Cerca Hotel al miglior prezzo

Naarden (Olanda), visita alla cittą fortificata

La regione dell’Olanda Settentrionale (Noord-Holland) assomiglia a una corona adagiata intorno alla capitale: Amsterdam è il centro pulsante di questa penisola verde, ricca di storia e di cultura, ma sarebbe sbagliato considerare le altre città dei semplici satelliti di secondaria importanza. Il caso di Naarden è emblematico: non è tra i centri più popolosi, più conosciuti o più ricchi di capolavori architettonici, ma è semplicemente unica per la sua forma elegante e per il suo passato di città-fortezza. Con poco più di 17 mila anime, situata nella zona ‘t Gooi, Naarden è a una ventina di chilometri dalla capitale e rappresenta un vero e proprio monumento: dall’alto sono inconfondibili la pianta, a forma di stella a 6 punte, e i numerosi canali che ricoprono quasi la metà della superficie totale.

Naarden ha sempre vegliato sulla vicina Amsterdam. Elevata al rango di città nel XIV secolo, crebbe velocemente e divenne un fiorente centro tessile, dotato di imponenti fortificazioni che tuttavia, tra il Millecinquecento e il Millesettecento, non poterono frenare le occupazioni da parte di Filippo II di Spagna, Luigi XIV di Francia e dei prussiani. Oggi rappresenta la città-fortezza meglio conservata d’Europa, un indiscutibile capolavoro dell’arte militare, la cui funzione difensiva ha ceduto il passo a un’atmosfera raffinata e cordiale: sono solo poco più di mille i residenti che hanno il privilegio di abitare all’interno delle mura, ma a tutti è concessa una magica passeggiata in questo scrigno di memorie vivide.

La struttura fortificata, la Naarden-Vesting, vanta sei bastioni massicci, una cinta muraria doppia e un doppio fossato pieno d’acqua, ed è quasi interamente aperta al pubblico. Le suggestive abitazioni della città vecchia risalgono alla fine del Cinquecento, quando gli spagnoli rasero al suolo la città, e una di esse porta la targa che ricorda proprio quel massacro perpetrato da Don Federico di Toledo. Da non perdere il Vestingmuseum (Museo della Fortezza), accessibile dagli spalti merlati, allestito negli antichi alloggiamenti militari: qui sono custoditi gli oggetti che i soldati utilizzavano tra la metà del Trecento e il 1945, come alcuni cannoni originali del XVII secolo. Se l’esplorazione dei corridoi angusti dà un’idea di quanto fosse dura la vita dei combattenti, è rilassante e quasi romantico il giro in barca lungo il fossato, che dura tre quarti d’ora e si effettua tra aprile e settembre, con partenza da Nieuwe Haven.
Inoltre, tra maggio e giugno, la fortezza è sede di un grande evento culturale dedicato alla fotografia, il Festival-OFF, con esposizioni e spettacoli collaterali di vario tipo.

Al centro della città si erge la Grote Kerk (Chiesa Grande), imponente basilica gotica eretta tra il Tre e il Quattrocento, famosa per la volta lignea affrescata con episodi biblici. Utilizzata tutto l’anno per grandiosi concerti d’organo (il biglietto costa 5 euro), comprende la Waalse Kapel in cui riposa il riformatore seicentesco Jan Amos Komensky, conosciuto a livello mondiale come Comenius. La sua biografia è raccontata per immagini e documenti nell’adiacente Comenius Museum, aperto dal martedì alla domenica.

Raggiungere Naarden è comodo con ogni mezzo, vista la vicinanza della capitale olandese e l’efficienza delle vie di comunicazione dell’area. La stazione ferroviaria di Naarden-Bussum è collegata con la stazione centrale di Amsterdam mediante due corse ogni ora, e una volta arrivati è facile raggiungere la fortezza con l’autobus in 5 minuti. In città il mezzo più suggestivo, e per certi versi pratico, è certamente la bicicletta: dalla fortezza passa infatti la strada ciclabile nazionale LF23, ottima per scoprire il fossato a stella e il vicino Lago di Gooi. L’aeroporto di Amsterdam-Schiphol è a una trentina di chilometri.

Il clima che troverete a destinazione è abbastanza mite, con temperature gradevoli in ogni periodo dell’anno ma precipitazioni diffuse, concentrate soprattutto tra novembre e gennaio (20 giorni di pioggia mensili). I valori medi di gennaio, il mese più freddo, variano tra una minima di 1°C e una massima di 5°C, mentre in luglio e agosto oscillano tra i 15°C e i 22°C.
  •  
loading...
close