocciosa di Vathirrema

Sulla costa orientale vi si trovano altre spiagge molto belle, ad quelle di Kalidonychi, Spathi, Orkos, Sykamia, Kaliskia e Agios Filippos limitando la scelta solo a quelle più famose, ma in realtà il numero è decisamente superiore.

Eventi a Kea.
Il periodo più attivo per visitare Kea e in particolare la Chora di Ioulida è quello festival della Panagia, e cioè il 15 agosto, ricorrenza che si osserva in tutta la Grecia, che colora il villaggio di costumi tradizionali, musica e danza.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close