Cerca Hotel al miglior prezzo

HyŤres les Palmiers e la penisola di Giens. Vacanza in Costa Azzurra

Pagina 1/2

Situata ad appena 15 km a est di Tolone, 50 km da Saint-Tropez ed 84 km ad est di Marsiglia, la città di Hyères les Palmiers si apre su di una piccola zona al confine tra le coste provenzali e la Cote d'Azur, ai piedi del massiccio dei Maures e con di fronte la penisola della Presqu'ile de Giens oltre la quale si apre la vastità del Mar Mediterraneo.
Con 300 giorni di sole all'anno, un eccezionale paesaggio e un dolce clima mediterraneo, Hyères les Palmiers è anche orgogliosa delle sue belle isole cioè Porquerolles, Port Cros e Le Levant, la penisola di Giens, il suo centro medievale e le sue periferie in perfetto stile vittoriano.

Hyères les Palmiers è anche una famosa baia portuale e nota per le molte attività sportive, a partire dallo scuba-diving, la vela, fun-board e il kite surf.
Questa località ha la particolarità di poter offrire delle spiagge che si sviluppano con direzioni opposte, grazie alla forma allungata della penisola di Giens, e a seconda del vento possiamo trovare la spiaggia adata a noi, se preferiamo l'ebrezza del surf oppure una superficie piatta e trasparente, per la gioia dei bambini.

La penisola di Giens è di 6 km di lunghezza ed è collegata al continente da due istmi che formano un doppio Tombolo (Etang des Pesquiers) e che separano il mare in due. La penisola è la più parte mediterranea della Costa Azzurra ed è nota per i suoi porti locali che prendono il nome di La Madrague, Niel e il Tour Fondue. così come per il pittoresco villaggio di Giens tche si trova all'estremità occidentale della penisola. Sulla parte orientale della penisola, si trova un bacino di 27 000 ettari, la Rade d'Hyeres, di fronte al isole di Porquerolles, Port Cros e Le Levant. Questo è un posto famoso in tutto il mondo per i concorsi internazionali di vela e per gli sport acquatici, e in queste acque si cimentano normalmente ben noti velisti.

Ogni anno qui si possono ammirare gare come il Giro di Francia a vela, il concorso pre-olimpico di vela, o semplicemente ammirare magnifiche barche concorrenti durante le numerose prestigiose regate. A ovest, la baia Almanarre offre un punto speciale per il Kite-surf ed è conosciuto dai migliori surfisti del mondo. Molti campioni passano la maggior parte del loro tempo proprio qui ad allenarsi. Molti eventi internazionali sono organizzati qui, ad esempio la Coppa del Mondo Fun Board, la Coppa del Mondo di kite surf... e una Fiera Nautuca è organizzata qui ogni anno.

Le spiagge sono di sabbia bianca e quando il vento Mistral, il vento occidentale, soffia, crea onde e offre un ottimo parco giochi sulla Plage de L'Almanarre. Quando il vento soffia da est la stessa spiaggia è protetta dal vento e il nuoto è lo sport ideale. Situazione opposta sul lato orientale della penisola di Giens, con il vento orientale che rende mosso il mare della Plage de l'Ayguade e della Plage de la Badine, che invece risultano più gradevoli sotto i colpi del maestrale.

Da vedere a Hyeres.
... Pagina 2/2 ...Se per scegliere la località per la vostra vacanza non basta il sole ed il mare, Hyeres ha da offrire la splendida architettura di una città medievale, che con i suoi palazzi e monumenti raffigura un pezzo di storia della Provenza e della Costa Azzurra. Si può godere il caldo sole passeggiando nelle stradine tortuose del centro, o sotto le palme del lungomare, visitare le botteghe artigiane, i mercati, le pescherie che mostrano il pesce fresco del mediterraneo, i negozi di fiori e le botteghe dove acquistare le olive locali. Ci sono molti caffè, ristoranti e terrazze, animazioni di strada, visite guidate tutto l'anno, insomma la città è viva specialmente durante la stagione estiva che brulica di attività e turisti.

Molto spettacolari sono i Boulevard del XIX secolo adornati di edifici in stile moresco, ma sono i monumenti del cuore storico che richiamano l'attenzione dei visitatori: tra i monumenti segnaliamo la Eglise Sait Louis, una chiesa del 13° secolo, con architettura romanica ma elementi di un primitivo stile gotico. La Tour Sainte Blaise o Tour des Templiers come dice il nome fu eretta dai templari nel 12° secolo. Di notte, ben illuminata, offre una suggestiva visione. Da ricordare anche l'Eglise (Collegiale) de St.-Paul sempre di origine medioevale e che contiene all'interno alcune collezioni di ex-voto.

Esternamente alla città segnaliamo La Tour Fondue, situata all'estremità sud-orientale della Presqu'île de Giens, una fortificazione del 17° secolo che si protende sul mare con una posizione panoramica. Non è possibile visitarle ma la sua vista richiama numerosi fotografi ad immortalarla.

Più a nord troviamo le valli di Borrels e Sauvebonne che per la loro bellezza sono aree protette ambientali. A vocazione principalmente agricola, è qui possibile trovare prodotti locali, trovandosi qui alberi da frutto, vigneti o fiori. Sono anche il luogo giusto per scovare qualche prodotto poco comune di artigianato e sono anche l'ideale per le escursioni a piedi, a cavallo o in bicicletta.

Il periodo migliore per visitare Hyeres è l'estate mediterranea, con temperature gradevoli e prevalenza di sole da giugno a settembre. L'acqua raggiunge i 24-25 °C a luglio ed agosto ed è quindi questo il periodo migliore per la balneazione.
Per arrivare a Hyeres si può utilizzare l'aeroporto cittadino, e cioè il Toulon-Hyeres oppure per chi arriva direttamente dall'Italia con la propria autovettura, si deve seguire la A8 con direzione Marsiglia, per poi piegare sulla A57 in direzione di Tolone, e poi sulla A570 fino a Hyeres città. Foto wikipedia, cortesia: Baptiste Rossi,


loading...
close