Cerca Hotel al miglior prezzo

L'isola di Porquerolles, spiagge e mare cristallino in Costa Azzurra

Porquerolles, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Forse non è così conosciuta in Italia come località turistica, ma l'Île de Porquerolles, la maggiore tra le isole francesi del Mediterraneo dopo la Corsica, è una meta eccezionale per le vacanze di mare, particolarmente apprezzata da un turismo alla ricerca del fascino, del clima e dall'ambiente mediterraneo. Porquerolles, che sorge 5 km al largo della cittadina di Hyères, in Costa Azzurra, fa parte dell'arcipelago delle îles d'Hyères ed è un luogo ideale per godersi il relax sulle sue spiagge, avventurarsi nelle escursioni a piedi o in bicicletta tra i suoi rilievi o per dedicarsi alle immersioni subacquee.

La costa nord è costellata di splendide spiagge sabbiose, la più conosciuta delle quali è nota come la Plage d'Argent, mentre la costa sud, più selvaggia, regala la vista di ripide scogliere ed insenature frastagliate. La natura dell'arcipelago è salvaguardata grazie all'esistenza del Parc National de Port-Cros, che racchiude per intero l'omonima isola e parte delle isole sorelle di Porquerolles ed Île de Levant.

Cenni di Storia

Porquerolles ha subìto, nel corso di secoli, l'influenza di numerose popolazioni (tra essi celti, etruschi, romani e greci), di cui è testimoniata l'antica presenza dai reperti archeologici rinvenuti durante alcuni scavi. L'unico villaggio attuale dell'isola fu fondato ad inizio Ottocento, ma Porquerolles fu acquistata in blocco nel 1912 da un ricco avventuriero per un miliardo di franchi, come gentile omaggio alla sua seconda moglie. Fu una sua opera la creazione dei vigneti che ancora oggi sorgono nel centro dell'isola, oltre duecento ettari di terreno che producono vini pregiati, oltre alla produzione di frutta nelle coltivazioni che si estendono sul suo territorio.
Nel 1971 lo stato francese comprò finalmente l'isola anche per proteggerla dall'urbanizzazione dilagante, classificandola come parco nazionale; il risultato è sotto gli occhi di tutti ed eucalipti, ulivi, pinete, fichi, querce, mirto, lavanda e ginepri, per citare solo alcuni esempi, si alternano rigogliosi nell'intero territorio.

Le spiagge di Porquerolles

Chi visita oggi Porquerolles lo fa principalmente per le sue spiagge, tutte caratterizzate da sabbia fine e acque turchesi; quelle a nord, come detto, sono generalmente facili da raggiungere, mentre quelle della costa meridionale sono più nascoste e raggiungibili attraverso sentieri tra i boschi, ma lo spettacolo che si presenta agli occhi una volta giunti a destinazione ripaga ampiamente della fatica e della relativa scomodità.

Fortunatamente, grazie al piano di protezione e salvaguardia ambientale del parco nazionale che regola severamente i permessi di costruzione sull'isola, le spiagge si presentano al naturale, senza servizi, chioschi ed infrastrutture; la sola Plage d'Argent ospita un bar, mentre le altre godono di un fascino selvaggio che è il vero punto di forza dell'isola.

Mare, sabbia e alberi ricordano un'isola deserta, eppure la Plage Notre Dame, per citarne una tra le più belle, è tutt'altro che remota, trovandosi ad appena 20 minuti di viaggio in barca da Hyères.

La spiaggia de la Courtade è invece la più lunga, stretta tra l'acqua cristallina ed una macchia mediterranea di un verde intenso. Si può raggiungere agilmente dal paese anche a piedi. Vi è poi la Plage du Langoustier, nella zona ovest dell'isola, mentre a sud si susseguono insenature, calette e calanques decisamente più nascosti e meno frequentati.

Cosa vedere sull'isola

A livello architettonico, i punti d'interesse principali sono quelli dell'église Sainte-Anne, dello château Sainte-Agathe (risalente al XVI secolo ed eretto sulle rovine del vecchi castello), dei due forti (rispettivamente del Grand Langoustier e de la Repentance) e del faro del Cap d'Arme. Nell'isola vige il divieto di circolazione ai veicoli a motore, per cui qualunque scorcio o angolo si decida di visitare, occorre farlo a piedi o in bicicletta. Esistono comunque 54 km di sentieri ben segnalati, per cui con pazienza e un buono stato di salute, non esiste punto dell'isola che non si possa esplorare. Si ricorda che in virtù del suo status di area naturale protetta, è proibito accendere fuochi, raccogliere piante e fiori e praticare il campeggio libero.

Come arrivare a Porquerolles

Porquerolles è facilmente raggiungibile in traghetto dal porto di Giens - La Tour Fondue, nei pressi di Hyères, con una traversata di appena un quarto d'ora. Il costo del traghetto è di circa 20 euro per adulti (andata/ritorno). Ovviamente non è previsto il trasporto auto, dal momento che la circolazione a motore è vietata sull'isola. E' però possibile imbarcare la propria bicicletta al costo di circa 15 euro (adulti). In alternativa, ci si può imbarcare anche da Hyeres e dai porti di Le Lavandou o Toulon (Tolone), leggermente più distanti, e con tariffe più alte.
  •  

News più lette

15 Dicembre 2017 Il Presepe Vivente di Sutri

Il Presepe Vivente di Sutri è pronto a regalare il proprio incanto ...

NOVITA' close