Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Llangollen

Llangollen (Galles): l'acquedotto, la ferrovia storica e la visita al villaggio

Pagina 1/2

Abitata da poco più di 3500 persone, la piccola Llangollen si è imposta negli ultimi anni come interessante meta turistica grazie ad una ricca proposta culturale e a un notevole patrimonio storico.
La cittadina sorge sulle sponde del fiume Dee, nella contea del Denbighshire (nord-est del Galles), e prende il nome dal suo fondatore – il frate Collen – che gettò le basi per la nascita di una chiesetta da cui poi si sviluppò il borgo nel VII secolo.

Storia

È solo dal XIX secolo che Llangollen ha assunto una certa importanza, soprattutto grazie alla sua posizione sulla strada principale che unisce Londra a Holyhead; fino all'Ottocento la strada – percorsa dalle diligenze – presentava molte difficoltà, ma l'intervento dell'ingegnere Thomas Telford (il quale arrivò perfino a deviare il corso del Llangollen Canal per migliorarne il percorso) la rese una via di comunicazione di primaria importanza per il paese.

La strada e l'arrivo della ferrovia (la Vale of Llangollen Railway), oltre alle risorse naturali del territorio, furono terreno fertile per la nascita di nuove industrie, che si andarono a sommare ai mulini ad acqua già esistenti da secoli. Nacquero così concerie e industrie tessili che contribuirono allo sviluppo economico di questa località.

Cosa vedere a Llangollen

Ovviamente la storia di Llangollen non si limita al forte sviluppo che ebbe nel XIX secolo, come dimostrano i numerosi edifici storici disseminati nel territorio. La St.Collen 's Church è la chiesa più antica della città: è quella che fondò lo stesso Collen nel VII secolo, anche se ovviamente è stata ripetutamente rimaneggiata nel corso dei secoli.

Altrettanto significativo è il Dee Bridge, lo splendido ponte costruito nel 1345, mentre fuori dal paese si possono scoprire alcuni dei più significativi siti gallesi: tra questi i resti dell'antico castello di Dinas Brân, su una collina che domina Llangollen e che può essere raggiunta a piedi: secondo la tradizione popolare, questo potrebbe essere il possibile luogo di sepoltura del Santo Graal delle leggende arturiane, e fu anche la residenza di Madoc ap Gruffydd Maelor (il fondatore di Valle Crucis Abbey) e forse anche una roccaforte di Eliseg, il Principe di Powys nel VI secolo. Quello che è certo, tuttavia, è che qui regna una pace davvero magica e che il panorama sulla vallata è davvero imperdibile.

L'altro grande sito d'interesse storico è la Valle Crucis Abbey, o almeno ciò che ne resta.
L'abbazia fu fondata nel 1201 dal governatore Madoc ap Gruffydd Maelor e divenne la casa dei monaci cistercensi, i quali vivevano isolati dal resto del mondo. Dell'antica struttura rimangono oggi molti dettagli originali, tra cui una porta riccamente intagliata, una bella finestra e un'iscrizione del XIV secolo, ma anche l'estremità orientale dell'abbazia e la sala capitolare con il suo tetto a volta.
Una visita alla Valle Crucis Abbey evoca le abitudini e la vita, così come vizi e virtù dei monaci cistercensi; oltre ad essere uomini di fede, erano grandi allevatori di pecore, ma le rovine mostrano anche come nel XV secolo l'abate decise di costruire per se stesso un appartamento privato riscaldato. Il complesso dell'abbazia fu in gran parte distrutto durante il regno di Henry VIII e oggi si possono visitare le rovine (a pagamento) situate lungo la A542, circa 3 km a nord di Llangollen.

Sempre fuori città si può visitare le belle Rug Chapel e la Llangar Church, entrambe situate a circa 16 km da Llangollen, che conservano interessanti particolari come affreschi del XV secolo, ma che soprattutto godono di una suggestiva posizione nelle campagne gallesi.

... Pagina 2/2 ... Tornando in paese, Plas Newydd è la splendida dimora delle cosiddette “signore di Llangollen” (Ladies of Llangollen), due nobildonne che si erano innamorate l'una dell'altra e che vissero insieme in questa casa per oltre quarant'anni, a cavallo tra la fine del XVII e l'inizio del XIX secolo.
Lady Eleanor Butler e Miss Sarah Ponsonby divennero un punto di riferimento della comunità locale e, nonostante il loro amore fosse stato ostacolato dalle rispettive famiglie, qui in paese furono sempre rispettate fino alla loro morte, avvenuta nel 1829 e nel 1831. La casa (e l'annesso giardino) in cui vissero con la fedele cameriera è oggi visitabile ed è considerata una delle più belle dell'intero Galles.
Segnaliamo ai lettori che esiste un'altra residenza aristocratica con lo stesso nome – Plas Newysdd – che si trova ad Anglesey, ma le due dimore non sono in alcuna maniera collegate tra loro.

Llangollen non è attraversata solo dal fiume Dee, ma anche da un canale che prende il nome proprio dalla cittadina. L'ingegnere Telford, di cui abbiamo parlato in apertura, progettò uno sbarramento ricurvo (l'Horseshoe Falls) per convogliare le acque del Dee nel Llangollen Canal. Oggi il canale è usato per escursioni in battello trainate da cavalli; gli animali camminano lungo le sue rive accompagnando le escursioni della durata di 45 minuti dei turisti che si imbarcano al Llagollen Wharf.

Il Pontcysyllte Aqueduct

Sempre lungo il canale, circa 6,5 km ad est del paese, il villaggio di Trevor è famoso per accogliere la principale opera dell'ingegnere Thomas Telford: stiamo parlando del Pontcysyllte Aqueduct, dichiarato nel 2009 Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.
Si tratta di un acquedotto navigabile costruito nel 1805 per fare passare il Llangollen Canal sul fiume Dee: ha una lunghezza di 307 metri e un'altezza di 38 metri, sorretto da 19 pilastri che separano campate lunghe 16 metri. La cosa stupefacente, e ovviamente imperdibile, è che si possono compiere escursioni sulle chiatte che navigano il canale osservando la valle sottostante. Non è tuttavia l'unico caso di questo genere in Europa: altri esempi di acquedotti navigabili li potete trovare in questo articolo.

Eventi

Llangollen è nota anche per ospitare alcuni importanti eventi durante l'anno: tra i principali c'è il Llangollen International Music Eisteddfod, che si svolge nel Royal International Pavillion in luglio e richiama oltre 120.000 visitatori. In luglio si tiene anche il Llangollen Fring Festival, che è ormai diventato un appuntamento imperdibile dell'estate gallese.

Come arrivare

Llangollen si può facilmente raggiungere in macchina o in autobus percorrendo la A5, che unisce Londra (220 km verso sud-est) a Holyhead (120 km verso nord-ovest). Gli autobus fanno sosta in Market Street, e sono probabilmente la soluzione migliore durante l'alta stagione, perché i parcheggi auto sono pochi e la cittadina viene letteralmente presa d'assalto dai turisti.

Il treno non serve più Llangollen, anche se la ferrovia esiste ancora: il suo scopo è ormai prettamente turistico ed è percorsa solo da treni a vapore per brevi gite di 12 km dal fascino retrò durante la bella stagione.
Le moderne stazioni di Ruabon e Chirk, invece, sono oggi quelle di riferimento per chi vuole raggiungere Llangollen: da entrambe le località si può poi prendere un autobus per il paese.
Ricordiamo infine che la capitale Cardiff dista 220 km, mentre tra le grandi città inglesi la più vicina è Liverpool (82 km).
loading...
close