Cerca Hotel al miglior prezzo

Pézenas: la città di Molière nel cuore dei vigneti della Linguadoca

Pagina 1/2

Le origini della cittadina sono misteriose, e intorno al suo nome aleggia un’affascinante leggenda: pare che il toponimo Pézenas venga dall’antico nome Piscenae, che in latino significava “vasca per i pesci”, poiché dietro il castello si sarebbe nascosto un lago estremamente pescoso. Eppure qualcosa di certo lo sappiamo riguardo a questa cittadina francese del dipartimento dell’Hérault, che oggi conta circa 8500 abitanti: a favorirne lo sviluppo furono la vicinanza del fiume Peyne e della strada preromana che collegava Rodez a Saint-Thibéry, e infine la postazione sulla cima di una collina, che le consentiva di difendersi dai nemici.

Incastonata nel cuore della regione Linguadoca-Rossiglione, Pézenas è agghindata di vigneti dai frutti dorati, che si lasciano accarezzare dal sole gentile della Francia meridionale. Qui la cittadina regala degli scorci idilliaci, tra sontuose residenze signorili che testimoniano i fasti del passato, un dedalo di stradicciole affascinanti e una costellazione invidiabile di teatri e luoghi della cultura. In effetti questa è da sempre la città di Molière, dove il commediografo e attore mise in scena alcune delle sue opere più riuscite.

Se Pézenas e la Languedoc sono mete turistiche rinomate, con un notevole patrimonio culturale, il merito va in gran parte proprio a Molière e ai suoi amici attori, che a metà del Seicento si mossero con intraprendenza tra Tolosa e Nîmes, toccando numerose cittadine francesi come Albi, Carcassonne, Béziers, Pézenas e Montpellier, esibendosi nei teatri con una commedia dopo l’altra grazie alla protezione del Principe dei Conti Armand de Bourbon. A Pézenas si possono ancora vedere la casa di Alphonse, in cui la compagnia mise in scena “Il Medico Volante” e il “Jeu de Paume”, e la bottega del barbiere Gely e la sua poltrona reliquia.
Non vi perdete quindi "scenovisionmoliere" un tour per la città sulle orme di Moliere.

A confermare la genuinità di Pézenas, che custodisce alcune tradizioni e usanze tipiche dei piccoli paese, c’è l’interessantissima Casa dei Mestieri d’Arte. L’esposizione ha sede all’interno della residenza consolare cittadina, riconosciuta Monumento Storico, e ha lo scopo principale di valorizzare il folclore, i costumi e le peculiarità artigianali locali, in un irresistibile intreccio tra passato e presente. Ma questo non basta: ogni angolo di strada, ogni tegola dei tetti e ogni ciottolo delle piazze sembra impaziente di raccontare una storia, per offrire ai visitatori una vacanza rilassante, distensiva e divertente allo stesso tempo.

Come molti altri villaggi di origine medievale della Languedoc, anche Pézenas si è sviluppata secondo un disegno circolare, ponendo al centro dell’abitato la chiesa e gli edifici del potere. I luoghi di culto più antichi del villaggio risalgono al XII secolo e presentano uno stile architettonico romanico, che caratterizzerà a lungo le chiese della zona, ma non mancano edifici di diverso tipo come la Collégiale Saint-Jean del XVIII secolo e alcune cappelle rurali particolarmente suggestive, realizzate nel corso dell’Ottocento.

... Pagina 2/2 ...Nei dintorni di Pézenas si ergono anche alcuni castelli, costruiti perlopiù nel XIX secolo grazie ai guadagni della viticoltura. Lo stile rinascimentale caratterizza la maggior parte degli esterni, ma anche le linee classiche o, più raramente, neomedievali, e una grande importanza è data ai giardini e ai parchi circostanti.

Ma Pézenas è anche amore per la tavola, e nei banchetti della cittadina, allestiti ad esempio in occasione delle feste, non mancano mai i vini profumati e le delizie culinarie tipiche della regione. Tra le ricette immancabili c’è quella dei “berlingot”, dei dolcetti di piccole dimensioni, e quella della “petit pâté”, una torta dolce e dorata, croccante esternamente e morbida all’interno. Da consumare come antipasto, come accompagnamento a un’insalata o come dessert, è preparata in tutte le migliori pasticcerie della cittadina ma ha origini lontane. Secondo la tradizione la specialità proverrebbe infatti dall’India.

Tra gli eventi più importanti segnaliamo "Les déballages de la route des Antiquaires de Pézenas", e il carnevale con la sfilata del Puledro in celebrazione di un'antica tradizione. Si narra che Luigi VIII avrebbe regalato alla città, in segno di riconoscenza, un cavallo di legno.

Chi pensa di non poter resistere a queste dolci tentazioni e ha voglia di visitare Pézenas può contare su vari mezzi di trasporto. Per chi usa l’auto la cittadina è servita dalle autostrade A75 e A9, mentre la stazione ferroviaria più vicina è quella di Agde, anche se la vecchia stazione di Pézenas è stata mantenuta come centro culturale.
L’aeroporto internazionale più vicino è quello di Béziers Cap d’Adge, con voli per la Gran Bretagna e la Danimarca.

Giunti alla meta ci si immerge in un clima piuttosto gradevole, mite grazie alla posizione nel sud della Francia. I valori medi del mese più freddo, gennaio, vanno da un minimo di 0°C a un massimo di 10°C, mentre in luglio e agosto si va dai 16°C ai 29°C. Le precipitazioni sono poco frequenti in estate, e si concentrano in autunno e inverno: i mesi più piovosi, con una media di 7 giorni di pioggia ciascuno, sono ottobre e gennaio.
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittà World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close