Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Chaumont-sur-Loire

Chaumont sur Loire (Francia): visita al Castello e al festival dei giardini

Pagina 1/2

E’ difficile immaginare qualcosa di più principesco e più regale di un grande castello, con tanto di torrioni, merli, passaggi segreti e ponti levatoi. Uno scenario che fa sognare, lasciandoci immaginare principesse e cavalieri dalle vite avventurose, regalandoci qualche indizio gustoso su come fosse la vita incantata e a volte dura di quei tempi. Eppure esiste qualcosa di meglio: se si prende un castello e lo si immerge in un paesaggio lussureggiante, agghindato di fiori profumatissimi e variopinti, il risultato è ancora più sorprendente.

E’ quello che succede a Chaumont-sur-Loire, comune francese di poco più di mille abitanti, situato nel dipartimento di Loir-et-Cher nella regione del Centro. Un borgo pittoresco che si estende per circa 2 km lungo una strada principale, bordato su un lato dal corso della Loira e sull’altro dalla roccia su cui si innalza il castello, nominato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità. Il gioiello più prezioso di Chaumont è proprio il suo castello, fondato nell’XI secolo dal conte di Blois Odo I, poi passato nelle mani del cavaliere normanno Gelduin, il quale fece consolidare le fortificazione, rendendole ancora più massicce e imponenti. Fu la nipote, Denise de Fougère, a recarlo in dote al suo sposo Sulpice d’Amboise, ponendo il maniero sotto la custodia degli Amboise, in cui rimase per circa 5 secoli.

Incendiato e raso al suolo nel 1455 per volere di Luigi XI, come punizione a Pietro d’Amboise per la sua adesione alla Lega del bene pubblico, il castello venne poi ricostruito grazie all’intervento del re, una volta perdonati gli Amboise. La ristrutturazione, finanziata dal sovrano, avvenne tra il 1465 e il 1475 per mano di Carlo I d’Amboise, figlio di Pietro, il quale fece aggiungere una zona settentrionale oggi perduta. Era il 1560 quando il castello di Chaumont-sur-Loire passò a Caterina de Medici, che vi accolse personaggi importanti e famosi astrologi come Nostradamus. Quando il marito, Enrico II di Francia, morì, la sovrana usò il suo potere per spingere Diana di Poitiers, amante del marito, ad accettare il castello di Chaumont al posto del Castello di Chenonceau.

Da visitare sicuramente il Centre d'Arts et de Nature, il museo correlato al castello, in cui natura e creazione artistica si fondono in un tutt'uno, fornendo una chiave di lettura particolare a tutto il complesso dello Chateaux ed i giardini del Parco del Goualoup. Qui si svolgono mostre ed installazioni artistiche a vario tema. L'ingresso è a pagamento.

Le altre bellezze del borgo sono nascoste nel tessuto urbano del centro, intricato come un labirinto incantevole. Sono numerosi gli scorci suggestivi, le stradicciole in salita e in discesa che si arrampicano su e giù dalla riva del fiume agli speroni rocciosi. Non mancano anche i musei e le esposizioni: la più originale è quella dedicata alle api, detta La Maison des Abelles. A guidare i visitatori lungo le tappe della raccolta del miele c’è un esperto apicoltore, pronto ad insegnare i segreti dell’estrazione, a svelare le differenze tra i fiori e le proprietà dei pollini. Il museo, originalissimo, è composto di sale a forma esagonale, come per riprodurre un grande alveare.
... Pagina 2/2 ...
Ma a Chaumont-sur-Loire l’aspetto più interessante è senza dubbio la voglia di festa, infatti vi si svolgono alcune manifestazioni famosissime e coinvolgenti, che mostrano la cittadina al massimo del suo splendore e sono le occasioni ideali per assaporare l’ospitalità squisita dei cittadini. L’evento più atteso è il Festival Internazionale dei Giardini, che nel 2014 festeggia la 23a edizione: si tratta di una grande festa dedicata ai giardini tematici, che si svolge nel parco del castello e attira in città artisti e esperti floricoltori. Ogni anno, dalla fine di aprile alla fine di ottobre, c’è un tema ispiratore per la creazione di coloratissime composizioni floreali.

Un altro evento caratteristico è il Festival Excentrique, che si svolge alla fine di giugno e ha lo scopo di valorizzare il contesto architettonico, paesaggistico e storico della cittadina, con spettacoli mirabolanti di artisti, giocolieri e musici.

Chi ha deciso di visitare lo splendido castello, ammirare l’esplosione di colori che inonda i giardini, o semplicemente esplorare il cuore suggestivo di Chaumont-sur-Loire, non avrà difficoltà a raggiungere il paese, che gode di efficienti collegamenti stradali e ferroviari. Collocata tra Blois e Tours, a circa 185 km da Parigi, la località è raggiungibile mediante le autostrada A10 e A85, con uscita a Blois o Amboise. Inoltre ci sono numerosi treni diretti giornalieri sulla linea Parigi Austerlitz – Orleans – Tours con fermata nella vicina località di Onzain.

Il clima è gradevole in ogni periodo dell’anno, con valori miti e precipitazioni scarse nei mesi caldi, più diffuse nei mesi invernali. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 2°C a una massima di 7°C, mentre in luglio e agosto, i mesi più caldi, si passa dai 13°C ai 25°C. Le precipitazioni toccano il picco massimo in gennaio, quando piove in media per 12 giorni sul totale.
loading...
24 Aprile 2017 La Mostra di OrTicino a Cameri

La T è maiuscola e non a caso: perché OrTicino, mostra mercato ...

NOVITA' close