Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Granville

Granville (Francia), la localitą sulla baia di Mont-Saint-Michel e il suo Carnevale

Pagina 1/2

Situata nel dipartimento della Manica, nella regione della Bassa Normandia, la cittadina di Granville conta poco più di tredicimila abitanti (trentamila se si considera l'intera area urbana) ed è una località turistica molto conosciuta del nord della Francia.

Granville deve il proprio nome a suoi primi occupanti dopo i Vichinghi, ovvero la famiglia Grant, a cui fu assegnato questo territorio come ricompensa per l'aiuto fornito a Guglielmo I d'Inghilterra nella conquista della Gran Bretagna.

Nel XV secolo Granville fu conquistata, assieme a buona parte della Normandia, dagli inglesi, che tuttavia non riuscirono a prendere Mont-Saint-Michel; per questa ragione fortificarono Granville e ne fecero un avamposto di controllo sulla baia. I secoli successivi videro ripetuti scontri tra inglesi e francesi, con battaglie e cannoneggiamenti reciproci sulla città per assicurarsi questo territorio così strategico, ma fu soltanto in piena Restaurazione, all'inizio del XIX secolo, che Granville cominciò ad assumere una nuova fisionomia.

Fu costruito il porto con l'aspetto attuale, il faro e si iniziò a pensare alla città come una potenziale località turistica: già pochi decenni dopo, illustri ospiti letterati come Victor Hugo e Stendhal trascorrevano parte del loro tempo a Granville.

Oggi la città, costruita prevalentemente su un promontorio roccioso, si presenta divisa in tre parti: la città vecchia (o vieille ville), la città bassa e una parte più distante situata sulle isole Chausey a 17 km dalla costa.

La città alta, quella più antica, è accessibile attraverso il ponte levatoio sulla Grande Porte. Si tratta della parte più caratteristica di Granville, dove rimangono tracce delle antiche mura e si concentrano i musei, le gallerie d'arte, le librerie, edifici storici come il Théâtre de la Haute-Ville (già Tribunale del Commercio) e le strade più caratteristiche.

La parte bassa della città, quella più moderna, è invece la Granville balneare, dove si trova la spiaggia. Il carattere elegante di Granville si può ammirare nel suo quartiere insulare di Chausey, situato sull'omonima isola nel Canale della Manica, ma anche nella casa natale di Christian Dior: è qui che nel 1905 nacque il famoso stilista, e oggi la sua casa è stata trasformata in un museo il Musée Jardin Christian Dior – visitabile dal pubblico pagando un biglietto d'ingresso di 4 euro.

... Pagina 2/2 ... Tra gli altri musei da scoprire segnaliamo il Musée d’art moderne Richard Anacréon, e il Musée du Vieux Granville, dove è raccontata la storia locale sotto molteplici aspetti.

Il territorio di Granville è vasto e offre molte possibilità turistiche: si va dalle escursioni in barca alle serate al casinò costruito nei primi decenni del Novecento fondendo gli stili Art noveau e Art decò, da una visita alla Église Notre-Dame du Cap Lihou a una gita alle isole Chausey o alla più lontana isola anglo-normanna di Jersey partendo dal porto di Granville.

L'arcipelago delle Chausey, in particolare, affascina per essere soggetto alla forza delle maree che fa apparire e scomparire in continuazione centinaia di isolette, banchi di sabbia e scogli: in questa zona ci sono fino a 15 metri di differenza tra l'alta e la bassa marea. Pur con effetti non così famosi come nella vicina Mont-Saint-Michel, questo fenomeno si presenta quotidianamente in tutta la sua spettacolarità anche qui a Chausey.

A Granville da quasi centocinquanta anni si festeggia uno dei più importanti carnevali di Francia, che inizia con un grande concerto e prosegue con balli e sfilate di carri fino all'epilogo in cui viene bruciato, così come in molte altre città d'Europa, il Re Carnevale.

In estate, invece, è il Festival Sorties de Bain a catturare l'attenzione dei turisti nella prima settimana di luglio: oltre 150 spettacoli gratuiti di teatro IN e OFF, artisti di strada e un clima festoso che coinvolge tutta la città.

Come arrivare
Granville è raggiungibile in auto sull'autostrada A 84 da Caen o da Rennes prendendo l'uscita n°37 Granville.
In treno si percorre la linea Parigi-Granville (partendo dalla stazione di Montparnasse-Vaugirard), mentre sulla linea Caen-Rennes occorre lasciare il treno e prendere la corrispondenza in autobus a Coutances o a Folligny, a seconda della provenienza.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close