Cerca Hotel al miglior prezzo

Bormes-les-Mimosas il borgo e le spiagge della Route du Mimosa

È senza dubbio uno dei più visitati villaggi della regione francese Provence-Alpes-Côte d'Azur, nonché il villaggio più famoso del dipartimento del Var: stiamo parlando della località di Bormes-les-Mimosas, cittadina di oltre settemila abitanti adagiata sulle colline ed affacciata sul Mare Mediterraneo.

Le origini del villaggio risalgono al XII secolo, e sono proprio le sue radici medievali ad attirare i turisti che adorano camminare tra i suoi vicoli tortuosi e gli scorci fioriti di questo borgo perfettamente conservato. Come suggerisce il toponimo, Bormes-les-Mimosas vanta una solida tradizione di ornamenti floreali, tanto da risultare il paese vincitore in Europa nella gara dei villaggi in fiore. È ovviamente il mese di febbraio, quando le mimose sono nel periodo della fioritura, che il paese si trasforma: ovunque si susseguono le piante di mimosa, ciascuna della propria varietà, ed i fiori invadono letteralmente le strade con i loro inconfondibili aromi. Per questo motivo la città è stata inserita come tappa inziale della famosa Route du Mimosa, ovvero la Strada della Mimosa, che si muove per 130 km verso est, sulla costa fino a Rayol-Canadel_sur_Mer, e poi all'interno della Costa Azzurra, fino alla città di Grasse, la capitale dei profumi della Francia.

Non si può dimenticare, tuttavia, come buona parte della fama del villaggio sia dovuta al fatto di essere una delle località ufficiali di villeggiatura del Presidente della Repubblica francese; ogni estate sono molti i curiosi ed i semplici cittadini che si spingono fino a qui per vedere da vicino il loro presidente.

Una passeggiata nelle vie di Bormes conduce inoltre alla scoperta dei suoi edifici storici come la romanica Cappella di San Francesco di Paola situata in prossimità del cimitero e delle vestigia di alcuni mulini a vento. La cappella è dedicata al monaco italiano che, secondo la tradizione, nel 1481, liberò il paese dall'epidemia di peste con le sue preghiere.
L'altra importante chiesa del villaggio è quella di Saint Trophyme: anch'essa edificata in stile romanico nel XVIII secolo, presenta sulla sua facciata una meridiana e alcuni interessanti affreschi originali dell'epoca.

Il sito più famoso di Bormes-les-Mimosas è però Fort Brégançon, situato su un'isoletta a pochi metri dalla riva e proprietà delle famiglie reali di Belgio e Lussemburgo. Com'è facile intuire, è proprio qui che ha la residenza ufficiale il Presidente della Repubblica quando si trova in vacanza sulla costa; il forte vanta una ricca storia fatta di assedi e distruzioni, di conquiste da parte dei Greci nel 400 a.C. e di luogo strategico per il controllo dei commerci fin da epoche remote.
Il primo antico nome di cui si ha conoscenza fu Pergantinum, modificato poi nel corso dei secoli fino a divenire in epoca più recente Brégançon; la prosperità dell'isola è storicamente dovuta alla sua posizione riparata dal vento orientale in quanto luogo di rifugio per le barche che solcavano il Mediterraneo.
Dopo essere stato restaurato nel 1793 per volere di Napoleone con lo scopo di rafforzare le difese sulla costa nei pressi di Tolone (Toulon), oggi il forte è assolutamente curato e salvaguardato da un imponente servizio d'ordine durante i movimentati assedi dei giornalisti e dei curiosi che attendono di scorgere il Presidente di turno, che fin dal 1968, da De Gaulle a Hollande, lo hanno adottato come luogo di villeggiatura.

In paese esiste inoltre un altro castello – classificato come monumento storico nel 1931 – anche se in realtà non è interamente visitabile e di alcune parti rimangono soltanto le vestigia, conosciuto come Château des Seigneurs de Fos, costruito a cavallo tra il XIII ed il XIV secolo e che domina il paese dalla collina, offrendo inoltre uno stupendo panorama sulla cittadina, su Le Lavandou e le isole di Hyères. Un altro panorama spettacolare lo si può ammirare presso La Chapelle Notre Dame de Constance, che si trova in collina a 324 m di altitudine; qui una tavoletta d'orientamento aiuta a riconoscore le montagne e le località costiere.

A Bormes-les-Mimosas si trova anche un museo: si chiama Le Musée d'Arts et Histoire, e lo trovate lungo rue Carnot, ricavato in una ex prigione. Ci sono dipinti del 19° e 20° secolo, alcune sculture ed una particolare collezione di ex-voto, ma è anche sede di mostre temporanee. Per comprendere meglio l'importanza della mimosa a Bormes, infine, consigliamo una visita alle Pépinières Julien Cavatore, un vivaio in cui potrete ammirare una vastissima collezione di varietà di mimose, dove imparerete l'importanza di un corretto taglio e dove potrete acquistare vasi e boquet a prezzi di fabbrica (www.mimosa-cavatore.com).

L'altra grande attrazione di Bormes, oltre ai fiori, gli scorci romantici e le visite del Presidente, è chiaramente il mare: le spiagge di sabbia fine si susseguono su un litorale di 22 km, fiancheggiate da acque cristalline e dalla tipica vegetazione della macchia mediterranea.
Tra le spiagge più conosciute vi è la Plage de la Faviere, la maggiore di Bormes per dimensioni con i suoi 700 metri di lunghezza, dotata di infrastrutture turistiche e particolarmente amata dalle famiglie.

Un'altra bellissima spiaggia è la Plage de Cabasson, così come la spettacolare Plage du Fort de Brégançon, che costeggia la baia dove si trova il famoso forte. La Plage de l'Estagnol, con i sui 500 metri di lunghezza, è una delle più frequentate nonostante appartenga ai terreni di Brégançon e quindi sia ufficialmente proprietà privata; è però proprio grazie alla vigilanza che si è conservata perfettamente così come l'adiacente parco che sembra proteggerla dall'urbanizzazione.
Per chi desiderasse invece qualcosa di più selvaggio, potrà trovarlo alla Plage du Pellegrin, situata all'estremità occidentale del comune, praticamente al confine con La Londe, con i suoi 900 metri di lunghezza, le dune e la pineta circostante.

Il clima di Bormes-les-Mimosas è il classico clima mediterraneo, tipico della Costa Azzurra, con inverni prevalentamente miti, ed estati soleggiate, rotte unicamente da sporadici temporali. In inverno le temperature massime si posizionano su valori gradevoli intorno ai 12-15°C. In estate il caldo viene mitigato dalle brezze, e le temperature massime si posizionano sui 28-29 °C. Le piogge più intense sono invece quelle tardo autunnali e invernali, con valori massimi mensili di circa 100 mm.

Bormes-les-Mimoses si trova in Costa Azzurra nel dipartimento del Var, in Provenza, a metà strada tra Tolone e Saint-Tropez ed è comodamente raggiungibile in auto dall'Italia viaggiando lungo la costa.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close