Cerca Hotel al miglior prezzo

Alta Normandia: vacanza nella Francia Settentrionale

Pagina 1/2

Il cuore della costa settentrionale francese è la regione della Normandia, dove i dipartimenti della Senna Marittima (Seine Maritime) e dell’Eure si uniscono a comporre l’Alta Normandia (Haute-Normandie). Una visita nella Seine Maritime offre un assaggio di tutto ciò che di più affascinante e piacevole può offrire la Normandia intera, con la splendida città di Rouen, da cui la Senna prende il via per attraversare sinuosamente una suggestiva vallata costellata di antiche abbazie. A sporgersi verso il mare, affacciato dall’estuario della Senna sul Canale della Manica, c’è il moderno porto di Le Havre: un assaggio di futuro prima di proseguire lungo le candide scogliere della Cote d’Albatre (la Costa di alabastro), dove trovano rifugio i più timidi e discreti villaggi di pescatori, custodi di una bellezza antica e meta di chi, dalla città, ha bisogno di una fuga dal mondo.

L’entroterra è percorso da una fitta trama di corsi d’acqua, che ricamano i pascoli e bagnano le colline, dando vita a un paesaggio che chiede di essere scoperto, anche a piedi o in bici, e che racchiude un’importante eredità culturale che parla di sé in ogni città o paese.

Tra le città più belle c’è sicuramente Rouen, il capoluogo della regione, appollaiata sulle rive della Senna a 113 km da Parigi. Il 6 giugno del 1944 la città subì gravi danni in seguito ai terribili bombardamenti da parte degli Alleati, il giorno del celebre sbarco in Normandia, ma rimboccandosi le maniche dimostrò una grande capacità di recupero, procedendo al restauro dei monumenti più belli e alla risistemazione del centro storico. Alcune ferite, purtroppo, hanno lasciato una brutta cicatrice: gli argini della Senna sono, in certi punti, tristi e desolati, e per chi passeggia in città è più piacevole mantenersi all’interno del centro, di stampo medievale, disseminato di interessanti siti turistici. Spaccata dalla Senna in due metà dall’animo contrastante, la sua più grande ricchezza è proprio data dalla contrapposizione tra la Rive Droite, con le chiese, i musei, i ristoranti e la vecchia stazione, e la Rive Gauche, zona principalmente commerciale, residenziale e industriale.

Grazie all’efficiente rete di trasporti che la collega a tutta l’Alta Normandia, la città è la base ideale da cui partire alla scoperta della zona.

Nei dintorni di Rouen, per chi ama stare a contatto con la natura, c’è il Parc Regional des Boucles de la Seine Normande, con le sue foreste di faggi e querce e le paludi di Marais Vernier. Affiorano dal bosco numerosi villaggi affascinanti, come Aizier e Bourneville, mentre a 15 km a sud della città, sulle rive del fiume, sorge il villaggio di La Bouille, estremamente tranquillo e rilassante, immerso in un’atmosfera di altri tempi. Per godere al meglio del panorama splendido che la Senna può offrire, sarà sufficiente inoltrarsi alla scoperta del Castello di Robert-le –Diable, figura mitica della regione che, secondo la tradizione, aveva il potere di comunicare con gli spiriti e gli esseri demoniaci. Infine, a ovest di Rouen, si snoda la Strada delle Abbazie, un itinerario unico che, tra discese e salite, tratti che costeggiano il fiume ed altri più nascosti tra la vegetazione, tocca le più belle abbazie della zona e i più suggestivi paesini.

A nord-est di Rouen, i fiumi Bethune, Andelle e Epte delimitano una piccola regione caratteristica, detta Pays de Bray: qui la zona si contraddistingue per la vegetazione lussureggiante, le verdi colline dai pendii dolci, i sinuosi corsi dei fiumi e i pascoli silenziosi, oltre alle stupefacenti foreste di faggi giganti.

... Pagina 2/2 ...Ben 120 km di scogliere bianche a picco sul mare congiungono Le Tréport e Le Havre, e costituiscono la Costa di Alabastro: si tratta senza dubbio del più bel tratto di costa della Normandia. Le pareti di gesso delimitano spiagge rocciose e si spaccano dando origine ad aride gole, splendide e spaventose allo stesso tempo. Lì dove i fiumi hanno eroso il terreno fino al mare sono sorti i centri principali: Le Havre, sull’estuario della Senna, è il secondo porto per importanza della Francia, nonché la principale via di comunicazione verso l’Inghilterra e l’Irlanda; Dieppe sorge sull’Arques, Fecamp sul Valmont e Le Tréport sul Bresle.

Il secondo dipartimento che contribuisce, con la sua bellezza discreta e fuori dal tempo, a formare la bellissima Haute-Normandie, è l’Eure: qui non è presente lo sbocco verso il mare, per cui la zona viene risparmiata dall’assalto invadente dei turisti a caccia di spiagge. Tuttavia, le attrattive degne di essere visitate non mancano: molti vi si recano per vedere il rigoglioso giardino di Monet a Giverny, mentre altri preferiscono percorrere le pianure, le valli e le fitte foreste della parte più interna della regione. A testimoniare il tumultuoso tempo in cui i re d’Inghilterra e di Francia si contendevano ferocemente il territorio dell’Eure, si ergono le imponenti fortezze di Gisors e Chateau Gaillard, oltre ad antichi villaggi sconosciuti e quasi dimenticati. Un’altra attrattiva sono le cittadine sui fiumi, tra cui Vernon e Les Andelys sulla Senna.

Circa un quinto del territorio è ricoperto da folte foreste, che con il loro bel verde intenso creano un affascinante contrasto con le pianure coltivate a grano nei dintorni di Evreux. Per godere appieno delle bellezze dell’Eure è consigliabile dotarsi di un’automobile, poiché i trasporti pubblici sono sporadici o addirittura assenti in alcune zone.

Tra le manifestazioni più importanti dell’Alta Normandia ricordiamo: la Rouen Armada, una grande festa organizzata dalla città ogni quattro anni, durante la quale vengono offerti spettacoli pirotecnici, concerti, varie regate e una sfilata di circa cinquanta barche a vela e navi da guerra; l’Arche des Enfants a Dieppe, manifestazione durante la quale, da molti anni, 2500 aquiloni, ciascuno dipinto da un bambino della città, vengono fatti volteggiare nel cielo che sovrasta la spiaggia; nel piccolo villaggio di Etretat, il giovedì dell’Ascensione ha luogo la Benedizione del Mare, che risale al Medioevo e comprende varie esibizioni musicali, oltre ala benedizione vera e propria che viene fatta spargendo fiori sul pelo dell’acqua.

In quest’area geografica convivono climi di vario tipo, dati dall’incrocio di influenze oceaniche, continentali, submontane (a sud dell’Eure) e submediterranee (valli della Senna e dell’Eure). La piovosità, anch’essa molto eterogenea, è elevata, e si aggira intorno ai 510 mm l’anno nell’estremo sud dell’Eure. Il litorale è poi caratterizzato dalle più forti maree d’Europa. Il clima è generalmente mite: in estate non fa mai troppo caldo e l’inverno raramente è freddo lungo la costa, mentre nell’interno le temperature tendono ad abbassarsi.

Benché gli aeroporti non manchino in Alta Normandia, servita da quello di Rouen e Le Havre, pochi sono i voli internazionali che li raggiungono, tanto che la maggior parte dei visitatori stranieri fa scalo all’aeroporto di Parigi.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close