Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Amboise

Amboise (Francia). La cittą e il castello nella Valle della Loria

Pagina 1/2

Una terra incantevole, che tra le tante meraviglie racchiude una località magica come Amboise, a sua volta custode di un monumento spettacolare incluso tra i siti del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. La terra in questione è la Francia, precisamente la regione del Centro, e la località di Amboise è incastonata nel dipartimento di Indre-et-Loire, con un totale di circa 11.500 abitanti e una collezione sconfinata di meraviglie in attesa di essere scoperte.

Amata da personaggi illustri come Carlo VIII, che vi morì nel 1498, e Leonardo da Vinci, che vi trascorse i suoi ultimi giorni sino al 1519, la città è famosa soprattutto per l’omonimo castello, fondato nel Quattrocento ma completato solamente nel terzo decennio del XVI secolo, durante il regno di Francesco I.

Quasi non ci sarebbe stato bisogno del riconoscimento dell’Unesco, per capire il valore storico e architettonico di questo splendido maniero, che insieme ai suoi giardini regala uno degli scorci più affascinanti della Valle della Loira. Dopo la realizzazione delle prime fortificazioni, altre costruzioni significative vennero aggiunte ad opera di Carlo VIII, nato e cresciuto in paese. All’esterno della struttura principale si può ammirare la cappella di Saint-Hubert, in stile gotico flamboyant e decorata con alcune pitture che rappresentano scene di caccia, infatti Saint Hubert è il protettore dei cacciatori.

Interessante anche l’ala cosiddetta “di Carlo VIII”, con le residenze del Re e della Regina, e la parte di Luigi XII, in stile rinascimentale, con gli appartamenti del XIX secolo. Ma la zona più spettacolare è certamente quella delle terrazze affacciate sul corso della Loira, occupate da ampi giardini fioriti, dove si possono vedere il busto di Leonardo e il mausoleo islamico dedicato ai seguaci di Abd el-Kader, periti ad Amboise nel periodo in cui quest’ultimo vi era prigioniero.

La visita al castello è resa possibile da vari percorsi tematici, che offrono uno spaccato appassionante su diversi aspetti della storia francese, dal ruolo politico e artistico rivestito all’interno dell’Europa rinascimentale ai momenti di vita quotidiana trascorsi nelle stanze private del palazzo, sino ai retroscena più intriganti della vita a Corte. Ma il castello non è l’unica attrattiva di Amboise: meritano una visita anche due splendide chiese, ovvero la quattrocentesca Eglise St-Florentin e l’Eglise St-Denis del XII secolo, restaurata tra il XV e il XVI secolo. Da vedere la Torre dell’Orologio, l’Hotel de Ville del XVI secolo e la Fontaine di Amboise, una raffinata opera scultorea con decorazioni in bronzo.
... Pagina 2/2 ...
Inoltre la cittadina possiede un secondo castello, forse meno famoso ma altrettanto interessante del primo: è quello di Clos-Lucé, un fiabesco maniero realizzato in pietra bianca e mattoni che assumono un’incantevole sfumatura rosata. Fondato nell’XI secolo sulle vestigia di una preesistente costruzione gallo-romana, l’edificio ospitò per un certo periodo il celebre Leonardo da Vinci, che durante il suo soggiorno organizzò feste e spettacoli memorabili.

Anche oggi, nonostante Leonardo non possa più occuparsi degli eventi mondani locali, Amboise offre ai visitatori tante occasioni di divertimento, svago e relax, durante le quali sarà possibile approfondire la conoscenza della storia cittadina o assaporare davvero le tradizioni della regione. I turisti di origine italiana apprezzeranno particolarmente la Festa Italiana, che si svolge alla fine di maggio e dura alcuni giorni. La manifestazione intende celebrare le arti, i mestieri e i prodotti tipici dello stivale, proponendo delizie gastronomiche e oggetti artigianali della nostra terra.

Per raggiungere Amboise si può scegliere tra diverse possibilità. Chi viaggia in auto e viene da Parigi dovrà percorrere l’autostrada A10 in direzione Orléans/Tours, imboccare l’uscita 18 per Amboise/Chateau-Renault, proseguire in direzione Amboise/D31 e Bléré/Loches. Chi viene da Tours, invece, dovrà semplicemente prendere la D751 in direzione Montlouis/Amboise. Se preferite il treno potete scendere alla stazione ferroviaria di Amboise, situata lungo la linea Tours-Blois-Orléans, mentre l’aeroporto più vicino è quello di Tours, a circa 25 km di distanza.

Clima piuttosto piacevole, con temperature miti e precipitazioni scarse nella stagione calda, più frequenti nei mesi invernali. I valori medi di gennaio, il mese più freddo, vanno da un minimo di 2°C a un massimo di 7°C, mentre in luglio e agosto, i mesi più caldi, si passa dai 13°C ai 25°C. Le precipitazioni toccano il picco massimo in gennaio, quando piove in media per 12 giorni sul totale.
loading...
close