Cerca Hotel al miglior prezzo

Umea (Svezia), visita della cittą delle betulle e al Parco delle Alci

Pagina 1/2

Maggiore centro della Svezia settentrionale, con una popolazione complessiva di quasi 120.000 abitanti, la città di Umeå è un ottimo punto di partenza per esplorare il nord della Svezia, un tempo territorio del popolo Sami, di quella regione transnazionale conosciuta con il nome di Lapponia.

Situata non distante dalle sponde occidentali del golfo di Botnia, laddove le coste baltiche di Svezia e Finlandia si avvicinano a meno di 60 km di distanza l'una dall'altra, Umea si trova a circa 300 km in linea d'aria dal Circolo Polare Artico, e a poco più di 500 km di volo da Stoccolma, la capitale.

Per la sua importante Università e per le tradizioni secolari del popolo Sami, Umea ha ottenuto il titolo di Capitale Europea della Cultura 2014, in una edizione tutta rivolta al nord Europa, vista la concomitanza dell'assegnazione del titolo anche a Riga, capitale della Lettonia.

La storia di Umeå nasce nel 14° secolo, qui in precedenza vivevano solo popolazioni sami, e quindi dedite ad una vita nomade, guidata dalle variazioni climatiche stagionali. Il primo centro abitato citato da documenti ufficiali venne eretto da popolazioni germaniche che risalirono il mar Baltico con le navi. La prima Umea però,verso la fine del 16° secolo, ebbe un periodo difficile e le fu tolto il titolo di città.
Bisogna aspettare il 1622 per vedere risorgere la città, questa volta fondata dal re svedese Gustavo II Adolfo di Svezia.

L'impianto urbanistico attuale non è però quello originale, Umea subì varie vicissitudini, con alcune invasioni russe e soprattutto un devastante incendio nel giugno del 1888 che distrusse gran parte del centro. La rinascita della città, con ampi viali fiancheggiati da betulle, voluti per impedire altri incendi disastrosi, hanno fatto soprannominare Umea come la Città delle Betulle.

Una visita di Umea inizia senz'altro dalla entrale piazza di Rådhustorget e dal Museo del Västerbotten, con contiene sezioni dedicate alla storia della cultura dei sami e della regione, con reperti particolari come un paio di sci in legno, più vecchio delle piramidi e che include anche il museo all'aperto Gammlia, con circa 40 edifici tipici della regione ed organizza attività culturali durante i mesi estivi.

Il Bildmuseet è un museo gratuito che offre una eterogena collezione di opere d'arte, dalla scultura alla fotografia, dall'architettura al design, e organizza ogni anno una quindicina di mostre a tema. Da non perdere l'Umedalen Sculpture Park, che contiene circa 40 opere d'arte, un vero e proprio parco delle sculture, sempre aperto, e come molti musei della zona, del tutto gratuito. Aperto nel 2014, anno dell'elezione di Umea a Capitale Culturale euroea, Guitars – The Museum mette in mostra invece una grande collezione privata di chitarre, bassi ed amplificatori, con una esperienza multimediale molto particolare.
... Pagina 2/2 ...
Oltre che la visita del suo centro, Umea offre un territorio molto interessante dal punto di vista naturalistico, con interessanti opportunità di compiere escursioni ed attività sportive. L'estate è perfetta per esplorare Älgens Hus il primo parco di Alci di tutta Europa (detto anche la Casa dell'Alce), una occasione di vedere questi giganteschi cervidi da vicino. la visita è molto apprezzata dalla famiglie con bambini, che hanno la possibilità di salire in groppa a questi straordinari animali! Il sito del parco lo raggiungete a questo link: www.algenshus.se/
Ricordiamo inoltre che In questa stagione si può praticare il rafting e compiere escursioni in kayak, lungo i fiumi e la costa baltica.

Un po' di storia industriale la si può vivere invece presso l'Olofsfors Ironworks, situato nell'omonima città a circa 40 km a sud-ovest di Umea. La fabbrica fu fondata nel 1762 e ai erge in una posizione pittoresca sulle rive di un fiume. Molto bella è la passeggiata da compiere a piedi sulla Beach Promenade, un percorso di 5 km lungo il fiume Ume.
In inverno la neve cade copiosa, e consente escursioni in slitta, sia con i cani (slegdogging) che tour effettuati in motoslitta, magari accompagnati da un guida sami locale.

Per i Sami il clima di Umea presenta 8 distinte stagioni. Senza però scendere in un dettaglio così spinto, ricordatevi che ci troviamo a meno di 3 gradi dal Circolo Polare Artico e quindi la climatologia è di tipo subartico, con estati fresche e soleggiate, ed inverni piuttosto rigidi e nevosi. Le minime invernali infatti si posizionano tra i -10 e -11 gradi Celsius da dicembre a febbraio, e con le massime che rimangono in media inferiori ai -4°C. Complice le tante ore di luce in estate, da giugno ad agosto il clima è invece gradevole, con massime che arrivano a 18-20°C e minime che oscillano intorno ai 10 °C.

Arrivare a Umeå: bisogna volare su Stoccolma, e potete farlo con le compagnie SAS (Milano, Roma e Bologna) oppure con le low cost Norwegian via Roma e Ryanair che prevede partenze da Orio al Serio (Bergamo). Dalla capitale della Svezia ci sono una dozzina di voli giornalieri, serviti da SAS, e Norwegian, mentre un volo su Umea è effettuato anche dalla compagnia Malmo Aviation che decolla da Bromma. Chi vuole invece noleggiare un'automobile da Stoccolma tenga presente che ci vogliono circa 7 ore di guida per raggiungere il capoluogo della contea di Västerbotten. Umea è collegata al sud della Svezia grazie alla moderna linea della Botniabanan, la ferrovia inaugurata nel 2010 e ci sono quindi collegamenti diretti con Stoccolma.

Maggiori informazioni: visitumea.se
close