Cerca Hotel al miglior prezzo

Cerkno, tra natura e sci in Slovenia

Cerkno, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

L’ex italiano Circhina, un tempo facente parte della provincia di Gorizia sebbene al confine con l’ex Jugoslavia, diviene dopo il 1947 comune sloveno con il nome di Cerkno. Incastonato fra le Alpi Giulie, conta oggi 4.780 abitanti che si godono un panorama montano fatto di valli, passi e varchi molto suggestivi.

Si tratta di un territorio che ha subito fortemente l’influenza dei Longobardi prima e di varie popolazioni slave dopo, con la breve parentesi franca del re Arnolfo. Il centro abitato, mutato in marca di Carniola, passa nel 957 sotto l’autorità del duca di Baviera e nel 976 sotto il Ducato di Carinzia. E’ comune autonomo dal 1849 grazie anche alle decisioni maturate durante il Congresso di Vienna nel 1815, che ha posto le basi appunto per l'autonomia comunale; nel 1927 Cerkno viene assimilato dalla provincia di Gorizia ed è relativamente recente il passaggio definitivo alla giurisdizione slovena.

In questa località, che ingloba ben 30 diversi insediamenti, tra i quali Pieve Buccova, Labigna e Recca San Giovanni, convivono in armonia numerose etnie che contano sloveni, serbo-croati, bosniaci, albanesi, macedoni e italiani. Cerkno è conosciuta soprattutto come comprensorio sciistico che beneficia dei pregi di ben due regioni, la Gorenjska e la Primorska, collegate da una rete viaria molto sviluppata. In loco sono presenti piste da discesa (18 km), snowboard e sci di fondo (5 km) curate e ben congegnate (che prevedono anche l’innevamento programmato sulla totalità della superficie percorribile), raggiungibili dal centro abitato a un’altitudine di quasi 1.300 metri grazie a uno skibus che copre un tratto di ben 10 km.

Il comprensorio si fregia inoltre delle uniche due seggiovie coperte presenti nell’intera Slovenia: la “Lom” conta sei posti, mentre la “Brdo” ne ha quattro; in totale si rilevano 2 skilift, 2 seggiovie biposto, 2 seggiovie quadriposto e 2 seggiovie a sei posti capaci di trasportare ca. 14.000 sciatori all’ora. Risulta attiva una scuola sciistica specializzata nell’insegnamento delle discipline di sci alpino, carving, snowboard e telemark, con offerte collaterali che spaziano dall’asilo sulla neve per i bambini al noleggio e manutenzione dell’attrezzatura, più pista per slittini e ristorante self-service nell’area sportiva.

Cerkno raddoppia la sua ricettività, offrendo intrattenimenti perfino in primavera ed estate: percorribili a piedi numerosissimi sentieri alpini che avvolgono i monti dislocati sul territorio, il più alto dei quali è il Monte Porezen (1.630 m). Visitabili a Dolenji Novaki l’ospedale dei partigiani Franja (testimonianza del coraggio e della solidarietà dei medici operanti nel corso della Seconda Guerra Mondiale, grazie ai quali hanno trovato soccorso oltre 15.000 combattenti della Resistenza), la grotta Ravenska jama – che custodisce bellissimi cristalli di aragonite – e Zakojca, paese natale dello scrittore France Bevk.

Per i turisti più attivi sono a disposizione porzioni zonali ove praticare mountain bike, trekking, caccia e pesca. Il soggiorno viene garantito dall’albergo Cerkno, forte di oltre 180 posti letto, camere spaziose adatte anche a comitive scolastiche, piscina coperta, terme, palestra e campi da tennis. Vicini alla struttura trovano posto alcuni interessanti agriturismi dove è possibile gustare due dei piatti tipici locali, vale a dire gli zlokrofi alla bakalca (fatti con ragù di carne di montone) e il kmecka pojedina (prosciutto cotto alla piastra), accompagnati ovviamente da salsiccia, crauti e polenta saracena.

Non mancano cultura e folclore: la prima si manifesta attraverso molteplici musei (quello di Cerljansko è visitabile tutto l’anno) e siti archeologici sul Paleolitico, mentre il secondo s’incarna nello spettacolare Carnevale delle maschere in legno. A metà maggio è di scena il Jazz Festival, che gli appassionati di musica attendono con trepidazione.

Dove sciare?

Da Cerkno sono raggiungibili, nel raggio di 30km, 2 comprensori sciistici: il comprensorio sciistico Smucarski Center Cerkno Fine stagione (di cui fa parte) e il comprensorio sciistico Vogel Fine stagione (a 21 Km).

Per le nevicate previste e l'innevamento delle piste consultate:
» il Bollettino neve Smucarski Center Cerkno.
» il Bollettino neve Vogel .
  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close