Cerca Hotel al miglior prezzo

Dhermi (Albania): spiagge, mare e vita notturna

Dhermi, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Ha il piacevole vizio di mettere i brividi per quanto bella ed entrare letteralmente nella pelle suscitando fiabesche emozioni. Sarà anche per questo che il suo nome ricorda per pura assonanza la parola “epidermide”, sebbene non vi sia un chiaro riferimento etimologico. Dhermi è un paese che in Albania ha tante qualità e prerogative, prima fra tutte essere affacciata sul mare e possedere di rimando alcune fra le più incantevoli spiagge dell'Albania del litorale adriatico nazionale.

Ricama con le sue case le montagne dell’entroterra e il suo sguardo s’allarga in prospettiva sull’immenso azzurro delle acque che ne rinfrescano dolcemente il viso esposto alle delicate brezze marine, con il Monastero di Santa Maria (simbolo dell’intero abitato) a presiedere città e campagna tramite una bianca veste scorgibile da chilometri di distanza. Nel territorio si contano almeno una trentina di luoghi sacri, complessi monasteriali come San Theodori, Stavridhi e il Monastero della Madonna.

Le spiagge di Dhermi

Il paese s’abbarbica su per i rilievi per poi tornare giù gradatamente impressionando per lo spettacolo imbastito, una sequela di terrazzamenti che derivano fino a lunghissime lingue di sabbia, ghiaia e roccia, ovvero le spiagge di Dhermi, Drimadhes e Palase: per loro le dimensioni contano, essendo ciascuna estesa non meno di 5 km e larga 200 metri, numeri importanti per mete turistiche isolate ma perfettamente attrezzate. Più a sud troviamo anche la più piccola, ma non per questo meno bella, spiaggia di Gjipe.

Per quanto amene, infatti, il loro slancio moderno si fa sentire e dunque chi vi si reca in vacanza troverà il mondo del divertimento ad attendere, pedalò, canoe e persino moto d’acqua per poter organizzare tour personali volti a contemplare le soverchianti bellezze di queste terre, compresa l’ormai celeberrima Grotta dei Pirati accostata a tantissime piccole baie da scoprire.

Natura ed escursioni

Quando si è fuori dell’acqua, tutto l’hinterland di Dhermi è un’avventura con tutti gli elementi selvaggi del caso. Questo induce ad attrezzarsi bene e noleggiare mezzi idonei a superare qualunque asperità del terreno. Non è inusuale imbeccare gruppi di avventori a bordo di grossi fuoristrada e sembra perciò di essere nella savana africana, su e giù per safari ideali anche se… qui siamo in Albania. Gambe in spalla, allora, se si vuole girare, mentre anche rimanere a Dhermi offre molti stimoli perché il borgo sa sedurre con somma semplicità rilevata nei piccoli e stretti vicoli e lungo quelle strade costellate di locali, negozietti, bar e stuoli di ristorantini economici e stuzzicanti.

Vita notturna a Dhermi

Gli amanti della vita notturna constateranno che Dhermi non è poi tanto diversa da mete più blasonate come Rimini e Ibiza, vive di giovani, di entusiasmo turistico e la gioia di vivere delle famiglie. Le notti sono brevi, le giornate molto lunghe e intense, ergo vale la pena riempirle con piani che appaghino scacciando ogni residua forma di noia: tanto c’è da fare e vedere, percorrere tracciati di trekking, saggiare ogni centimetro di costa e toccare tappe naturalistiche eclatanti come il Parco Naturale di Llogara, il Parco Archeologico di Orikum e la Sorgente dell’Occhio Blu.

Come arrivare

Dall’aeroporto di Tirana occorre raggiungere la località percorrendo la SS Valona – Saranda ed è dunque comodo noleggiare un’auto per assolvere allo scopo; in alternativa si può optare per autobus a partenze regolari.

  •  

News più lette